Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/189: CAMPI PRATICA, COLONNA PORTANTE DELLO SPORT

A Ca' della Nave il torneo dell'associazione dei club


MARTELLAGO - È con simpatia, che sabato 30 settembre il Golf Club Cà della Nave ha accolto l’Associazione Campi Pratica per una gara stableford a tre categorie, settima degli otto incontri della serie TROFEO, che a turno ogni Circolo appartenente all’associazione,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/188: TUTTO PRONTO PER L'OPEN D'ITALIA 2017

Al Parco di Monza il torneo del massimo circuito europeo


TREVISO - Il 74° Open d’Italia sta per andare in scena; è il principale evento sportivo nazionale legato alla Ryder Cup 2022, la sfida fra Europa e Stati Uniti, in programma fra cinque anni al Marco Simone Golf & Country Club. È il primo Open d’Italia con un...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/187: IN FRIULI IL CAMPIONATO ITALIANO AIGG

Assegnati i tricolori 2017 dei giornalisti


TREVISO - Chiuso con l’ultima gara di Villa d’Este il Challenge Aigg Diavolina 2017 che mi aveva visto con un bel piatto d’argento, è ora la volta del Campionato individuale, che si gioca a Fagagna, al Circolo Golf Udine. Nelle giornate precedenti il Club aveva ospitato il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Condannato per violenza sessuale un algerino di 35 anni

TENTA DI STUPRARE L'AMICA DOPO LA FESTA: 4 ANNI

L'episodio il 21 febbraio 2015 in un casolare di San Vendemiano



SAN VENDEMIANO
- Tenta di violentare un'amica al termine di una serata di festa in un vecchio casolare di via Ungheresca a Borgo Saccon, frazione di San Vendemiano, e poi minaccia con un coltello i poliziotti che erano intervenuti su richiesta della vittima. Condotte che sono costate una condanna a quattro anni di reclusione a Yassine Djouamaa, algerino di 35 anni residente proprio nel luogo del delitto. A confermare le accuse in aula mosse contro l'imputato dalla procura di Treviso, accusato di violenza sessuale, lesioni, minacce, resistenza a pubblico ufficiale e porto abusivo di oggetti atti a offendere, è stata la stessa vittima, una ragazza marocchina di 27 anni, che l'uomo aveva conosciuto al Casablanca di Conegliano quella stessa sera. Era il 21 febbraio dello scorso anno.