Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/152: IN SUDAFRICA, EDO MOLINARI TRA I PROTAGONISTI

Nella tappa "australe" dell'European Tour si impone l'inglese Storm


Edoardo Molinari, Nino Bertasio e il dilettante romano Philip Geerts, sono gli azzurri impegnati nel torneo BMW South African Open dell’European Tour, combinato con il Sunshine Tour, in atto dal 12 al 15 gennaio. Il Campo di gioco è il Glendower (par 72) di City of Ekurhuleni. Il...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/151: GLI AZZURRI ALLA QUALIFICAZIONE PER IL TOUR ASIATICO

Alle Hawaii via al Pga: nel torneo dei campioni comanda Justin Thomas


Due interessanti manifestazioni in questi giorni, alle Hawaii e in Tailandia: mentre la PGA americana dà il via al torneo riservato ai vincitori della scorsa stagione che segna anche l’inizio del Tour statunitense, gli azzurri Alessandro Tadini (piemontese) e Aron Zemmer (ventiseienne...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/150: IL BILANCIO AZZURRO DI UN ANNO SUI GREEN

Francesco Molinari ancora troppo solo e 4 nuove proette nel Tour


TREVISO - Ha ricevuto pennellate di azzurro da parte dei nostri giocatori, il mondo del professionismo nel 2016; si sono registrati ottimi risultati: di spicco, al consuntivo dell’annata, il trionfo di Francesco Molinari nel 73° Open d’Italia. Altrettanto bene si può dire per...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

I sindacati: "Ocupazione femminile ancora ridotta"

MAMME AL LAVORO, PROBLEMA SEMPRE APERTO

Nella Marca 39 casi di discriminazioni legate alla maternitą in 5 anni


TREVISO - Anche nella Marca, le donne continuano ad incontrare maggiori difficoltà ed ostacoli nel mondo del lavoro, rispetto ai colleghi uomini. In taluni casi subendo anche vere e proprie discrimazioni. Vittime soprattutto le madri-lavoratrici: le 39 vicende di discriminazioni di cui, negli ultimi cinque anni, si è fatta carico la Consigliera di parità provinciale (figura istituzionale con il compito di occuparsi proprio di queste tematiche), Stefania Barbieri, riguardano in prevalenze, episodi di mancata concessione di part-time, mobbing o demansionamento ai danni di lavoratrici durante la maternità o al rientro dopo la nascita del figlio. Il dato è emerso nel corso del convegno “Le politiche delle pari opportunità: dare continuità alle attività tra la scelta dell’Italia di tagliare i finanziamenti e le opportunità dei bandi Europei”, promosso da Cgil, Cisl e Uil e dalla stessa consigliera di parità
Per i casi in questione si è giunti ad un accordo di conciliazione di conciliazione con il coinvolgimento dei sindacati e della Direzione territoriale del lavoro. Ancora molto resta da fare però, ha spiegato Stefania Barbierie, in merito a strutture e iniziative che consentano un'effettiva conciliazione dell'attività professionale e della cura della famiglia, ancora spesso affidata alla donna, non solo per i figli, ma sempre più di frequente anche riguardo agli anziani.
Anche per queste ragioni, come ha ricordato Cinzia Bonan, della segreteria confederale della Cisl Treviso Belluno, nonostante alcuni miglioramenti, il tasso di occupazione femminile rimane ancora decisamente inferiore rispetto a quello maschile. E spesso le donne sono occupate con contratti come il part-time, che determinano pesanti ripercussioni, ad esempio, ai fini della pensione. L'incontro ha voluto rilanciare l'attenzione anche sui tagli operati dall'ultima legge di Stabilità ai fondi destinati alle politiche per le pari opportunità: una sforbiciata da quasi tre milioni all'anno per il triennio 2016-18.

Galleria fotograficaGalleria fotografica