Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/147: NUOVE TECNOLOGIE, DIVERTIMENTO E SOLIDARIETÀ

Due gare speciali con Bags4dream, Fuorilimite e Par 108


MARTELLAGO - Di questi tempi, freddi e umidi, non si avverte un grosso stimolo a partecipare ad una gara di Golf, salvo che l’attrazione non sia generata dalla simpatia degli ospiti. Ecco, le persone e l’armonia tra quest’insieme di associazioni, dedite a far beneficenza...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/146: ARBITRI, GARA E SUMMIT A MODENA

Il resoconto dell'incontro annuale dell'Aiag


MODENA - L’ Associazione Italiana Arbitri Golf, che annovera 171 arbitri italiani, tra i quali il sottoscritto, tutti gli anni...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/145: ALLA DANIMARCA LA COPPA DEL MONDO

Sesta la coppia azzurra Molinari - Manassero


MELBOURNE - Completate le tappe dell’European Tour 2016, c’è ora (24-27 novembre), la 58esima edizione della Coppa del Mondo, la ISPS Handa World of Golf. Un grande torneo, completamente diverso da quelli abituali, una gara di coppia. Si gioca al Kingston Heath GC - PAR 72 di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Si tratta di un 47enne di Segusino e un 51enne di Pederobba

COLPO IN ABITAZIONE: PRESI I DUE COMPLICI DI CAVARZAN

Accusati di di un furto commesso il 17 febbraio a segusino



VALDOBBIADENE
– I carabinieri di Valdobbiadene hanno eseguito due ordinanze di custodia cautelare in carcere nei confronti dei due presunti complici di Giorgio Cavarzan, arrestato per furto in abitazione il 17 febbraio scorso. Si tratta di Mario Francesconi, 51enne di Pederobba, e di Giorgio Candosin, 47enne di Segusino. I militari avevano sorpreso Cavarzan, in viale Italia a Segusino, allontanarsi dall'abitazione in auto con la refurtiva. In quell'occasione i due complici erano riusciti a darsi alla fuga scappando per i campi. Nonostante le immediate e serrate ricerche i due erano riusciti comunque a sottrarsi all’arresto. Ottenuto il via libera dal gip all'arresto, visto che entrambi erano già noti alle forze dell'ordine, i carabinieri si sono presentati a Caerano di San Marco nell’appartamento in cui avevano trovato rifugio e li hanno arrestati. Ora si trovano rinchiusi nel carcere di Santa Bona e sono stati messia disposizione dell'autorità giudiziaria. Per entrambi l’accusa è di furto aggravato in concorso.