Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/173: U.S. OPEN TRA SORPRESE E MONTEPREMI RECORD

Vince Brooks Koepka, dopo un'ecatombe di big


ERIN (USA) - È partito il 15 giugno dal Wisconsin, il secondo major della stagione, il più importante, l’US Open. Si è giocato sul tracciato dell’“Erin Hills”, un campo straordinario, e un ricchissimo montepremi, 12 milioni di dollari, il più alto...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/172: RENATO PARATORE NUOVA STELLA DEL GOLF ITALIANO

Il ventenne coglie il successo al Nordea Masters.


BARSEBACK - Una nuova stella si è affacciata sul firmamento del Golf italiano. Si chiama Renato Paratore; è romano, ventenne, ma ha ormai testimoniato grande talento, e un’incredibile maturità. Incisivo e determinato come un vero Campione, ha colto il successo di questa...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/171: IL TORNEO AIGG ARRIVA IN VENETO

Settima e ottava tappa a Ca' della Nave e al Montecchia


MARTELLAGO/SELVAZZANO DENTRO - Dopo i Campi romani, dopo la Felsinea, dopo la Toscana, toccava al Veneto ospitare, l’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti, nel suo tour nazionale. Lo ha fatto accogliendo nei suoi bei Campi i giornalisti, all’avvio nel “girone di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso, il giovane era ospite dello zio a Mogliano

DERUBA SUL TRENO DUE TIFOSI DELLA ROMA, INCASTRATO DALLE TELECAMERE

Denunciato un 18enne romano, indagine-lampo della polfer


TREVISO - Durante il viaggio in treno tra Roma e Treviso ne aveva approfittato per derubare dello zaino una 41enne e del figlio 18enne che erano diretti a Udine per assistere alla partita Udinese-Roma. Il bottino? Due sciarpe giallorosse, il portafogli che conteneva una ventina di euro, un cellulare e i biglietti per il match di campionato. Il ladro non aveva fatto i conti con le telecamere di videosorveglianza della stazione ferroviaria di Treviso che lo avevano immortalato mentre svuotava lo zaino e poi saliva, con la refurtiva, a bordo di un'auto, quella di un suo zio che vive a Mogliano ed era venuto a prenderlo.
A finire nei guai un ragazzo di appena 18 anni, originario di Roma come le sue “vittime”: il giovane era stato mandato dai genitori nella Marca proprio perchè cominciasse a rigare dritto. L'indagine-lampo della polizia ferroviaria di Treviso e di Pordenone, dove era stata presentata domenica mattina la denuncia da parte della 41enne e del figlio, ha permesso di recuperare interamente la refurtiva. Il soggiorno dei due tifosi romanisti si è concluso nel migliore dei modi; pur non avendo materialmente il biglietto, grazie alla denuncia, hanno potuto assistere al match dello stadio Friuli.