Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/166: I GIORNALISTI GOLFISTI SI SFIDANO IN EMILIA

Il Challenge Aigg fa tappa al club Le Fonti e Bologna


BOLOGNA - Siamo in Emilia, per la terza e quarta tappa del Challenge Aigg Diavolina, e la prima giornata è al Club “Le Fonti”. Ci affacciamo ai piedi dell’appennino tosco emiliano in comune di Castel San Pietro Terme, appena un po’ a est di Bologna sulla storica Via...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/165: TWENTY DOUBLE CUP, LA RYDER VENETA

Tra sport e goliardia, i "Rossi" si aggiudicano la seconda edizione della gara


VENEZIA - Una competizione speciale, festosa, trascinante! Due gruppi di amici, abituati a sfottersi goliardicamente quando giocano a Golf, dopo una partita a Jesolo lo scorso anno, hanno avuto l’idea di provar a cimentarsi in gara a squadre, al fine che le rispettive derisioni trovassero...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/164: THE MASTERS , SERGIO GARCIA ╚ IL MIGLIORE DEI "MAESTRI"

Nel prestigioso major di Augusta, primo trionfo dello spagnolo


AUGUSTA (USA) - Siamo al primo dei quattro tornei stagionali di maggior spicco nella stagione golfistica maschile: i 4 Majors. Il Masters è torneo dal fascino antico, il più rilevante; dal 6 al 9 aprile se ne gioca l’edizione 81, sulle consuete 72 buche. È infatti l'unico...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso, la polizia locale in presidio costante in questi giorni

PIAZZA DEI SIGNORI, AL VIA I NUOVI DIVIETI DI SOSTA

Firmata l'ordinanza si scopre la segnaletica verticale


TREVISO - Entrerà in vigore da oggi il nuovo piano di riordino di Piazza dei Signori e delle aree di piazza San Vito e piazza Indipendenza. L’ordinanza, firmata dal comandante della polizia locale Roberto Manfredonia, prevede il divieto di sosta in Piazza dei Signori e San Vito nell’area antistante il porticato della Chiesa di Santa Lucia. Questa mattina gli operai del settore lavori pubblici stanno scoprendo la segnaletica verticale. In questi primi giorni necessari per informare la cittadinanza la polizia locale sarà presente con un presidio costante della zona, dopo di che scatteranno le sanzioni.
Il piano, sperimentale, prevede in Piazza Indipendenza tre stalli che saranno riservati alle persone diversamente abili e tre stalli riservati alle forze dell’Ordine e all’Ufficio territoriale del Governo.
Un posto verrà garantito sempre alle forze dell’ordine in piazza Duomo (sul lato del negozio Paoline subito dopo lo stallo riservato al carico e scarico). Questo per garantire sia l’accessibilità che i presidi di sicurezza della piazza stessa.
In piazza Indipendenza e in piazza San Vito (davanti alla fontana) verranno realizzati degli stalli destinati ai veicoli commerciali (autocarri) che li potranno utilizzare per le operazioni di carico scarico dalle ore 8.00 alle 20.00 nei giorni feriali per al massimo 20 minuti.
“Piazza dei Signori rappresenta il cuore della nostra città – dichiara il sindaco di Treviso Giovanni Manildo – da qui volevamo partire per dare un segnale forte. La stessa necessità di dare ordine e regole chiare per la sosta è urgente anche per altre zone della città su cui siamo già all’opera”.
“In piazza dei Signori è stato fatto un lavoro importante anche sul fronte dell’accessibilità - sottolinea il vicesindaco Roberto Grigoletto - avevamo predisposto un progetto pronto per essere realizzato immediatamente. Ci sono poi giunte osservazioni e richieste che abbiamo ritenuto meritevoli di attenzione e di doveroso approfondimento da parte di diverse associazioni e abbiamo individuato le soluzioni più idonee per assicurare la sosta alle persone con disabilità, ma anche per garantire i presidi di sicurezza e dunque delle forze dell’ordine. Di qui la necessità, proprio perché non vogliamo lasciare indietro chi è in situazione di svantaggio o chi opera per garantire ai cittadini la sicurezza, di una tempistica più lunga che comunque ci ha consentito di mettere a punto un piano migliorato e in linea con le necessità e le richieste che ci sono arrivate”.