Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/157: IN MALESIA TRIONFA IL "QUASI ITALIANO" ZANOTTI

Tra gli azzurri bene Manassero e Paratore, "tagliato" Molinari


Prova impegnativa, per Nino Bertasio, Edoardo Molinari, Renato Paratore e Matteo Manassero, gli azzurri impegnati al Saujana G&CC di Kuala Lumpur in Malesia, nel torneo dell’European Tour organizzato dal 9 al 12 febbraio in collaborazione con Asian Tour. In palio c’erano 2.810.000...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/156: SERGIO GARCIA ╚ IL MIGLIORE AL DESERT CLASSIC

A Dubai grandi nomi e... neve, delude Tiger Woods


DUBAI - Dal 2 al 5 febbraio, l’evento dell’European Tour che ha visto la partecipazione di Tiger Woods, e cui prendevano parte anche gli azzurri Matteo Manassero, Renato Paratore e Nino Bertasio. All’Emirates GC di Dubai Par 72. A difendere il titolo, era l’inglese Danny...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/155: I 25 ANNI DEL CLUB "I SALICI" DI TREVISO

Tra gli eventi per l'anniversario anche una Lousiana a due


TREVISO - Domenica 29 gennaio è partita la prima delle gare di corollario, al festeggio delle nozze d’argento che il Golf Club "I Salici" di Treviso celebra quest’anno: una gara di coppia, Louisiana a due. Ho avuto l’opportunità di partecipare anch’io, ed...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Assolte la titolare del centro benessere e la sua collaboratrice

"THE WAY OF LIFE": PER IL GIUDICE NON C'╚ INSOLVENZA

A trascinarle in aula sono state otto clienti della struttura



CONEGLIANO
– Assolte perchè il fatto non sussiste. Questa la sentenza emessa dal tribunale di Treviso nei confronti della titolare del centro estetico “The way of life” di Conegliano e di una sua collaboratrice finite in aula per insolvenza fraudolenta. A trascinare le donne dal giudice erano state otto clienti, che si sono costituite parte civile. Secondo l'accusa la 35enne coneglianese, divenuta proprietaria del centro estetico nel 2013, si sarebbe intascata decine di migliaia di euro delle clienti come pagamento anticipato per alcuni trattamenti e, da un giorno all'altro, avrebbe lasciato le serrande del centro abbassate.