Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Nel mirino le societÓ Radar srl e la Vigilanza della Marca

NUOVI GUAI PER COMPIANO: UN MLN DI IVA NON VERSATA

Ancora in aula dopo la condanna per un'evasione da 17 mln


TREVISO - Dopo la prima condanna a un anno e sei mesi rimediata venerdì scorso per un'evasione fiscale da quasi 17 milioni di euro, con tanto di via libera da parte del Tribunale alla confisca delle auto e della villa fuori mura a Treviso, Luigi Compiano è tornato in aula per un altro procedimento penale satellite riguardante un omesso versamento Iva riguardante altre due società del gruppo, la Radar srl e la Vigilanza della Marca. L'omesso versamento dell'imposta sul valore aggiunto contestata a Compiano è di circa 300 mila euro per gli anni 2010 e 2011 per la Radar, 300 mila euro e 297 mila euro per gli anni 2010 e 2011 per l'Istituto di Vigilanza. Inizialmente erano stati contestati anche 207 mila euro per l'anno 2012 ma l'importo è sotto la soglia di legge e quindi non ha rilevanza penale. Gli avvocati Piero Barolo e Boris Cagnin stanno valutando se presentare richiesta di rito abbreviato, che porterebbe allo sconto di un terzo della pena in caso di condanna.