Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/178: LIGNANO OPEN, IL 6° APPUNTAMENTO DELL'ITALIAN PRO TOUR 2017

Primo l'austriaco Markus Habeler con 200 colpi, 16 sotto Par


LIGNANO - È tornata al Golf Club Lignano questo importante appuntamento. Anticipato mercoledì 19 luglio da una speciale Pro Am, ha preso il via in grande stile sul tracciato friulano, il Lignano Open, sesto torneo dell’Italian Pro Tour 2017; fa parte del circuito di gare...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/177: I GIORNALISTI GOLFISTI SONO SALITI IN MONTAGNA

Ad Asiago, Petersberg e St. Vigil l'"Alps tour" dell'Aigg


TREVISO - Per il secondo anno consecutivo, con l’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti ci siamo concessi un trio di gare di montagna su mete belle e impegnative, in Veneto e in Alto Adige: il Golf Asiago nell’altipiano dei Sette Comuni, il Petersberg a Monte San Pietro - Nova...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/176: IN PORTOGALLO IL CAMPIONATO EUROPEO DI GOLF PARALIMPICO

Tra i protagonisti azzurri anche Pietro Andrini di Ca' della Nave


QUINTA DO LAGO - È talvolta impressionante pensare a dove può arrivare l’essere umano con la propria volontà. Persone portatrici di gravissimi handicap, come la cecità, che riescono a praticare determinate discipline sportive, financo lo sci. In questo caso...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Nel centenario della Grande guerra su Piave, Grappa e Montello

PARTE LA MARCIA DI AVVICINAMENTO ALL'ADUNATA DEGLI ALPINI 2017

A Palazzo dei Trecento la costituzione del comitato organizzatore


TREVISO - "Un'adunata memorabile". Così è stata definita la 90esima Adunata nazionale degli Alpini, in programma a Treviso e in tutta la Marca dal 12 al 14 maggio 2017. Sarà l'Adunata del Piave, coinvolgendo l'intero territorio della provincia, con le sue quattro sezioni Treviso, Conegliano, Vittorio Veneto e
Valdobbiadene. Ieri si è costituito ufficialmente il Coa - Comitato organitore
adunata, l'organismo che coordinerà tutta la preparazione e le attività del raduno. Ne fanno parte: Luigi Cailotto (presidente),
 Adriano Crugnola (direttore generale dell'Ana, vicepresidente), Marino Marian (segretario ), Michele Dal Paos (responsabile amministrativo), Raffaele Panno (presidente sezione Treviso), Renato Genovese (consigliere nazionale Ana di riferimento per le sezioni trevigiane), Gianpietro Longo (responsabile tecnico), più i tre rappresnetanti degli enti locali: Otello Paraluppi (Comune di Treviso), Giuseppe Porcellato (Provincia di Treviso), Maurizio Gasparin (Regione Veneto)
Dopo la firma davanti al notaio, la cerimonia pubblica a Palazzo dei Trecento, guidata da Nicola Stefani (uno degli speaker delle manifestazioni alpine), di fronte ad un folto pubblico di alpini, sindaci, rresponsabili delle sezioni alpine coinvolte e dalle autorità tra cui il presidente della Provincia Leonardo Muraro, l’assessore regionale Elena Donazzan, il prefetto Laura Lega.
Felice per il ruolo che assumerà Treviso il sindaco Giovanni Manildo: “La penna nera? Ce l'ho in testa dal 1995 quando sono diventato alpino, ora che sono sindaco ancora di più; i valori che ho imparato dagli alpini - gioia, passione ma
anche abnegazione, fatica, dedizione - mi guidano oggi che sono stato chiamato ad amministrare la città. Sono certo che Treviso riserverà un'accoglienza più che calda a questa adunata del Piave, così speciale anche perché ricorda il centenario della Grande Guerra. Noi trevigiani siamo tutti un po' alpini".

Fiducioso nella riuscita dell’evento che mobiliterà migliaia di persone il presidente della sezione di Treviso Raffaele Panno che ha trovato “terreno più che fertile nelle sezioni consorelle”.
Per il presidente Coa, Luigi Cailotto sarà un evento in cui “gli Alpini
dimostreranno ancora una volta di saper fare squadra con obiettivi emozionali ma anche concreti ed economici”, tenendo conto che a breve il COA approverà un Codice Etico e che l’evento non ha scopo di lucro. 
Importante, secondo il
presidente nazionale ANA Sebastiano Favero, ricordare come questa adunata sarà davvero speciale poiché farà riferimento e animerà non solo Treviso ma anche il Piave, il Grappa e il Montello dove si decisero le sorti della prima Guerra mondiale, che sarà ricordata con eventi culturali preparatori all’Adunata.

Al termine della cerimonia buffet a cura degli studenti del Centro di formazione professionale di Lancenigo, vini dell’Istituto Cerletti di Conegliano.