Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/177: I GIORNALISTI GOLFISTI SONO SALITI IN MONTAGNA

Ad Asiago, Petersberg e St. Vigil l'"Alps tour" dell'Aigg


TREVISO - Per il secondo anno consecutivo, con l’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti ci siamo concessi un trio di gare di montagna su mete belle e impegnative, in Veneto e in Alto Adige: il Golf Asiago nell’altipiano dei Sette Comuni, il Petersberg a Monte San Pietro - Nova...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/176: IN PORTOGALLO IL CAMPIONATO EUROPEO DI GOLF PARALIMPICO

Tra i protagonisti azzurri anche Pietro Andrini di Ca' della Nave


QUINTA DO LAGO - È talvolta impressionante pensare a dove può arrivare l’essere umano con la propria volontà. Persone portatrici di gravissimi handicap, come la cecità, che riescono a praticare determinate discipline sportive, financo lo sci. In questo caso...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/175: PARLA INGLESE L'OPEN DE FRANCE

Tommy Fleetwood vince l'evento Rolex Series di Parigi


PARIGI - È partito il giorno 29 giugno a Guyancourt, al golf National nei pressi di Parigi, il maggior incontro della stagione golfistica 2017, l’evento Rolex Series del Tour europeo “Race to Dubai”, l’HNA Open de France. È una tappa importante del circuito...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

AUDIO Testimonianza del presidente di Treviso basket, Vazzoler

VOLO TREVISO-BRUXELLES DIROTTATO A LIEGI

Attentati nell'aeroporto e nella metro, 31 vittime accertate


TREVISO - Il volo Ryanair decollato dall'aeroporto "Canova" alle 8.30 del mattino e diretto a Bruxelles è stato dirottato a Liegi a causa degli attentati che stamane hanno colpito lo scalo aeroportuale Zaventem e la metropolitana della capitale belga. Per ora si parla di 31 morti accertati e decine di feriti a causa di ordigni fatti esplodere probabilmente da kamikaze. I passeggeri del volo partito da Treviso, ignari di quanto accaduto, sono stati informati durante il volo. L'aereo è regolarmente atterrato a Liegi alle 10.15 circa. I passeggeri sono stati costretti ad attendere sulla pista dell'aeroporto belga per oltre un'ora a causa dei molti velivoli che sono stati fatti atterrare a Liegi, da varie destinazioni europee e non solo, in seguito alla chiusura dello scalo di Bruxelles (e così resterà fino alle 23.59 di oggi). Altri voli previsti sia da Treviso che da Venezia sono stati dirottati o cancellati nel corso della giornata. Dal "Canova" in serata partirà un volo diretto a Charleroi: nel frattempo le forze dell'ordine hanno intensificato i controlli all'interno dell'aerostazione trevigiana.

Ai nostri microfoni il racconto di Paolo Vazzoler, presidente di Treviso basket, che si trovava a bordo del volo Treviso-Bruxelles e dell'europarlamentare trevigiano, Remo Sernagiotto.

“Le stragi di Bruxelles dimostrano ancora un volta che siamo in guerra, una bruttissima e sporca guerra che il terrorismo islamico ci ha dichiarato dentro casa nostra, nel cuore dell’Europa, con il solo obiettivo di distruggerci. E in questa guerra che ci hanno dichiarato, noi abbiamo il dovere di combattere per difendere le nostre vite, la nostra terra, i valori di libertà e di democrazia della nostra società! Sveglia Europa, sveglia Italia, sveglia uomini e donne libere: l’Isis e il terrorismo islamico sono il vero Impero del Male del nostro secolo e vanno annientati e distrutti con la forza, prima che sia la violenza islamica a distruggere noi”. Lo dichiara l’europarlamentare della Lega Nord, Mara Bizzotto, dopo i tragici attentati terroristici a Bruxelles.

“L’Europa sia almeno per una volta unita e crei immediatamente una forza speciale antiterrorismo comune. Senza trascendere i fondamenti della nostra civiltà la risposta non può che essere tolleranza zero”. Con queste parole il Presidente della Regione del Veneto commenta i tragici fatti accaduti a Bruxelles. Il Governatore esprime alle famiglie delle vittime e al Governo del Belgio “il cordoglio mio personale e di tutti i veneti” e si augura “la completa guarigione di tutti i feriti”. “La situazione è sotto gli occhi di tutti – conclude il Presidente – e per affrontarla occorre anche, in tutta Europa, la certezza della pena e la galera senza se e senza ma, perché esempi di persone a piede libero quando avrebbero dovuto essere in carcere ne sono emersi parecchi anche fuori dall’Italia”.

Il presidente dell'UPI Veneto e della Provincia di Treviso, Leonardo Muraro, esprime il proprio cordoglio dopo gli attentati di Bruxelles. “Intendo esprimere massimo cordoglio a nome mio, di tutti i cittadini trevigiani e delle Province del Veneto, per le vittime degli attentati di Bruxelles, città cuore dell'Europa dove molti cittadini veneti e della Marca Trevigiana – il commento di Muraro – Ormai non ci sono più parole, non c'è più tempo e non c'è altro da aggiungere: l'Europa deve essere unita, tolleranza zero contro il terrore nelle nostre nazioni. La nostra libertà non è barattabile”.