Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il cadavere ritrovato in una casa abbandonata a Conegliano

CLOCHARD TROVATO MORTO: ACCOLTELLATO E BRUCIATO

La vittima uccisa con diversi colpi di coltello alla schiena



CONEGLIANO
- Il cadavere di un clochard, con evidenti segni di bruciature, è stato rinvenuto all'interno di uno stabile abbandonato alle porte di Conegliano, in via Chiavallotti. Gli uomini della Squadra Mobile di Treviso non hanno dubbi: si è trattato di un omicidio. Sul posto si è precipitato anche il pm di turno Francesca Torri, per rendersi conto di persona di cosa possa essere accaduto. Fin da subito sembrava infatti che ci fossero elementi fondati per sospettare che la morte dell'uomo, Ion Stanciu, 43enne senza fissa dimora, fosse stata violenta. Il cadavere era supino, e soltanto quando il medico legale lo ha girato si sono viste ferite da arma da taglio alla schiena. Il 43enne è stato colpito più volte e poi, per cancellare le tracce, l'assassino o gli assassini gli hanno dato fuoco, coprendolo di rifiuti. Ancora sconosciuto il movente. Il decesso risalirebbe comunque a tre giorni fa. La Polizia ha intanto interrogato per ore due persone, le ultime ad aver visto Ion Stanciu in vita: si tratta di un tunisino e un italiano, che per diversi mesi giravano per Conegliano assieme alla vittima.