Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
CAMPI DA GOLF/15: GOLF CLUB PUNTA ALA

Sulla costa della Maremma un percorso impegnativo e spettacolare


PUNTA ALA - Da sempre la Toscana è conosciuta per essere una splendida regione. Si arriva in Maremma, e la cosa ha, per certi aspetti, una connotazione ancora maggiore. A sud del golfo di Follonica troviamo Castiglione della Pescaia, e subito si arriva a Punta Ala, un tempo chiamata...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/169: SPETTACOLO E INNOVAZIONE: È GOLFSIXES

A Londra, l'European Tour sperimenta una nuova formula


LONDRA - Al Centurion Club di St. Albands, a Londra, l’evento inaugurale di questo rivoluzionario agone, il “GolfSixes”, che assegna un premio di un milione di euro. Con tale torneo Keith Pelley, il ceo del Tour Europeo, intende rinnovare un po’ gli schemi...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/168: FESTA IN PIAZZA A MARTELLAGO CON IL GOLF

Anche lo sport protagonista nella tradizionale manifestazione nella cittadina veneziana


MARTELLAGO - Martellago è una cittadina dell’entroterra veneziano vocata e particolarmente attenta al settore primario, l’agricoltura. Gli abitanti sono laboriosi, e attaccati alle memorie del passato. Nel 1945, alla fine del disastroso conflitto mondiale, entrò in uso per...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Ad accusare la banda cinque prostitute che si sono ribellate

RACKET DELLE LUCCIOLE: SEDICI ANNI DI CONDANNE

Sette le persone accusate di sfruttamento della prostituzione



PREGANZIOL
– Sedici anni di condanne per la prima tranche del processo contro il racket delle lucciole. Il gup angelo Mascolo ha inflitto 5 anni e 4 mesi a Petrit Gjini, albanese di 27 anni, e a Simona Mirabela Dragan, 22enne romena, e ha accolto il patteggiamento a 4 anni di Eduard Gjini, 24enne albanese considerato il capo della banda assieme al fratello Edmond, e a un anno e 8 mesi di Daniele Mastrella, 44 anni. Stralciate le posizioni di altre tre persone, che verranno giudicate nei prossimi mesi. Per l'accusa l'organizzazione controllava e sfruttava almeno una quindicina di lucciole lungo la Pontebbana e il Terraglio e ognuna di loro avrebbe pagato una sorta di "affitto" della postazione da 250 euro alla settimana per ottenere protezione.