Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/166: I GIORNALISTI GOLFISTI SI SFIDANO IN EMILIA

Il Challenge Aigg fa tappa al club Le Fonti e Bologna


BOLOGNA - Siamo in Emilia, per la terza e quarta tappa del Challenge Aigg Diavolina, e la prima giornata è al Club “Le Fonti”. Ci affacciamo ai piedi dell’appennino tosco emiliano in comune di Castel San Pietro Terme, appena un po’ a est di Bologna sulla storica Via...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/165: TWENTY DOUBLE CUP, LA RYDER VENETA

Tra sport e goliardia, i "Rossi" si aggiudicano la seconda edizione della gara


VENEZIA - Una competizione speciale, festosa, trascinante! Due gruppi di amici, abituati a sfottersi goliardicamente quando giocano a Golf, dopo una partita a Jesolo lo scorso anno, hanno avuto l’idea di provar a cimentarsi in gara a squadre, al fine che le rispettive derisioni trovassero...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/164: THE MASTERS , SERGIO GARCIA ╚ IL MIGLIORE DEI "MAESTRI"

Nel prestigioso major di Augusta, primo trionfo dello spagnolo


AUGUSTA (USA) - Siamo al primo dei quattro tornei stagionali di maggior spicco nella stagione golfistica maschile: i 4 Majors. Il Masters è torneo dal fascino antico, il più rilevante; dal 6 al 9 aprile se ne gioca l’edizione 81, sulle consuete 72 buche. È infatti l'unico...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

I sindacati: "Ocupazione femminile ancora ridotta"

MAMME AL LAVORO, PROBLEMA SEMPRE APERTO

Nella Marca 39 casi di discriminazioni legate alla maternitÓ in 5 anni


TREVISO - Anche nella Marca, le donne continuano ad incontrare maggiori difficoltà ed ostacoli nel mondo del lavoro, rispetto ai colleghi uomini. In taluni casi subendo anche vere e proprie discrimazioni. Vittime soprattutto le madri-lavoratrici: le 39 vicende di discriminazioni di cui, negli ultimi cinque anni, si è fatta carico la Consigliera di parità provinciale (figura istituzionale con il compito di occuparsi proprio di queste tematiche), Stefania Barbieri, riguardano in prevalenze, episodi di mancata concessione di part-time, mobbing o demansionamento ai danni di lavoratrici durante la maternità o al rientro dopo la nascita del figlio. Il dato è emerso nel corso del convegno “Le politiche delle pari opportunità: dare continuità alle attività tra la scelta dell’Italia di tagliare i finanziamenti e le opportunità dei bandi Europei”, promosso da Cgil, Cisl e Uil e dalla stessa consigliera di parità
Per i casi in questione si è giunti ad un accordo di conciliazione di conciliazione con il coinvolgimento dei sindacati e della Direzione territoriale del lavoro. Ancora molto resta da fare però, ha spiegato Stefania Barbierie, in merito a strutture e iniziative che consentano un'effettiva conciliazione dell'attività professionale e della cura della famiglia, ancora spesso affidata alla donna, non solo per i figli, ma sempre più di frequente anche riguardo agli anziani.
Anche per queste ragioni, come ha ricordato Cinzia Bonan, della segreteria confederale della Cisl Treviso Belluno, nonostante alcuni miglioramenti, il tasso di occupazione femminile rimane ancora decisamente inferiore rispetto a quello maschile. E spesso le donne sono occupate con contratti come il part-time, che determinano pesanti ripercussioni, ad esempio, ai fini della pensione. L'incontro ha voluto rilanciare l'attenzione anche sui tagli operati dall'ultima legge di Stabilità ai fondi destinati alle politiche per le pari opportunità: una sforbiciata da quasi tre milioni all'anno per il triennio 2016-18.

Galleria fotograficaGalleria fotografica