Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/161: AL VIA IL PRIMO PROGETTO DI LAVORO LEGATO ALLA RYDER CUP 2022

Studenti e universitą coinvolte per aumentare i praticanti


ROMA - Nell’ottica di sviluppare una maggior diffusione di questo sport in Italia, rendendolo sempre più popolare e accessibile, il Golf è diventato materia di studio. Gian Paolo Montali, Direttore Generale del Progetto Ryder Cup 2022, nella sala Auditorium del Palazzo delle...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/160: MATTEO MANASSERO IN LUCE NELL'INDIAN OPEN

A New Delhi trionfa l'idolo di casa Chawrasia


NEW  DELHI - Siamo ancora nelle maglie dell’Asia, bisogna attendere maggio perché il Tour Europeo che continua il suo peregrinare lontano dall’Europa, approdi nel vecchio continente. Ora, dal 9 al 12 marzo si gioca Hero Indian Open, organizzato in collaborazione con Asian...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/159: INQUIETUDINI SULLA RYDER CUP A ROMA

Il prestigioso torneo in Italia nel 2022, ma manca la fidejussione


ROMA - La più prestigiosa competizione internazionale di golf, la Ryder Cup, di cui l’Italia si è aggiudicata la candidatura per il 2022, subisce qualche tentennamento. Il 14 dicembre 2015 la FIG era riuscita a far attribuire all’Italia il diritto di essere Paese...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

In due a processo per estorsione e truffa continuata

"DODICIMILA EURO AL MESE O NON LAVORERETE PIŁ"

Vittime due ditte terziste della Stefanel, anche lei parte civile



PONTE DI PIAVE
- Facevano gonfiare le fatture a due ditte che effettuavano lavori di stiratura per la Stefanel spa dietro la minaccia di far troncare il rapporto di lavoro con il colosso dell'abbigliamento. Una condotta che avrebbe fruttato a un imprenditore 59enne di Montebelluna e a un 52enne di Ponzano Veneto oltre 560 mila euro in circa 9 anni. Dodicimila euro al mese, che si sarebbero divisi, a danno sia dei titolari delle due ditte che della stessa Stefanel spa. I due uomini (il secondo era un dipendente della Stefanel e responsabile per la gestione dei terzisti) si trovano sotto processo per estorsione e truffa continuata. Oltre alla Procura, contro di loro si sono schierati però anche le due persone offese e la Stefanel spa: costituitisi parti civili, chiedono i primi un risarcimento di un milione e 300 mila euro mentre i secondi di 600 mila. La vicenda risale al 2004 e si sarebbe protratta fino al 2012.