Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

L'organizzazione punta sul part-time per incentivare il ricambio

"STAFFETTE SOLIDALI TRA GIOVANI ED ANZIANI NEL MERCATO DEL LAVORO"

La proposta lanciata dal congresso delle Acli Treviso


TREVISO - "Staffette solidali tra giovani che entrino nel mercato del lavoro part-time e lavoratori anziani che anticipino la pensione in forma part-time". È la proposta lanciata questa mattina al 29° congresso provinciale di Acli Treviso, convocato al centro-congressi Ca’ del Galletto.
Il presidente provinciale delle Acli, Andrea CitronA farla, Andrea Citron, 42 anni, presidente uscente e candidato alla presidenza regionale dell’organizzazione cristiana dei lavoratori fondata settant’anni fa da Achille Grandi. In Italia, secondo Citron, l’orario annuo è del 23% superiore a quello medio di Francia, Germania e Olanda, che significa 4 milioni di lavoratori in meno. A ciò si deve poi aggiungere un'età pensionabile tra le più elevate, in seguito alla riforma Fornero.
"Lavorare meno per lavorare tutti", dunque: questa la presa di posizione delle Acli trevigiane. E poi, naturalmente, la richiesta di "un piano di politiche industriali che porti a concentrare investimenti e ricerca su settori forieri di nuova occupazione e di sviluppo sostenibile"; "lo sforzo per delle politiche attive che si sostanzino in un piano di formazione permanente e di riqualificazione professionale"; "il coinvolgimento dei lavoratori nelle scelte aziendali"; "un sistema efficace di flex security"; e soprattutto la parola fine alla "scorciatoia del lavoro precario".
Al centro del dibattito congressuale anche i temi dell'ambiente, dell'immigrazione e della famiglia, sulla quale, hanno ribadito i vertici delle Acli, "servono fatti concreti non piazze, siano Family Day o Gay Pride".