Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/146: ARBITRI, GARA E SUMMIT A MODENA

Il resoconto dell'incontro annuale dell'Aiag


MODENA - L’ Associazione Italiana Arbitri Golf, che annovera 171 arbitri italiani, tra i quali il sottoscritto, tutti gli anni promuove un incontro tra i soci in un Campo da Golf, con l’intento di far chiarezza su qualcosa di particolare emerso nella stagione. Puntualizzare,e...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/145: ALLA DANIMARCA LA COPPA DEL MONDO

Sesta la coppia azzurra Molinari - Manassero


MELBOURNE - Completate le tappe dell’European Tour 2016, c’è ora (24-27 novembre), la 58esima edizione della Coppa del Mondo, la ISPS Handa World of Golf. Un grande torneo, completamente diverso da quelli abituali, una gara di coppia. Si gioca al Kingston Heath GC - PAR 72 di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/144: A DUBAI IL DP WORLD TOUR CHAMPIONSHIP

Vince l'inglese Fitspatrick, ad Henrik Stenson la Race to Dubai


DUBAI - Avevamo lasciato i nostri azzurri sull’European Tour al termine del Turkish Airlines Open, con la speranza che Manassero e Paratore conquistassero in Sud Africa la carta per giocare a Dubai. Paratore ce l’ha fatta, e son contento. Manassero no, e mi dispiace. Restano quindi a...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

AUDIO Tragedia a Colle Umberto, in un'abitazione di via dei Cinti

GARAGE IN FIAMME: MARITO E MOGLIE MUOIONO SOFFOCATI

Le vittime, 80enni, sono Emilio Alpago e Antonietta Siracusa


COLLE UMBERTO - Sono stati avvelenati dal fumo, soffocati nel sonno a causa di un incendio che è divampato nel garage che si trova al pianterreno della loro villetta in via dei Cinti, a Colle Umberto. Questa l'atroce fine di una coppia di anziani coniugi, Emilio Alpago e Antonietta Siracusa, marito e moglie, di 80 e 75 anni. La tragedia si è consumata all'alba, verso le 5.20 del mattino. Da una prima ricostruzione dei vigili del fuoco di Conegliano e Vittorio Veneto, giunti sul posto con diversi mezzi, le fiamme hanno avvolto un Lancia Musa e un'altra vettura che erano posteggiate nell'autorimessa e il fumo ha poi invaso l'appartamento che si trova al piano superiore, saturandolo.
A dare l'allarme è stato il figlio dei due anziani, Gianni, un carabiniere di 45 anni in servizio a Rio Pusteria, in provincia di Bolzano. L'uomo, risvegliato da alcuni rumori, è sceso di corsa: pensava inizialmente si trattasse dei ladri.
Uscendo il militare ha inavvertitamente chiuso la porta dell'abitazione; una volta sceso si è trovato di fronte ad un incendio che ha inutilmente cercato di domare, senza riuscirci e senza poter più raggiungere i genitori in casa. Il 45enne, bloccato dal fumo e dal fuoco, non ha potuto far altro che dare l'allarme e attendere i soccorsi. I vigili del fuoco giunti sul posto hanno spento le fiamme ma i genitori del carabiniere, quando sono stati raggiunti, erano già privi di vita. Anche il figlio, sotto chock, è stato invece ricoverato all'ospedale di Conegliano per un principio di intossicazione ma non sarebbe tuttavia in pericolo di vita. Sul posto sono giunti anche i carabinieri che hanno svolto gli accertamenti del caso. "Il loro figlio non si dà pace, continua a dire: è colpa mia, è colpa mia": questo quanto riferisce il sindaco di Colle Umberto, Edoardo Scarpis, che così è intervenuto ai nostri microfoni.