Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/152: IN SUDAFRICA, EDO MOLINARI TRA I PROTAGONISTI

Nella tappa "australe" dell'European Tour si impone l'inglese Storm


Edoardo Molinari, Nino Bertasio e il dilettante romano Philip Geerts, sono gli azzurri impegnati nel torneo BMW South African Open dell’European Tour, combinato con il Sunshine Tour, in atto dal 12 al 15 gennaio. Il Campo di gioco è il Glendower (par 72) di City of Ekurhuleni. Il...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/151: GLI AZZURRI ALLA QUALIFICAZIONE PER IL TOUR ASIATICO

Alle Hawaii via al Pga: nel torneo dei campioni comanda Justin Thomas


Due interessanti manifestazioni in questi giorni, alle Hawaii e in Tailandia: mentre la PGA americana dà il via al torneo riservato ai vincitori della scorsa stagione che segna anche l’inizio del Tour statunitense, gli azzurri Alessandro Tadini (piemontese) e Aron Zemmer (ventiseienne...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/150: IL BILANCIO AZZURRO DI UN ANNO SUI GREEN

Francesco Molinari ancora troppo solo e 4 nuove proette nel Tour


TREVISO - Ha ricevuto pennellate di azzurro da parte dei nostri giocatori, il mondo del professionismo nel 2016; si sono registrati ottimi risultati: di spicco, al consuntivo dell’annata, il trionfo di Francesco Molinari nel 73° Open d’Italia. Altrettanto bene si può dire per...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Interventi dei vigili del fuoco in tutta la Marca per il maltempo

CON LA PIOGGIA TORNA L'INCUBO FRANE NELLA MARCA

A Cison di Valmarino smottamento di 8 metri d'altezza


CISON DI VALMARINO - Torna la pioggia e torna anche l'incubo frane nella Marca. Il maltempo degli ultimi giorni, infatti, ha provocato diversi smottamenti in varie zone della Marca, soprattutto nelle colline della Pedemontana e della fascia settentrionale della provincia. L'episodio più grave a Cison di Valmarino, dove una massa di fango e terra, con un fronte di circa 4 metri ed un'altezza di 8 metri, intorno alle 19 di sabato, ha invaso parte della provinciale SP4, tra le frazioni di Mura e Tovena. La piccola frana si è staccata dalla sovrastante antica via Maestra: per evitare ogni rischio, anche considerando le pessime condizioni meteo in quel momento, è stato istituito un senso unico alternato. La situazione è comunque tornata alla normalità verso le 23. Sul posto i vigili del fuoco, i carabinieri e gli operai del servizio strade della Provincia,  insieme al sindaco di Cison di Valmarino, Cristina Pin.
I pompieri, comunque, sono stati impegnati per tutto il pomeriggio di sabato in vari interventi a causa del maltempo.
Nonostante la tregua nella mattinata di domenica, peratro, in considerazione della situazione meteorologica attesa e delle previsioni emesse da Arpav, il Centro Funzionale Decentrato della Protezione Civile della Regione Veneto ha prolungato dalle 14 di oggi alle 14 di domani, lunedì 7 marzo, lo stato di attenzione per criticità idraulica e idrogeologica su buona parte del territorio.
In particolare la criticità idraulica riguarda la i corsi d'acqua principali dei bacini Alto Brenta-Bacchiglione-Alpone; Basso Brenta-Bacchiglione; Livenza-Lemene-Tagliamento, mentre è sotto osservazione anche la rete secondaria nei bacini  Alto Piave; Piave Pedemontano; Alto Brenta-Bacchiglione-Alpone; Basso Brenta-Bacchiglione; Basso Piave-Sile-Bacino Scolante in Laguna; Livenza-Lemene-Tagliamento. Lo stato di attenzione per criticità geologica, invece, vale per Alto Piave; Piave Pedemontano; Alto Brenta-Bacchiglione-Alpone; Basso Brenta-Bacchiglione.