Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
CAMPI DA GOLF/15: GOLF CLUB PUNTA ALA

Sulla costa della Maremma un percorso impegnativo e spettacolare


PUNTA ALA - Da sempre la Toscana è conosciuta per essere una splendida regione. Si arriva in Maremma, e la cosa ha, per certi aspetti, una connotazione ancora maggiore. A sud del golfo di Follonica troviamo Castiglione della Pescaia, e subito si arriva a Punta Ala, un tempo chiamata...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/169: SPETTACOLO E INNOVAZIONE: ╚ GOLFSIXES

A Londra, l'European Tour sperimenta una nuova formula


LONDRA - Al Centurion Club di St. Albands, a Londra, l’evento inaugurale di questo rivoluzionario agone, il “GolfSixes”, che assegna un premio di un milione di euro. Con tale torneo Keith Pelley, il ceo del Tour Europeo, intende rinnovare un po’ gli schemi...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/168: FESTA IN PIAZZA A MARTELLAGO CON IL GOLF

Anche lo sport protagonista nella tradizionale manifestazione nella cittadina veneziana


MARTELLAGO - Martellago è una cittadina dell’entroterra veneziano vocata e particolarmente attenta al settore primario, l’agricoltura. Gli abitanti sono laboriosi, e attaccati alle memorie del passato. Nel 1945, alla fine del disastroso conflitto mondiale, entrò in uso per...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Si tratta di un 47enne di Segusino e un 51enne di Pederobba

COLPO IN ABITAZIONE: PRESI I DUE COMPLICI DI CAVARZAN

Accusati di di un furto commesso il 17 febbraio a segusino



VALDOBBIADENE
– I carabinieri di Valdobbiadene hanno eseguito due ordinanze di custodia cautelare in carcere nei confronti dei due presunti complici di Giorgio Cavarzan, arrestato per furto in abitazione il 17 febbraio scorso. Si tratta di Mario Francesconi, 51enne di Pederobba, e di Giorgio Candosin, 47enne di Segusino. I militari avevano sorpreso Cavarzan, in viale Italia a Segusino, allontanarsi dall'abitazione in auto con la refurtiva. In quell'occasione i due complici erano riusciti a darsi alla fuga scappando per i campi. Nonostante le immediate e serrate ricerche i due erano riusciti comunque a sottrarsi all’arresto. Ottenuto il via libera dal gip all'arresto, visto che entrambi erano già noti alle forze dell'ordine, i carabinieri si sono presentati a Caerano di San Marco nell’appartamento in cui avevano trovato rifugio e li hanno arrestati. Ora si trovano rinchiusi nel carcere di Santa Bona e sono stati messia disposizione dell'autorità giudiziaria. Per entrambi l’accusa è di furto aggravato in concorso.