Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/177: I GIORNALISTI GOLFISTI SONO SALITI IN MONTAGNA

Ad Asiago, Petersberg e St. Vigil l'"Alps tour" dell'Aigg


TREVISO - Per il secondo anno consecutivo, con l’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti ci siamo concessi un trio di gare di montagna su mete belle e impegnative, in Veneto e in Alto Adige: il Golf Asiago nell’altipiano dei Sette Comuni, il Petersberg a Monte San Pietro - Nova...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/176: IN PORTOGALLO IL CAMPIONATO EUROPEO DI GOLF PARALIMPICO

Tra i protagonisti azzurri anche Pietro Andrini di Ca' della Nave


QUINTA DO LAGO - È talvolta impressionante pensare a dove può arrivare l’essere umano con la propria volontà. Persone portatrici di gravissimi handicap, come la cecità, che riescono a praticare determinate discipline sportive, financo lo sci. In questo caso...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/175: PARLA INGLESE L'OPEN DE FRANCE

Tommy Fleetwood vince l'evento Rolex Series di Parigi


PARIGI - È partito il giorno 29 giugno a Guyancourt, al golf National nei pressi di Parigi, il maggior incontro della stagione golfistica 2017, l’evento Rolex Series del Tour europeo “Race to Dubai”, l’HNA Open de France. È una tappa importante del circuito...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso seconda provincia in Veneto, dopo Verona

BOOM DI PRENOTAZIONI NEGLI AGRITURISMI

Scelti anche per il minor rischio di attentati rispetto alla città


TREVISO - Boom di prenotazioni negli agriturismi trevigiani per le vacanze pasquali. In molte strutture si registra già il tutto esaurito per Pasqua e Pasquetta, con una massiccia presenza non solo di italiani, ma anche di tedeschi, austriaci, olandesi e svedesi, attratti da contesti naturalistici, dall’enogastronomia di qualità e dalle molte attività collaterali offerte dalle aziende. E anche i drammatici fatti di Bruxelles, che stanno causando molte disdette nelle grandi città, sembrano orientare i turisti a preferire mete tranquille e isolate, lontane dagli affollamenti e da punti sensibili a rischio terrorismo.
Secondo l’osservatorio di Agriturist, l’associazione agrituristica di Confagricoltura, la crescita rispetto al 2015 potrebbe arrivare fino al 20 per cento. “Per il pranzo di Pasqua e Pasquetta c’è già il pienone – conferma Lodovico Giustiniani, presidente di Confagricoltura Treviso e titolare dell’agriturismo BorgoLuce a Susegana -, ma stanno andando molto bene anche le prenotazioni per il ponte, con un maggiore movimento soprattutto dei turisti italiani. Notiamo un interesse crescente soprattutto per gli agriturismi che sanno ampliare l’offerta, facendo vivere un’esperienza che non si ferma all’alloggio ma sa coniugare ambiente, enogastronomia, cultura e attività escursionistiche o sportive. I nostri agriturismi trevigiani hanno ben recepito le richieste del mercato e stanno diventando sempre più professionali, attenti alle tendenze salutistiche e del vivere sano. Comincia a decollare anche il cicloturismo, un turismo specializzato che richiede strutture attrezzate con officina, biciclette, ricovero e mappe dei percorsi e che piace tanto al Nord Europa”.
Ma agriturismo fa rima anche con relax e dimensione familiare, ideale per staccare dai ritmi logoranti del lavoro. “Molti stanno chiamando per godersi un weekend lungo – dicePaola Baccini, presidente di AgrituristTreviso -, in una dimensione rurale e casalinga. Noi quest’anno abbiamo tante richieste da inglesi, svedesi, finlandesi e slovacchi. E tutti chiedono la stessa cosa: tranquillità”.
Secondo i dati della Regione Veneto, aggiornati al 31 dicembre 2015, gli agriturismi in Veneto sono 1497, di cui 306 nella provincia di Treviso, che risulta la seconda regionaleper numero di strutture con una lieve e costante crescita nell’ultimo triennio. A riscuotere successo è la diversificazione dell’offerta, con la possibilità di alloggiare ma anche di piantare la tenda o parcheggiare il camper, di compiere escursioni cicloturistiche, birdwatching, trekking nei vigneti, degustazioni di vini, salumi e formaggi, oppure visite guidate alle cantine e alle città d’arte, attività legate al benessere. Le famiglie – con bambini e nonni – sono la tipologia di clientela più attesa per Pasqua, seguita da coppie con meno di 55 anni e dalle comitive di amici.