Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/157: IN MALESIA TRIONFA IL "QUASI ITALIANO" ZANOTTI

Tra gli azzurri bene Manassero e Paratore, "tagliato" Molinari


Prova impegnativa, per Nino Bertasio, Edoardo Molinari, Renato Paratore e Matteo Manassero, gli azzurri impegnati al Saujana G&CC di Kuala Lumpur in Malesia, nel torneo dell’European Tour organizzato dal 9 al 12 febbraio in collaborazione con Asian Tour. In palio c’erano 2.810.000...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/156: SERGIO GARCIA È IL MIGLIORE AL DESERT CLASSIC

A Dubai grandi nomi e... neve, delude Tiger Woods


DUBAI - Dal 2 al 5 febbraio, l’evento dell’European Tour che ha visto la partecipazione di Tiger Woods, e cui prendevano parte anche gli azzurri Matteo Manassero, Renato Paratore e Nino Bertasio. All’Emirates GC di Dubai Par 72. A difendere il titolo, era l’inglese Danny...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/155: I 25 ANNI DEL CLUB "I SALICI" DI TREVISO

Tra gli eventi per l'anniversario anche una Lousiana a due


TREVISO - Domenica 29 gennaio è partita la prima delle gare di corollario, al festeggio delle nozze d’argento che il Golf Club "I Salici" di Treviso celebra quest’anno: una gara di coppia, Louisiana a due. Ho avuto l’opportunità di partecipare anch’io, ed...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Castelfranco, blitz delle fiamme gialle, evasa Irpef per 100mila €

DENTISTA FANTASMA: EVASI REDDITI PER 700MILA EURO

Oltre alla contabilità ufficiale sequestrata quella occulta


CASTELFRANCO - Per il Fisco era un vero e proprio "fantasma", capace di evadere oltre 700mila euro, denaro ottenuto curando i propri pazienti. A finire nei guai un dentista trevigiano che è stato smascherato grazie ad una verifica fiscale svolta dalla Guardia di Finanza di Castelfranco. Ad avviare l'indagine delle fiamme gialle è stata la completa assenza di dichiarazioni dei redditi da parte del professionista. Perquisendo lo studio medico, le fiamme gialle hanno rinvenuto, oltre alla contabilità ufficiale, copiosa documentazione extracontabile. Le singole schede intestate alla clientela recavano la dicitura “senza fattura” e l’indicazione degli importi per i quali era stata omessa la ricevuta fiscale. A conclusione degli accertamenti svolti, sono stati constatati al dentista oltre 700mila euro di ricavi non dichiarati, con conseguente sottrazione alle casse pubbliche di IRPEF dovuta per oltre 100mila euro.
"Il risultato premia gli sforzi del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Treviso -spiegano gli investigatori- per arginare la diffusione dell’illegalità e dell’abusivismo nel sistema economico, con un’azione sistematica volta sia ad affermare il valore del rispetto delle regole sia anche a garantire la giusta tutela agli operatori che rispettano pienamente la legge e spesso soffrono la concorrenza sleale di chi svolge attività in nero”.