Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/147: NUOVE TECNOLOGIE, DIVERTIMENTO E SOLIDARIETÀ

Due gare speciali con Bags4dream, Fuorilimite e Par 108


MARTELLAGO - Di questi tempi, freddi e umidi, non si avverte un grosso stimolo a partecipare ad una gara di Golf, salvo che l’attrazione non sia generata dalla simpatia degli ospiti. Ecco, le persone e l’armonia tra quest’insieme di associazioni, dedite a far beneficenza...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/146: ARBITRI, GARA E SUMMIT A MODENA

Il resoconto dell'incontro annuale dell'Aiag


MODENA - L’ Associazione Italiana Arbitri Golf, che annovera 171 arbitri italiani, tra i quali il sottoscritto, tutti gli anni...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/145: ALLA DANIMARCA LA COPPA DEL MONDO

Sesta la coppia azzurra Molinari - Manassero


MELBOURNE - Completate le tappe dell’European Tour 2016, c’è ora (24-27 novembre), la 58esima edizione della Coppa del Mondo, la ISPS Handa World of Golf. Un grande torneo, completamente diverso da quelli abituali, una gara di coppia. Si gioca al Kingston Heath GC - PAR 72 di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Schiavon: "Non si può dare sempre la colpa alla passata gestione"

VENETO BANCA, L'ALLARME DELL'ASSOCIAZIONE AZIONISTI

Ulteriore crollo del valore delle azioni e bilancio ancora critico


TREVISO - La situazione di Veneto Bana resta molto delicata e la preoccupazione dei soci resta molto elevata. A lanciare l'allarme è l'Associzione azionisti di Veneto Banca, il grupo presieduto da Giovanni Schiavon che riunisce quasi un migliaio di piccoli e medi risparmiatori. Il primo timore riguarda il valore delel azioni a cui verrà effettuato l'aumento di capitale e la successiva quotazione in Borsa: per gli azionisti, secondo l'associazione, si profile sempre più il rischio di un'ulteriore pesantissima stangata: "Da più parti giungono voci che l’aumento del capitale sociale verrà fatto a valori ridottissimi (sotto un euro e si parla, addirittura di 30 centesimi per azione - conferma l'ex presidente del Tribunale di Treviso -. Se  ciò rispondesse al vero verrebbe di fatto azzerato il valore di quei soci che non volessero o, peggio, non fossero in grado di aderire all’aumento di capitale".
Preoccupa anche il bilancio 2015, che, come annunciato, si chiuderà con una peridta vicina ai 900 milioni di euro: "Il CdA di Veneto Banca puntualizza che essa è dipesa da 'una rigorosa, decisa ed integrale revisione delle poste di bilancio' - nota Schiavon -. La giustificazione pare a dir poco singolare atteso che anche il bilancio 2014, la semestrale al giugno 2015 e la nove strale di settembre sono stati approvati dall’attuale CdA con identiche motivazioni". Proprio per questo il leader dell'Associazione azionisti chiama in causa le responsabilità degli attuali vertici, in carica da ormai due anni:"La cosa peggiore è che nessuno dice quali sono le vere cause. Voler dare sempre la colpa al passato non è giustificabile"
Di tutti questi temi, l'Associazione Azionisti Veento Banca discuterà in un'assemblea in programma giovedì prossimo, 3 marzo, dalle 19.30 all'Hotel Maggior Consiglio di Treviso.