Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
CAMPI DA GOLF/15: GOLF CLUB PUNTA ALA

Sulla costa della Maremma un percorso impegnativo e spettacolare


PUNTA ALA - Da sempre la Toscana è conosciuta per essere una splendida regione. Si arriva in Maremma, e la cosa ha, per certi aspetti, una connotazione ancora maggiore. A sud del golfo di Follonica troviamo Castiglione della Pescaia, e subito si arriva a Punta Ala, un tempo chiamata...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/169: SPETTACOLO E INNOVAZIONE: ╚ GOLFSIXES

A Londra, l'European Tour sperimenta una nuova formula


LONDRA - Al Centurion Club di St. Albands, a Londra, l’evento inaugurale di questo rivoluzionario agone, il “GolfSixes”, che assegna un premio di un milione di euro. Con tale torneo Keith Pelley, il ceo del Tour Europeo, intende rinnovare un po’ gli schemi...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/168: FESTA IN PIAZZA A MARTELLAGO CON IL GOLF

Anche lo sport protagonista nella tradizionale manifestazione nella cittadina veneziana


MARTELLAGO - Martellago è una cittadina dell’entroterra veneziano vocata e particolarmente attenta al settore primario, l’agricoltura. Gli abitanti sono laboriosi, e attaccati alle memorie del passato. Nel 1945, alla fine del disastroso conflitto mondiale, entrò in uso per...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

AUDIO Testimonianza del presidente di Treviso basket, Vazzoler

VOLO TREVISO-BRUXELLES DIROTTATO A LIEGI

Attentati nell'aeroporto e nella metro, 31 vittime accertate


TREVISO - Il volo Ryanair decollato dall'aeroporto "Canova" alle 8.30 del mattino e diretto a Bruxelles è stato dirottato a Liegi a causa degli attentati che stamane hanno colpito lo scalo aeroportuale Zaventem e la metropolitana della capitale belga. Per ora si parla di 31 morti accertati e decine di feriti a causa di ordigni fatti esplodere probabilmente da kamikaze. I passeggeri del volo partito da Treviso, ignari di quanto accaduto, sono stati informati durante il volo. L'aereo è regolarmente atterrato a Liegi alle 10.15 circa. I passeggeri sono stati costretti ad attendere sulla pista dell'aeroporto belga per oltre un'ora a causa dei molti velivoli che sono stati fatti atterrare a Liegi, da varie destinazioni europee e non solo, in seguito alla chiusura dello scalo di Bruxelles (e così resterà fino alle 23.59 di oggi). Altri voli previsti sia da Treviso che da Venezia sono stati dirottati o cancellati nel corso della giornata. Dal "Canova" in serata partirà un volo diretto a Charleroi: nel frattempo le forze dell'ordine hanno intensificato i controlli all'interno dell'aerostazione trevigiana.

Ai nostri microfoni il racconto di Paolo Vazzoler, presidente di Treviso basket, che si trovava a bordo del volo Treviso-Bruxelles e dell'europarlamentare trevigiano, Remo Sernagiotto.

“Le stragi di Bruxelles dimostrano ancora un volta che siamo in guerra, una bruttissima e sporca guerra che il terrorismo islamico ci ha dichiarato dentro casa nostra, nel cuore dell’Europa, con il solo obiettivo di distruggerci. E in questa guerra che ci hanno dichiarato, noi abbiamo il dovere di combattere per difendere le nostre vite, la nostra terra, i valori di libertà e di democrazia della nostra società! Sveglia Europa, sveglia Italia, sveglia uomini e donne libere: l’Isis e il terrorismo islamico sono il vero Impero del Male del nostro secolo e vanno annientati e distrutti con la forza, prima che sia la violenza islamica a distruggere noi”. Lo dichiara l’europarlamentare della Lega Nord, Mara Bizzotto, dopo i tragici attentati terroristici a Bruxelles.

“L’Europa sia almeno per una volta unita e crei immediatamente una forza speciale antiterrorismo comune. Senza trascendere i fondamenti della nostra civiltà la risposta non può che essere tolleranza zero”. Con queste parole il Presidente della Regione del Veneto commenta i tragici fatti accaduti a Bruxelles. Il Governatore esprime alle famiglie delle vittime e al Governo del Belgio “il cordoglio mio personale e di tutti i veneti” e si augura “la completa guarigione di tutti i feriti”. “La situazione è sotto gli occhi di tutti – conclude il Presidente – e per affrontarla occorre anche, in tutta Europa, la certezza della pena e la galera senza se e senza ma, perché esempi di persone a piede libero quando avrebbero dovuto essere in carcere ne sono emersi parecchi anche fuori dall’Italia”.

Il presidente dell'UPI Veneto e della Provincia di Treviso, Leonardo Muraro, esprime il proprio cordoglio dopo gli attentati di Bruxelles. “Intendo esprimere massimo cordoglio a nome mio, di tutti i cittadini trevigiani e delle Province del Veneto, per le vittime degli attentati di Bruxelles, città cuore dell'Europa dove molti cittadini veneti e della Marca Trevigiana – il commento di Muraro – Ormai non ci sono più parole, non c'è più tempo e non c'è altro da aggiungere: l'Europa deve essere unita, tolleranza zero contro il terrore nelle nostre nazioni. La nostra libertà non è barattabile”.