Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/146: ARBITRI, GARA E SUMMIT A MODENA

Il resoconto dell'incontro annuale dell'Aiag


MODENA - L’ Associazione Italiana Arbitri Golf, che annovera 171 arbitri italiani, tra i quali il sottoscritto, tutti gli anni promuove un incontro tra i soci in un Campo da Golf, con l’intento di far chiarezza su qualcosa di particolare emerso nella stagione. Puntualizzare,e...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/145: ALLA DANIMARCA LA COPPA DEL MONDO

Sesta la coppia azzurra Molinari - Manassero


MELBOURNE - Completate le tappe dell’European Tour 2016, c’è ora (24-27 novembre), la 58esima edizione della Coppa del Mondo, la ISPS Handa World of Golf. Un grande torneo, completamente diverso da quelli abituali, una gara di coppia. Si gioca al Kingston Heath GC - PAR 72 di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/144: A DUBAI IL DP WORLD TOUR CHAMPIONSHIP

Vince l'inglese Fitspatrick, ad Henrik Stenson la Race to Dubai


DUBAI - Avevamo lasciato i nostri azzurri sull’European Tour al termine del Turkish Airlines Open, con la speranza che Manassero e Paratore conquistassero in Sud Africa la carta per giocare a Dubai. Paratore ce l’ha fatta, e son contento. Manassero no, e mi dispiace. Restano quindi a...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Rubati pantaloncini da ciclista, scarpe e un borsello

COLPI IN VARI NEGOZI, ARRESTATI TRE SUDAMERICANI

Sorpresi a Cornuda dai Carabinieri e processati per direttissima


CORNUDA - I Carabinieri di Cornuda hanno arrestato tre cittadini sudamericani, senza fissa dimora, responsabili di due furti avvenuti in noti esercizi commerciali del comune.
Nel pomeriggio di giovedì 17 marzo i tre, due uomini ed una donna, erano entrati nel negozio di biciclette “Zavarise”, dicendo di voler acquistare un carica batterie per una bici. Il commerciante ha risposto che sarebbero stati necessari due o tre giorni per rifornirsi del dispositivo. Al che i tre hanno chiesto la cortesia di poter lasciare in carica la loro batteria, con l’intesa di tornare a riprendersela l’indomani verso mezzogiorno. Mentre due componenti del gruppo erano intenti a parlare con il negoziante, il terzo ne approfittava per fare un giro tra gli scaffali. Una volta usciti i presunti clienti, il titolare, insospettito dai loro atteggiamenti, controllando i filmati delle telecamere a circuito chiuso, ha scoperto il furto di un paio di pantaloncini da ciclista del valore di 80 euro e ha avvertito i Carabinieri.
Il giorno successivo, all’orario convenuto, i tre si sono ripresentati al negozio per recuperare la batteria, ma hanno trovato ad attenderli i militari dell'Arma, che, dopo averli identificati, hanno perquisito la loro automobile. Qui hanno trovato un paio di scarpe marca Nike da 90 euro ed un borsello da uomo, rubati, circa mezz’ora prima nel vicino negozio di calzature “Pittarosso”. Inoltre i militari hanno sequestrato anche un coltello a serramanico, un tronchesino per tranciare le placche antitaccheggio, un uncino in rame, due borse per surgelati munite di schermatura per eludere i controlli antitaccheggio, una borsa da donna ed una da uomo entrambe munite della stessa schermatura.
Condotti in caserma, i tre sono stati identificati: uno dei due uomini e la donna sono risultati originari di Bogotà, in Colombia, rispettivamente di 51 e 31 anni, entrambi incensurati; il terzo soggetto, nato a Città del Messico City 34 anni fa, aveva precedenti contro il patrimonio.
Arrestati per furto aggravato in concorso, possesso ingiustificato di chiave alterata e porto abusivo di arma da taglio, sono stati processati per direttisima: i due uomini sono stati condannati ad un anno e 8 mesi di reclusione e 260 euro di ammenda e la donna ad un anno e 6 mesi e 180 euro di sanzione.

Galleria fotograficaGalleria fotografica