Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/161: AL VIA IL PRIMO PROGETTO DI LAVORO LEGATO ALLA RYDER CUP 2022

Studenti e università coinvolte per aumentare i praticanti


ROMA - Nell’ottica di sviluppare una maggior diffusione di questo sport in Italia, rendendolo sempre più popolare e accessibile, il Golf è diventato materia di studio. Gian Paolo Montali, Direttore Generale del Progetto Ryder Cup 2022, nella sala Auditorium del Palazzo delle...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/160: MATTEO MANASSERO IN LUCE NELL'INDIAN OPEN

A New Delhi trionfa l'idolo di casa Chawrasia


NEW  DELHI - Siamo ancora nelle maglie dell’Asia, bisogna attendere maggio perché il Tour Europeo che continua il suo peregrinare lontano dall’Europa, approdi nel vecchio continente. Ora, dal 9 al 12 marzo si gioca Hero Indian Open, organizzato in collaborazione con Asian...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/159: INQUIETUDINI SULLA RYDER CUP A ROMA

Il prestigioso torneo in Italia nel 2022, ma manca la fidejussione


ROMA - La più prestigiosa competizione internazionale di golf, la Ryder Cup, di cui l’Italia si è aggiudicata la candidatura per il 2022, subisce qualche tentennamento. Il 14 dicembre 2015 la FIG era riuscita a far attribuire all’Italia il diritto di essere Paese...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Monastier, l'episodio è avvenuto nella notte in via Europa

BRACIERE PER RISCALDARSI: SEI INTOSSICATI

Intera famiglia africana trasportata nella notte al Ca' Foncello


MONASTIER - Un'intera famiglia, originaria della Guinea e composta da sei persone, è rimasta intossicata nella tarda serata di lunedì a causa delle esalazioni di monossido di carbonio provocate da un braciere utilizzato per riscaldare la propria abitazione. L'episodio è avvenuto a Monastier, in via Europa. Tutti i componenti del nucleo famigliare sono stati soccorsi dal personale del Suem118 e trasportati prima al Ca' Foncello e poi a Mestre per un trattamento in camera iperbarica. A restare intossicati, fortunatamente in modo non grave, padre 46enne, madre 40enne e i loro quattro figli: un 18enne e tre sorelle di 20, 7 e 4 anni. Le loro condizioni non sono fortunatamente preoccupanti. Sul posto per un sopralluogo anche i vigili del fuoco e i carabinieri.