Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/147: NUOVE TECNOLOGIE, DIVERTIMENTO E SOLIDARIETÀ

Due gare speciali con Bags4dream, Fuorilimite e Par 108


MARTELLAGO - Di questi tempi, freddi e umidi, non si avverte un grosso stimolo a partecipare ad una gara di Golf, salvo che l’attrazione non sia generata dalla simpatia degli ospiti. Ecco, le persone e l’armonia tra quest’insieme di associazioni, dedite a far beneficenza...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/146: ARBITRI, GARA E SUMMIT A MODENA

Il resoconto dell'incontro annuale dell'Aiag


MODENA - L’ Associazione Italiana Arbitri Golf, che annovera 171 arbitri italiani, tra i quali il sottoscritto, tutti gli anni...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/145: ALLA DANIMARCA LA COPPA DEL MONDO

Sesta la coppia azzurra Molinari - Manassero


MELBOURNE - Completate le tappe dell’European Tour 2016, c’è ora (24-27 novembre), la 58esima edizione della Coppa del Mondo, la ISPS Handa World of Golf. Un grande torneo, completamente diverso da quelli abituali, una gara di coppia. Si gioca al Kingston Heath GC - PAR 72 di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il cadavere ritrovato in una casa abbandonata a Conegliano

CLOCHARD TROVATO MORTO: ACCOLTELLATO E BRUCIATO

La vittima uccisa con diversi colpi di coltello alla schiena



CONEGLIANO
- Il cadavere di un clochard, con evidenti segni di bruciature, è stato rinvenuto all'interno di uno stabile abbandonato alle porte di Conegliano, in via Chiavallotti. Gli uomini della Squadra Mobile di Treviso non hanno dubbi: si è trattato di un omicidio. Sul posto si è precipitato anche il pm di turno Francesca Torri, per rendersi conto di persona di cosa possa essere accaduto. Fin da subito sembrava infatti che ci fossero elementi fondati per sospettare che la morte dell'uomo, Ion Stanciu, 43enne senza fissa dimora, fosse stata violenta. Il cadavere era supino, e soltanto quando il medico legale lo ha girato si sono viste ferite da arma da taglio alla schiena. Il 43enne è stato colpito più volte e poi, per cancellare le tracce, l'assassino o gli assassini gli hanno dato fuoco, coprendolo di rifiuti. Ancora sconosciuto il movente. Il decesso risalirebbe comunque a tre giorni fa. La Polizia ha intanto interrogato per ore due persone, le ultime ad aver visto Ion Stanciu in vita: si tratta di un tunisino e un italiano, che per diversi mesi giravano per Conegliano assieme alla vittima.