Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Rubati pantaloncini da ciclista, scarpe e un borsello

COLPI IN VARI NEGOZI, ARRESTATI TRE SUDAMERICANI

Sorpresi a Cornuda dai Carabinieri e processati per direttissima


CORNUDA - I Carabinieri di Cornuda hanno arrestato tre cittadini sudamericani, senza fissa dimora, responsabili di due furti avvenuti in noti esercizi commerciali del comune.
Nel pomeriggio di giovedì 17 marzo i tre, due uomini ed una donna, erano entrati nel negozio di biciclette “Zavarise”, dicendo di voler acquistare un carica batterie per una bici. Il commerciante ha risposto che sarebbero stati necessari due o tre giorni per rifornirsi del dispositivo. Al che i tre hanno chiesto la cortesia di poter lasciare in carica la loro batteria, con l’intesa di tornare a riprendersela l’indomani verso mezzogiorno. Mentre due componenti del gruppo erano intenti a parlare con il negoziante, il terzo ne approfittava per fare un giro tra gli scaffali. Una volta usciti i presunti clienti, il titolare, insospettito dai loro atteggiamenti, controllando i filmati delle telecamere a circuito chiuso, ha scoperto il furto di un paio di pantaloncini da ciclista del valore di 80 euro e ha avvertito i Carabinieri.
Il giorno successivo, all’orario convenuto, i tre si sono ripresentati al negozio per recuperare la batteria, ma hanno trovato ad attenderli i militari dell'Arma, che, dopo averli identificati, hanno perquisito la loro automobile. Qui hanno trovato un paio di scarpe marca Nike da 90 euro ed un borsello da uomo, rubati, circa mezz’ora prima nel vicino negozio di calzature “Pittarosso”. Inoltre i militari hanno sequestrato anche un coltello a serramanico, un tronchesino per tranciare le placche antitaccheggio, un uncino in rame, due borse per surgelati munite di schermatura per eludere i controlli antitaccheggio, una borsa da donna ed una da uomo entrambe munite della stessa schermatura.
Condotti in caserma, i tre sono stati identificati: uno dei due uomini e la donna sono risultati originari di Bogotà, in Colombia, rispettivamente di 51 e 31 anni, entrambi incensurati; il terzo soggetto, nato a Città del Messico City 34 anni fa, aveva precedenti contro il patrimonio.
Arrestati per furto aggravato in concorso, possesso ingiustificato di chiave alterata e porto abusivo di arma da taglio, sono stati processati per direttisima: i due uomini sono stati condannati ad un anno e 8 mesi di reclusione e 260 euro di ammenda e la donna ad un anno e 6 mesi e 180 euro di sanzione.

Galleria fotograficaGalleria fotografica