Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/146: ARBITRI, GARA E SUMMIT A MODENA

Il resoconto dell'incontro annuale dell'Aiag


MODENA - L’ Associazione Italiana Arbitri Golf, che annovera 171 arbitri italiani, tra i quali il sottoscritto, tutti gli anni promuove un incontro tra i soci in un Campo da Golf, con l’intento di far chiarezza su qualcosa di particolare emerso nella stagione. Puntualizzare,e...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/145: ALLA DANIMARCA LA COPPA DEL MONDO

Sesta la coppia azzurra Molinari - Manassero


MELBOURNE - Completate le tappe dell’European Tour 2016, c’è ora (24-27 novembre), la 58esima edizione della Coppa del Mondo, la ISPS Handa World of Golf. Un grande torneo, completamente diverso da quelli abituali, una gara di coppia. Si gioca al Kingston Heath GC - PAR 72 di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/144: A DUBAI IL DP WORLD TOUR CHAMPIONSHIP

Vince l'inglese Fitspatrick, ad Henrik Stenson la Race to Dubai


DUBAI - Avevamo lasciato i nostri azzurri sull’European Tour al termine del Turkish Airlines Open, con la speranza che Manassero e Paratore conquistassero in Sud Africa la carta per giocare a Dubai. Paratore ce l’ha fatta, e son contento. Manassero no, e mi dispiace. Restano quindi a...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Gabriella Valera presenta l'evento e il Concorso Internazionale di Poesia e Teatro

TORNA LA FESTA DELLA LETTERATURA E DELLA POESIA E IL PREMIO "CASTELLO DI DUINO"

Il programma dal 15 al 20 marzo fra Trieste e Duino


DUINO – “Non giudicare sbagliato ciò che non conosci, prendi l'occasione per comprendere”. Il celebre consiglio di Pablo Picasso è ormai da 12 anni il filo conduttore del Concorso Internazionale di Poesia e Teatro Castello di Duino, uno dei più prestigiosi premi rivolti ai giovani autori di tutto il mondo.

Patrocinato dall’UNESCO e inserito nella più ampia Festa della Letteratura e della Poesia, anche quest'anno il Concorso richiamerà a Trieste e a Duino, dal 15 al 20 marzo, proprio a inizio primavera, una cinquantina di giovani poeti provenienti da ogni parte del Pianeta, dalla Cina alla Palestina, dal Botswana al Cile e fino alla Nuova Zelanda, oltre a moltissimi poeti europei.
Le premiazioni della sua XII edizione, che si svolgeranno nella suggestiva cornice del Castello di Duino, saranno la degna conclusione della “Festa della Letteratura e della Poesia”, un'intensa sei giorni d'incontri, reading, workshop, spettacoli teatrali e musicali ed esposizioni, per un'esplorazione a tutto tondo delle tante e diverse culture che abitano questo nostro mondo.
Il Premio internazionale per giovani poeti, così come la Festa della Letteratura e della Poesia, sono organizzati dall'Associazione Poesia e Solidarietà e rientrano in un vasto progetto basato sull’idea, condivisa con l’UNESCO, che la parola poetica e il dialogo senza confini possano promuovere il pacifico confronto sui valori.
La poesia internazionale si festeggerà così, ancora una volta, nei luoghi dov'è di casa: lo splendido Castello di Duino, celebrato da Rilke nelle sue “Elegie Duinesi”, i caffè letterari di Trieste, le sue splendide sale espositive e altri siti cittadini dove si fanno cultura, poesia e musica, in un intreccio di linguaggi e di sensi.

Il “Castello di Duino” è un concorso davvero peculiare per la sua impostazione, che lo distingue dagli altri premi letterari: valuta infatti tutti i testi in lingua originale, grazie a una giuria di carattere internazionale composta da poeti, critici, docenti di letterature comparate e, da quest'anno, anche da giovani ex-vincitori del Concorso. Riservato ai poeti fino ai 30 anni di età e con una partecipazione sempre più ampia negli anni, in questa edizione ha coinvolto oltre 900 autori e dai suoi esordi ad oggi ben 12000 poeti provenienti da 90 Paesi e un pubblico sempre più numeroso e appassionato. In questa XII edizione i poeti, ognuno nella propria madrelingua, hanno lavorato sul tema “Il gesto e la genesi”, che, sottolinea la direttrice artistica prof. Gabriella Valera, indica l’atto creativo in un “fare” della mano o dell’intelletto, e la genesi come forza della nascita, come inizio.

Ad aggiudicarsi quest'anno la prestigiosa medaglia del Presidente della Repubblica, riconoscimento principe del Concorso, è stato un poeta polacco, Jakub Kożbiał, con la poesia “Martwe morze” (Acque morte). Il primo premio è andato invece ad Angelica Barona (Dubino, Sondrio), seguita, sul secondo gradino del podio, dal poeta nicaraguense Rafael Antonio Zeledón Amador, e sul terzo dalla poetessa Stefania Marchese (Bologna). La targa Sergio Penco, assegnata a un giovanissimo per ricordare il raffinato poeta triestino scomparso qualche anno fa, amico dei giovani e più volte giurato del Concorso, è stata attribuita alla giovanissima Shannon Magri di Cremona.

Le premiazioni concluderanno la Festa della Letteratura e della Poesia: un caleidoscopio d'iniziative per raccontare le culture del mondo, che coinvolgeranno diversi ambiti artistici. Tra gli eventi in calendario “Letture da un premio Nobel”, con un percorso di lettura tra le pagine della scrittrice e giornalista bielorussa Svetlana Aleksievič, e il convegno s-Traduzione, il cui tema quest'anno sarà "Plurilingue e Traduttori". Ci saranno inoltre momenti musicali e teatrali, proiezioni di filmati e una mostra fotografica legata al tema del concorso, in cui ai versi dei giovani poeti si assoceranno immagini provenienti dai quattro angoli del globo.
Sono numerose le personalità internazionali che negli anni hanno condiviso l'impostazione e le finalità della manifestazione, partecipandovi come testimonial (tra gli altri i poeti e gli scrittori Davide Rondoni, Paolo di Paolo, Boris Pahor, Michela Monferrini, Titos Patrikios, Dieter Schlesak, Arben Dedja, Tonko Maroevic, Boris Novak, Tozan Elkan, Alberto Garlini), e le istituzioni che lo appoggiano fin dalla nascita.
Ospite e testimonial di quest'anno sarà il poeta, scrittore e traduttore rumeno Stefan Damian, che giungerà a Trieste per dialogare, in un incontro a lui dedicato, con i poeti protagonisti del concorso e con l'affezionato pubblico della manifestazione. Damian, che insegna letteratura italiana all'Università Babeş-Bolyai di Cluj-Napoca, ha al suo attivo diversi romanzi e volumi di racconti, saggi scientifici e traduzioni in e dall'italiano. La casa editrice Nemapress, diretta dalla critica letteraria Neria De Giovanni, ne ha pubblicato in Italia la raccolta “Segni - versi italiani” (2013, con la presentazione critica di Enzo Santese), il romanzo “La farfalla dalle ali bruciate” (2009), un libro che racconta il post-comunismo (con la prefazione di Bruno Rombi), e la raccolta “Versi smorti” (2015).
Tra i protagonisti degli incontri in programma segnaliamo inoltre il regista, due volte vincitore del Premio Ilaria Alpi, Massimiliano Cocozza, e lo scrittore Pino Roveredo (Premio Campiello 2005 con la raccolta di racconti “Mandami a dire”)

A testimonianza del forte impegno civile che caratterizza il Concorso Internazionale di Poesia “Castello di Duino” a ogni edizione i giovani vincitori offrono una parte del loro premio in solidarietà e, per volontà di Antonietta Risolo, titolare della Casa Editrice Ibiskos Risolo, anche il ricavato del libro che ne raccoglie le poesie va alla Fondazione Luchetta Ota D’Angelo Hrovatin, per i bambini vittime di guerra.

Anche quest’anno dunque, dal 15 al 20 marzo, Duino e Trieste esprimeranno la loro anima poetica e multiculturale, saranno laboratorio di linguaggi e di anime, per celebrare poi il 21 marzo la Giornata Mondiale della Poesia proclamata dall’Unesco e la primavera che inizia.

Concorso Internazionale di Poesia e Teatro Castello di Duino
Trieste - Duino (varie sedi)
15-20 marzo 2016
http://home.castellodiduinopoesia.org
https://www.facebook.com/Festa-della-Poesia-e-della-Letteratura-258541020994562/?fref=ts