Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/161: AL VIA IL PRIMO PROGETTO DI LAVORO LEGATO ALLA RYDER CUP 2022

Studenti e universitą coinvolte per aumentare i praticanti


ROMA - Nell’ottica di sviluppare una maggior diffusione di questo sport in Italia, rendendolo sempre più popolare e accessibile, il Golf è diventato materia di studio. Gian Paolo Montali, Direttore Generale del Progetto Ryder Cup 2022, nella sala Auditorium del Palazzo delle...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/160: MATTEO MANASSERO IN LUCE NELL'INDIAN OPEN

A New Delhi trionfa l'idolo di casa Chawrasia


NEW  DELHI - Siamo ancora nelle maglie dell’Asia, bisogna attendere maggio perché il Tour Europeo che continua il suo peregrinare lontano dall’Europa, approdi nel vecchio continente. Ora, dal 9 al 12 marzo si gioca Hero Indian Open, organizzato in collaborazione con Asian...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/159: INQUIETUDINI SULLA RYDER CUP A ROMA

Il prestigioso torneo in Italia nel 2022, ma manca la fidejussione


ROMA - La più prestigiosa competizione internazionale di golf, la Ryder Cup, di cui l’Italia si è aggiudicata la candidatura per il 2022, subisce qualche tentennamento. Il 14 dicembre 2015 la FIG era riuscita a far attribuire all’Italia il diritto di essere Paese...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Lungo il Livenza la stagione si aprirą il 27 marzo

DOMENICA VIA ALLA PESCA NEI FIUMI DELLA MARCA

Pronti oltre 20mila appassionati su 1.200 km di corsi d'acqua


TREVISO - Domenica 6 marzo apre la stagione di pesca in zona “A” salmonicola. Nel fiume Livenza, invece, la pesca aprirà domenica 27marzo, per uniformità con la Regione Friuli Venezia Giulia. Continua anche la collaborazione tra Provincia, Comuni, Associazioni di pesca e negozi di pesca, per il rilascio dei tesserini. Domani l'ufficio pesca della Provincia sarà aperto dalle 9 alle 12 per il rilascio dei tesserini.
Mille e duecento chilometri di corsi d’acqua a gestione provinciale, dei quali 250 in concessione alle 16 associazioni/federazioni di pescatori sportivi, 60 associazioni attive, per un totale di circa 20 mila pescatori, fra cui si contano molti giovani. Questo grazie anche ad iniziative, come il progetto “A Scuola di Pesca” che da anni la Provincia promuove che permette di svolgere un'importante azione di educazione ambientale e ittica assieme a molti bambini delle scuole elementari.
Tra le attività che la Provincia di Treviso annualmente effettua, bisogna ricordare i ripopolamenti delle acque con specie che necessitano di tutela e salvaguardia, come il temolo, la trota marmorata e l'anguilla. Ma anche con avannotti e trotelle di trota fario, temolo, luccio e tinca, tutte specie che da alcuni anni risentono di una forte contrazione delle popolazioni Non mancano, tuttavia, anche le immissioni di salmonidi adulti, in tratti di corsi d'acqua dedicati, per gli appassionati della pesca tradizionale.
Come lo scorso anno, le immissioni verranno effettuate in occasione dell'apertura della pesca (domenica 6 marzo) in tutti i corsi d'acqua, principali e secondari
Ricordiamo che la tassa regionale di pesca, per un adulto da 18 a 70 anni è pari a 34 euro. Per i minori di 18 anni e dal 70° anno di età, la tassa di pesca non è dovuta. Per esercitare la pesca basta un documento di riconoscimento. Per la pesca in acque libere della zona salmonicola (zona “A”) è necessario possedere il tesserino regionale che viene rilasciato al costo di un euro dall'Ufficio Pesca Provinciale, dai Comuni, da associazioni di pesca e negozi convenzionati.
Ricordiamo, inoltre, che è possibile pescare anche con i permessi temporanei di pesca, per facilitare il turista o il pescatore occasionale. Il permesso giornaliero costa € 8,00, il permesso settimanale costa € 20,00. I permessi sono sostitutivi della licenza, del tesserino regionale e di qualsiasi altro onere previsto nelle acque libere provinciali.
Nel 2015 questi permessi hanno avuto un buon successo, soprattutto nel periodo estivo. Le guardie ittiche o ittico venatorie volontarie che quotidianamente supportano la vigilanza provinciale nel controllo dell’attività di pesca sono oltre 400.
La Provincia organizzerà anche quest'anno un apposito corso di e aggiornamento per guardie ittiche, per un controllo più capillare del territorio.
“La pesca è un'attività all'aria aperta che sempre più trevigiani hanno deciso di praticare, dato che il numero dei tesserini negli ultimi anni è in aumento – spiega il presidente della Provincia di Treviso, Leonardo Muraro – ricordo la grande opera di ripopolamento delle acque portata avanti dalla Provincia di Treviso, che ha consentito di salvare specie a rischio e di proseguire a mantenere un buono standard nelle nostre acque. Inoltre, la Scuola di Pesca ci ha permesso di svolgere importante azione di educazione ambientale e ittica assieme a molti bambini delle scuole elementari”.
“Ricordo che sotto i 14 e sopra i 70 non si paga la tassa regionale di pesca – ha aggiunto l'assessore provinciale alla Pesca, Mirco Lorenzon – e che l'Ufficio Pesca sarà aperto domani mattina appositamente per consentire ai cittadini gli ultimi ritiri”.