Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
CAMPI DA GOLF/15: GOLF CLUB PUNTA ALA

Sulla costa della Maremma un percorso impegnativo e spettacolare


PUNTA ALA - Da sempre la Toscana è conosciuta per essere una splendida regione. Si arriva in Maremma, e la cosa ha, per certi aspetti, una connotazione ancora maggiore. A sud del golfo di Follonica troviamo Castiglione della Pescaia, e subito si arriva a Punta Ala, un tempo chiamata...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/169: SPETTACOLO E INNOVAZIONE: È GOLFSIXES

A Londra, l'European Tour sperimenta una nuova formula


LONDRA - Al Centurion Club di St. Albands, a Londra, l’evento inaugurale di questo rivoluzionario agone, il “GolfSixes”, che assegna un premio di un milione di euro. Con tale torneo Keith Pelley, il ceo del Tour Europeo, intende rinnovare un po’ gli schemi...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/168: FESTA IN PIAZZA A MARTELLAGO CON IL GOLF

Anche lo sport protagonista nella tradizionale manifestazione nella cittadina veneziana


MARTELLAGO - Martellago è una cittadina dell’entroterra veneziano vocata e particolarmente attenta al settore primario, l’agricoltura. Gli abitanti sono laboriosi, e attaccati alle memorie del passato. Nel 1945, alla fine del disastroso conflitto mondiale, entrò in uso per...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Castelfranco, blitz delle fiamme gialle, evasa Irpef per 100mila €

DENTISTA FANTASMA: EVASI REDDITI PER 700MILA EURO

Oltre alla contabilità ufficiale sequestrata quella occulta


CASTELFRANCO - Per il Fisco era un vero e proprio "fantasma", capace di evadere oltre 700mila euro, denaro ottenuto curando i propri pazienti. A finire nei guai un dentista trevigiano che è stato smascherato grazie ad una verifica fiscale svolta dalla Guardia di Finanza di Castelfranco. Ad avviare l'indagine delle fiamme gialle è stata la completa assenza di dichiarazioni dei redditi da parte del professionista. Perquisendo lo studio medico, le fiamme gialle hanno rinvenuto, oltre alla contabilità ufficiale, copiosa documentazione extracontabile. Le singole schede intestate alla clientela recavano la dicitura “senza fattura” e l’indicazione degli importi per i quali era stata omessa la ricevuta fiscale. A conclusione degli accertamenti svolti, sono stati constatati al dentista oltre 700mila euro di ricavi non dichiarati, con conseguente sottrazione alle casse pubbliche di IRPEF dovuta per oltre 100mila euro.
"Il risultato premia gli sforzi del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Treviso -spiegano gli investigatori- per arginare la diffusione dell’illegalità e dell’abusivismo nel sistema economico, con un’azione sistematica volta sia ad affermare il valore del rispetto delle regole sia anche a garantire la giusta tutela agli operatori che rispettano pienamente la legge e spesso soffrono la concorrenza sleale di chi svolge attività in nero”.