Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
CAMPI DA GOLF/15: GOLF CLUB PUNTA ALA

Sulla costa della Maremma un percorso impegnativo e spettacolare


PUNTA ALA - Da sempre la Toscana è conosciuta per essere una splendida regione. Si arriva in Maremma, e la cosa ha, per certi aspetti, una connotazione ancora maggiore. A sud del golfo di Follonica troviamo Castiglione della Pescaia, e subito si arriva a Punta Ala, un tempo chiamata...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/169: SPETTACOLO E INNOVAZIONE: È GOLFSIXES

A Londra, l'European Tour sperimenta una nuova formula


LONDRA - Al Centurion Club di St. Albands, a Londra, l’evento inaugurale di questo rivoluzionario agone, il “GolfSixes”, che assegna un premio di un milione di euro. Con tale torneo Keith Pelley, il ceo del Tour Europeo, intende rinnovare un po’ gli schemi...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/168: FESTA IN PIAZZA A MARTELLAGO CON IL GOLF

Anche lo sport protagonista nella tradizionale manifestazione nella cittadina veneziana


MARTELLAGO - Martellago è una cittadina dell’entroterra veneziano vocata e particolarmente attenta al settore primario, l’agricoltura. Gli abitanti sono laboriosi, e attaccati alle memorie del passato. Nel 1945, alla fine del disastroso conflitto mondiale, entrò in uso per...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Dati positivi dal Bollettino del lavoro della Provincia

PIU' ASSUNTI CHE LICENZIATI NELLA MARCA NEL 2015

Per la prima volta dal 2009 saldo positivo per 7mila unità


TREVISO - Per la prima volta dall'inizio della crisi, torna in positivo il saldo tra assunti e licenziati nella Marca: nel 2015 i nuovi contratti di lavoro superano quelli cessati per 6.695 unità. La conferma arriva dal Bollettino del lavoro redatto dal Centro per l'impiego della Provincia di Treviso. "Considerato che dallo scoppio della recessione in avanti, sono stati persi circa 7mila posti all'anno - spiegano i responsabili - si può dire di aver recuperato un'annata".
Tra i vari settori, crescono soprattutto l'agricoltura, i servizi, ma anche l'industria, che nel computo annuale guadagna 1.840 addetti in più. E, mentre fino all'anno scorso, il bilancio era in positivo solo per i lavoratori al di sotto dei 30anni, ora il segno più precede tutte le fasce d'età fino a 55 anni.
Sulle assunzioni influiscono senza dubbio il Jobs act e gli incentivi varati dal governo: non a caso i nuovi rapporti di lavoro a tempo indeterminato nel 2015 sono aumentati dell'87% rispetto all'anno precedente. Segnali confortanti vengono anche dagli ingressi in mobilità, diminuiti rispetto a fine 2014, del 37,5%, e dalle vertenze sindacali, 178, quasi dimezzate l'anno scorso.
Il Centro per l’Impiego fa poi registrare +0,5% nella richiesta di lavoratori da parte delle aziende, +5,6% nella stipula di tirocini (ben 5.468 nel 2015) e +10,5% di inserimento lavorativo di disabili o svantaggiati ( 443, prima Provincia in Veneto nel 2015).
"Parlare di fine della crisi è prematuro, ma è ormai è il terzo trimestre che presentiamo dati positivi e dobbiamo essere incoraggiati, mi auguro che il 2015 sia stato un anno di svolta – spiega il presidente della Provincia, Leonardo Muraro - penso soprattutto al dato del grado di utilizzo degli impianti, ora al 73,1%, che nei periodi negativi aveva raggiunto il 50% e significava che le aziende lavorano soltanto a metà. Invece questo è un segnale importante, perché se le aziende lavorano, creano lavoro. Come vediamo, sono i macchinari esporati a guidare il mercato trevigiano, segno che l’innovazione e la tecnologia stanno portando risultati, così come la qualità del distretto del mobile e i prodotti tipici dell’agricoltura".

Galleria fotograficaGalleria fotografica