Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/173: U.S. OPEN TRA SORPRESE E MONTEPREMI RECORD

Vince Brooks Koepka, dopo un'ecatombe di big


ERIN (USA) - È partito il 15 giugno dal Wisconsin, il secondo major della stagione, il più importante, l’US Open. Si è giocato sul tracciato dell’“Erin Hills”, un campo straordinario, e un ricchissimo montepremi, 12 milioni di dollari, il più alto...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/172: RENATO PARATORE NUOVA STELLA DEL GOLF ITALIANO

Il ventenne coglie il successo al Nordea Masters.


BARSEBACK - Una nuova stella si è affacciata sul firmamento del Golf italiano. Si chiama Renato Paratore; è romano, ventenne, ma ha ormai testimoniato grande talento, e un’incredibile maturità. Incisivo e determinato come un vero Campione, ha colto il successo di questa...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/171: IL TORNEO AIGG ARRIVA IN VENETO

Settima e ottava tappa a Ca' della Nave e al Montecchia


MARTELLAGO/SELVAZZANO DENTRO - Dopo i Campi romani, dopo la Felsinea, dopo la Toscana, toccava al Veneto ospitare, l’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti, nel suo tour nazionale. Lo ha fatto accogliendo nei suoi bei Campi i giornalisti, all’avvio nel “girone di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il Riesame ha rigettato il ricorso della guardia giurata

ASSALTO AL BLINDATO: SCHISANO RIMANE IN CARCERE

E' accusato di essere complice della banda che agì al Lando



PREGANZIOL
- Il tribunale del Riesame di Venezia ha rigettato il ricorso presentato da Gianluca Schisano, la guardia giurata accusata di peculato e simulazione di reato perchè ritenuta complice dei banditi che avevano assaltato il 15 luglio scorso nel parcheggio dell'Iperlando di Preganziol un furgone portavalori della Civis, fuggendo con un bottino di 728 mila euro. Il 37enne originario del napoletano ma residente a Villorba rimane dunque rinchiuso nel carcere di Santa Bona. Schisano, anche se di fronte al gip nel corso dell'interrogatorio di garanzia si era avvalso della facoltà di non rispondere, tramite il suo legale, l'avvocato Carlo Cianci, aveva respinto le accuse dicendosi del tutto estraneo ai fatti e sostenendo di essere davvero la vittima della rapina.