Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/182: ANCORA DOMINIO USA ALLA SOLHEIM CUP 2017

In Iowa la più importante gara del tour femminile


TREVISO - Solheim Cup 2017: siamo al corrispondente femminile della Ryder Cup, la gara più importante per “l’altra metà del cielo”, che contrappone le più forti atlete europee a quelle americane. Si gioca ogni due anni, alternativamente in Europa e negli Stati...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il cadavere ritrovato in una casa abbandonata a Conegliano

CLOCHARD TROVATO MORTO: ACCOLTELLATO E BRUCIATO

La vittima uccisa con diversi colpi di coltello alla schiena



CONEGLIANO
- Il cadavere di un clochard, con evidenti segni di bruciature, è stato rinvenuto all'interno di uno stabile abbandonato alle porte di Conegliano, in via Chiavallotti. Gli uomini della Squadra Mobile di Treviso non hanno dubbi: si è trattato di un omicidio. Sul posto si è precipitato anche il pm di turno Francesca Torri, per rendersi conto di persona di cosa possa essere accaduto. Fin da subito sembrava infatti che ci fossero elementi fondati per sospettare che la morte dell'uomo, Ion Stanciu, 43enne senza fissa dimora, fosse stata violenta. Il cadavere era supino, e soltanto quando il medico legale lo ha girato si sono viste ferite da arma da taglio alla schiena. Il 43enne è stato colpito più volte e poi, per cancellare le tracce, l'assassino o gli assassini gli hanno dato fuoco, coprendolo di rifiuti. Ancora sconosciuto il movente. Il decesso risalirebbe comunque a tre giorni fa. La Polizia ha intanto interrogato per ore due persone, le ultime ad aver visto Ion Stanciu in vita: si tratta di un tunisino e un italiano, che per diversi mesi giravano per Conegliano assieme alla vittima.