Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/178: LIGNANO OPEN, IL 6° APPUNTAMENTO DELL'ITALIAN PRO TOUR 2017

Primo l'austriaco Markus Habeler con 200 colpi, 16 sotto Par


LIGNANO - È tornata al Golf Club Lignano questo importante appuntamento. Anticipato mercoledì 19 luglio da una speciale Pro Am, ha preso il via in grande stile sul tracciato friulano, il Lignano Open, sesto torneo dell’Italian Pro Tour 2017; fa parte del circuito di gare...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/177: I GIORNALISTI GOLFISTI SONO SALITI IN MONTAGNA

Ad Asiago, Petersberg e St. Vigil l'"Alps tour" dell'Aigg


TREVISO - Per il secondo anno consecutivo, con l’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti ci siamo concessi un trio di gare di montagna su mete belle e impegnative, in Veneto e in Alto Adige: il Golf Asiago nell’altipiano dei Sette Comuni, il Petersberg a Monte San Pietro - Nova...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/176: IN PORTOGALLO IL CAMPIONATO EUROPEO DI GOLF PARALIMPICO

Tra i protagonisti azzurri anche Pietro Andrini di Ca' della Nave


QUINTA DO LAGO - È talvolta impressionante pensare a dove può arrivare l’essere umano con la propria volontà. Persone portatrici di gravissimi handicap, come la cecità, che riescono a praticare determinate discipline sportive, financo lo sci. In questo caso...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

La difesa di Gianantonio Dalla Cia promette battaglia in aula

COL SUV NEL BAR: "MI STANNO PROCESSANDO DUE VOLTE"

Già condannato, ora gli contestato il rifiuto di fare l'alcoltest



POVEGLIANO
– Processato due volte per lo stesso fatto. E' l'eccezione sollevata dalla difesa, per il momento rigettata dal giudice, nel corso del processo a carico di Gianantonio Dalla Cia, l'agricoltore 55enne di Povegliano già condannato a due anni e 4 mesi di reclusione per aver scagliato il proprio fuoristrada contro la vetrata del bar Cantina Espanola di Povegliano investendo e ferendo Elvis Hagori (10 giorni di prognosi), il fidanzato della titolare Valentina Bonan, e un passante. La sentenza riguardava i reati di lesioni, minacce, ingiurie, resistenza a pubblico ufficiale e guida in stato d'ebbrezza. Ora la nuova accusa, che si basa sullo stesso verbale delle forze dell'ordine, riguarda il rifiuto di sottoporsi all'alcoltest. Per la difesa si tratterebbe di un doppio processo per gli stessi fatti, visto che l'agricoltore ha già rimediato una condanna per la guida in stato d'ebbrezza oltre alla revoca della patente e alla confisca dell'auto.