Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/190: L'OPEN D'ITALIA 2017 È DA RECORD

Davanti a 73mila spettatori, vince l'inglese Hatton


MONZA - Eccoci giunti all’attesissimo evento, la manifestazione golfistica cardine sul territorio italiano! Preceduto da festeggiamenti, si è celebrato, dal 12 al 15 ottobre il 74° Open d’Italia, al Golf Club Milano. I più forti professionisti mondiali di Golf si son...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/189: CAMPI PRATICA, COLONNA PORTANTE DELLO SPORT

A Ca' della Nave il torneo dell'associazione dei club


MARTELLAGO - È con simpatia, che sabato 30 settembre il Golf Club Cà della Nave ha accolto l’Associazione Campi Pratica per una gara stableford a tre categorie, settima degli otto incontri della serie TROFEO, che a turno ogni Circolo appartenente all’associazione,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/188: TUTTO PRONTO PER L'OPEN D'ITALIA 2017

Al Parco di Monza il torneo del massimo circuito europeo


TREVISO - Il 74° Open d’Italia sta per andare in scena; è il principale evento sportivo nazionale legato alla Ryder Cup 2022, la sfida fra Europa e Stati Uniti, in programma fra cinque anni al Marco Simone Golf & Country Club. È il primo Open d’Italia con un...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Lucciole sfruttate sulla Postumia, ricercati quattro albanesi

PROSTITUZIONE, IN CELLA 48ENNE DI CASTELFRANCO

Blitz dei carabinieri di Padova, in manette Paolo Lorenzato


CASTELFRANCO - Due cittadini albanesi e un trevigiano sono stati arrestati all'alba di oggi dai carabinieri di Padova su ordine di custodia cautelare in carcere emesso dal gip del tribunale del capoluogo patavino. Devono tutti rispondere dei reati disfruttamento, reclutamento, induzione favoreggiamento alla prostituzione, estorsione e furti aggravati in abitazione. A finire in cella Paolo Lorenzato, 48 anni, residente a Castelfranco e unico trevigiano del gruppo. Con lui in carcere due albanesi, mentre altri quattro componenti della banda, anche loro colpiti dall'ordinanza del gip, sono attualmente latitanti e ricercati. L'operazione dei militari si è svolta tra Castello di Godego, Santa Giustina in Colle e Cittadella. L'indagine della Procura patavina era stata avviata nel novembre 2015 partendo dalle segnalazioni relative al diffuso fenomeno della prostituzione lungo la strada Regionale 53 Postumia, anche con l'utilizzo da parte della banda di una casa di appuntamenti a San Martino di Lupari.