Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/146: ARBITRI, GARA E SUMMIT A MODENA

Il resoconto dell'incontro annuale dell'Aiag


MODENA - L’ Associazione Italiana Arbitri Golf, che annovera 171 arbitri italiani, tra i quali il sottoscritto, tutti gli anni promuove un incontro tra i soci in un Campo da Golf, con l’intento di far chiarezza su qualcosa di particolare emerso nella stagione. Puntualizzare,e...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/145: ALLA DANIMARCA LA COPPA DEL MONDO

Sesta la coppia azzurra Molinari - Manassero


MELBOURNE - Completate le tappe dell’European Tour 2016, c’è ora (24-27 novembre), la 58esima edizione della Coppa del Mondo, la ISPS Handa World of Golf. Un grande torneo, completamente diverso da quelli abituali, una gara di coppia. Si gioca al Kingston Heath GC - PAR 72 di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/144: A DUBAI IL DP WORLD TOUR CHAMPIONSHIP

Vince l'inglese Fitspatrick, ad Henrik Stenson la Race to Dubai


DUBAI - Avevamo lasciato i nostri azzurri sull’European Tour al termine del Turkish Airlines Open, con la speranza che Manassero e Paratore conquistassero in Sud Africa la carta per giocare a Dubai. Paratore ce l’ha fatta, e son contento. Manassero no, e mi dispiace. Restano quindi a...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

La difesa di Gianantonio Dalla Cia promette battaglia in aula

COL SUV NEL BAR: "MI STANNO PROCESSANDO DUE VOLTE"

Già condannato, ora gli contestato il rifiuto di fare l'alcoltest



POVEGLIANO
– Processato due volte per lo stesso fatto. E' l'eccezione sollevata dalla difesa, per il momento rigettata dal giudice, nel corso del processo a carico di Gianantonio Dalla Cia, l'agricoltore 55enne di Povegliano già condannato a due anni e 4 mesi di reclusione per aver scagliato il proprio fuoristrada contro la vetrata del bar Cantina Espanola di Povegliano investendo e ferendo Elvis Hagori (10 giorni di prognosi), il fidanzato della titolare Valentina Bonan, e un passante. La sentenza riguardava i reati di lesioni, minacce, ingiurie, resistenza a pubblico ufficiale e guida in stato d'ebbrezza. Ora la nuova accusa, che si basa sullo stesso verbale delle forze dell'ordine, riguarda il rifiuto di sottoporsi all'alcoltest. Per la difesa si tratterebbe di un doppio processo per gli stessi fatti, visto che l'agricoltore ha già rimediato una condanna per la guida in stato d'ebbrezza oltre alla revoca della patente e alla confisca dell'auto.