Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/173: U.S. OPEN TRA SORPRESE E MONTEPREMI RECORD

Vince Brooks Koepka, dopo un'ecatombe di big


ERIN (USA) - È partito il 15 giugno dal Wisconsin, il secondo major della stagione, il più importante, l’US Open. Si è giocato sul tracciato dell’“Erin Hills”, un campo straordinario, e un ricchissimo montepremi, 12 milioni di dollari, il più alto...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/172: RENATO PARATORE NUOVA STELLA DEL GOLF ITALIANO

Il ventenne coglie il successo al Nordea Masters.


BARSEBACK - Una nuova stella si è affacciata sul firmamento del Golf italiano. Si chiama Renato Paratore; è romano, ventenne, ma ha ormai testimoniato grande talento, e un’incredibile maturità. Incisivo e determinato come un vero Campione, ha colto il successo di questa...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/171: IL TORNEO AIGG ARRIVA IN VENETO

Settima e ottava tappa a Ca' della Nave e al Montecchia


MARTELLAGO/SELVAZZANO DENTRO - Dopo i Campi romani, dopo la Felsinea, dopo la Toscana, toccava al Veneto ospitare, l’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti, nel suo tour nazionale. Lo ha fatto accogliendo nei suoi bei Campi i giornalisti, all’avvio nel “girone di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso, avviata la profilassi per i famigliari e gli amici

MENINGITE, DONNA 30ENNE IN TERAPIA INTENSIVA

E' stata ricoverata domenica scorsa, ora è fuori pericolo


TREVISO - Febbre che sale altissima, fino a 40°, e mal di testa sempre più intenso, lancinante. Sono questi i sintomi con cui, domenica mattina, una donna di circa 30 anni, di Preganziol, si è dovuta rivolgere al pronto soccorso dell'ospedale Ca' Foncello di Treviso. Gli esami clinici non hanno lasciato spazio a dubbi e il responso è stato raggelante: si trattava di meningite, una forma batterica. La 30enne è stata subito ricoverata nel reparto di terapia intensiva del nosocomio trevigiano: la situazione appariva allarmante. Dal giorno del ricovero la donna, grazie alle cure dei medici, è in lenta ma costante ripresa, non è più in pericolo di vita e ha ripreso conoscenza. Il decorso ospedaliero durerà ancora qualche giorno. In via cautelare i medici hanno disposto che l'intero nucleo famigliare della donna fosse sottoposto a profilassi.
Stessa sorte toccherà agli amici che hanno frequentato la 30enne nelle serate antecedenti al ricovero, soprattutto di giovedì e venerdì. Secondo il personale sanitario infatti la paziente potrebbe aver contratto l'infezione in uno dei locali da lei frequentato ma questa, per ora, è ancora un'ipotesi. Sabato mattina la donna si era sentita male mentre stava facendo la spesa al supermercato: prima la febbre che saliva altissima, poi il dolore sempre più intenso al capo e quindi la decisione di andare in pronto soccorso e verificare quando le stava accadendo. Al Ca' Foncello la scoperta di aver contratto la meningite, fortunatamente in una forma non particolarmente aggressiva.