Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/161: AL VIA IL PRIMO PROGETTO DI LAVORO LEGATO ALLA RYDER CUP 2022

Studenti e universitą coinvolte per aumentare i praticanti


ROMA - Nell’ottica di sviluppare una maggior diffusione di questo sport in Italia, rendendolo sempre più popolare e accessibile, il Golf è diventato materia di studio. Gian Paolo Montali, Direttore Generale del Progetto Ryder Cup 2022, nella sala Auditorium del Palazzo delle...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/160: MATTEO MANASSERO IN LUCE NELL'INDIAN OPEN

A New Delhi trionfa l'idolo di casa Chawrasia


NEW  DELHI - Siamo ancora nelle maglie dell’Asia, bisogna attendere maggio perché il Tour Europeo che continua il suo peregrinare lontano dall’Europa, approdi nel vecchio continente. Ora, dal 9 al 12 marzo si gioca Hero Indian Open, organizzato in collaborazione con Asian...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/159: INQUIETUDINI SULLA RYDER CUP A ROMA

Il prestigioso torneo in Italia nel 2022, ma manca la fidejussione


ROMA - La più prestigiosa competizione internazionale di golf, la Ryder Cup, di cui l’Italia si è aggiudicata la candidatura per il 2022, subisce qualche tentennamento. Il 14 dicembre 2015 la FIG era riuscita a far attribuire all’Italia il diritto di essere Paese...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso, perseguitava una ristoratrice del centro storico

ARRESTATO PER STALKING, EVADE DAI DOMICILIARI

Artigiano 44enne sorpreso dai militari durante un controllo


TREVISO - Mercoledì pomeriggio era stato arrestato dai carabinieri per stalking nei confronti di una ristoratrice del centro storico di Treviso che ormai da tempo perseguitava. Ieri è finito nuovamente in manette per evasione dagli arresti domiciliari e stamani il giudice del tribunale di Treviso, convalidando l'arresto, ne ha confermato la misura cautelare. Protagonista di questi episodi un artigiano trevigiano di 44 anni, con precedenti di polizia alle spalle. L'episodio che aveva fatto scattare il primo arresto dell'uomo era avvenuto mercoledì verso le 15. All'ennesimo rifiuto di una 33enne che lavora in un locale in città e di cui si era invaghito, il 44enne è andato su tutte le furie, danneggiando il locale e insultando pesantemente la donna.
L’intervento dei carabinieri era riuscito, inizialmente, a calmare gli animi e l’uomo era stato accompagnato negli uffici di via Cornarotta per essere identificato e denunciato. Nonostante la diffida ricevuta, però, una volta uscito dalla caserma l'artigiano ha pensato bene di tornare nel locale della 33enne, minacciandola di morte. La donna, sconvolta, ha subito allertato i carabinieri che hanno arrestato il 44enne. Il giudice ne aveva disposto gli arresti domiciliari ma venerdì l'uomo è stato pizzicato durante un controllo all'esterno della propria abitazione.