Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/227: JUSTIN THOMAS SENZA RIVALI AL BRIDGESTONE INVITATIONAL

Il terzo evento del circuito World Golf Championship


AKRON (USA) - È Francesco Molinari a godere il favore degli spettatori. Lo divide con il leader mondiale Dustin Johnson, che di WGC ne ha già conquistati cinque. Anche Tiger Woods, riemerso grazie alla bella prestazione nell’Open Championship, è atteso con...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/226: UN BEL COMPLEANNO FESTEGGIATO SUL FAIRWAY

Torneo e party in onore di Luigino Conti, patron di Ca' della Nave


MARTELLAGO - Una Louisiana a due, per festeggiare il genetliaco di Luigino Conti, direttore del Club Cà della Nave, persona che sa farsi benvolere.Luigino, che ormai da tre anni ha assunto la dirigenza del Circolo trovando nel suo cammino un mare di difficoltà, è riuscito a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/225: CON L'ACI SI GIOCA NEL BOSCO DELLA SERENISSIMA

Al Golf Cansiglio il torneo promosso dall'Automobile Club


TAMBRE D'ALPAGO - L’Automobile Club d’Italia ha cura dei propri soci: al di là del suo compito d’istituto su tutto quanto è attinente all’automobile, mette a loro disposizione un Campionato italiano di Golf, che gira da aprile ad agosto, su 28 tra i...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Si tratta di un 47enne di Segusino e un 51enne di Pederobba

COLPO IN ABITAZIONE: PRESI I DUE COMPLICI DI CAVARZAN

Accusati di di un furto commesso il 17 febbraio a segusino



VALDOBBIADENE
– I carabinieri di Valdobbiadene hanno eseguito due ordinanze di custodia cautelare in carcere nei confronti dei due presunti complici di Giorgio Cavarzan, arrestato per furto in abitazione il 17 febbraio scorso. Si tratta di Mario Francesconi, 51enne di Pederobba, e di Giorgio Candosin, 47enne di Segusino. I militari avevano sorpreso Cavarzan, in viale Italia a Segusino, allontanarsi dall'abitazione in auto con la refurtiva. In quell'occasione i due complici erano riusciti a darsi alla fuga scappando per i campi. Nonostante le immediate e serrate ricerche i due erano riusciti comunque a sottrarsi all’arresto. Ottenuto il via libera dal gip all'arresto, visto che entrambi erano già noti alle forze dell'ordine, i carabinieri si sono presentati a Caerano di San Marco nell’appartamento in cui avevano trovato rifugio e li hanno arrestati. Ora si trovano rinchiusi nel carcere di Santa Bona e sono stati messia disposizione dell'autorità giudiziaria. Per entrambi l’accusa è di furto aggravato in concorso.