Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/197: IL RITORNO DI TOGER WOODS

Il campione di nuovo sul green nel "Torneo degli eroi"


NASSAU - Un evento atteso, e da molti auspicato: il fuoriclasse Tiger Woods 41enne di Cypress (California), si rimette in gioco. È sceso in campo dal 30 novembre al 3 dicembre all’Albany Golf Course (par 72) di Nassau, a New Providence sulle isole Bahamas, praticamente a casa sua,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/196: AD ALICANTE LA SFIDA ITALIA - SPAGNA DEI GIORNALISTI

Vincono gli iberici, ma è festa per tutti


ALICANTE (SPA) - Ad Alicante, il match “Periodistas España-Italia”, la tradizionale sfida dei giornalisti spagnoli nostri antagonisti, in un clima di grande amicizia. È il più cordiale e allegro tra gli incontri internazionali che nella stagione vede i giornalisti...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Condannato un 53enne residente a Montebelluna

TORMENTA LA EX FIAMMA: UN ANNO E DUE MESI

Era accusato di stalking e danneggiamento aggravato



MONTEBELLUNA
– Un anno e due mesi di reclusione, pena sospesa, e diecimila euro risarcimento danni per aver reso la vita impossibile alla sua ex fiamma. Protagonista della vicenda un 53enne di Montebelluna finito a processo per rispondere dei reati di stalking e danneggiamento. Secondo l'accusa l'uomo, dopo la fine della relazione sentimentale con una montebellunese di due anni più giovane, avrebbe iniziato a tempestarla di telefonate e a tormantarla anche sul posto di lavoro, arrivando a sputare sulle vetrine del suo negozio, tagliare le gomme della sua auto e minacciarla di morte impugnando un martello. Condotte che hanno spinto la donna a denunciare tutto ai carabinieri.