Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
CAMPI DA GOLF/15: GOLF CLUB PUNTA ALA

Sulla costa della Maremma un percorso impegnativo e spettacolare


PUNTA ALA - Da sempre la Toscana è conosciuta per essere una splendida regione. Si arriva in Maremma, e la cosa ha, per certi aspetti, una connotazione ancora maggiore. A sud del golfo di Follonica troviamo Castiglione della Pescaia, e subito si arriva a Punta Ala, un tempo chiamata...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/169: SPETTACOLO E INNOVAZIONE: È GOLFSIXES

A Londra, l'European Tour sperimenta una nuova formula


LONDRA - Al Centurion Club di St. Albands, a Londra, l’evento inaugurale di questo rivoluzionario agone, il “GolfSixes”, che assegna un premio di un milione di euro. Con tale torneo Keith Pelley, il ceo del Tour Europeo, intende rinnovare un po’ gli schemi...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/168: FESTA IN PIAZZA A MARTELLAGO CON IL GOLF

Anche lo sport protagonista nella tradizionale manifestazione nella cittadina veneziana


MARTELLAGO - Martellago è una cittadina dell’entroterra veneziano vocata e particolarmente attenta al settore primario, l’agricoltura. Gli abitanti sono laboriosi, e attaccati alle memorie del passato. Nel 1945, alla fine del disastroso conflitto mondiale, entrò in uso per...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

In due a processo per estorsione e truffa continuata

"DODICIMILA EURO AL MESE O NON LAVORERETE PIÙ"

Vittime due ditte terziste della Stefanel, anche lei parte civile



PONTE DI PIAVE
- Facevano gonfiare le fatture a due ditte che effettuavano lavori di stiratura per la Stefanel spa dietro la minaccia di far troncare il rapporto di lavoro con il colosso dell'abbigliamento. Una condotta che avrebbe fruttato a un imprenditore 59enne di Montebelluna e a un 52enne di Ponzano Veneto oltre 560 mila euro in circa 9 anni. Dodicimila euro al mese, che si sarebbero divisi, a danno sia dei titolari delle due ditte che della stessa Stefanel spa. I due uomini (il secondo era un dipendente della Stefanel e responsabile per la gestione dei terzisti) si trovano sotto processo per estorsione e truffa continuata. Oltre alla Procura, contro di loro si sono schierati però anche le due persone offese e la Stefanel spa: costituitisi parti civili, chiedono i primi un risarcimento di un milione e 300 mila euro mentre i secondi di 600 mila. La vicenda risale al 2004 e si sarebbe protratta fino al 2012.