Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/177: I GIORNALISTI GOLFISTI SONO SALITI IN MONTAGNA

Ad Asiago, Petersberg e St. Vigil l'"Alps tour" dell'Aigg


TREVISO - Per il secondo anno consecutivo, con l’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti ci siamo concessi un trio di gare di montagna su mete belle e impegnative, in Veneto e in Alto Adige: il Golf Asiago nell’altipiano dei Sette Comuni, il Petersberg a Monte San Pietro - Nova...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/176: IN PORTOGALLO IL CAMPIONATO EUROPEO DI GOLF PARALIMPICO

Tra i protagonisti azzurri anche Pietro Andrini di Ca' della Nave


QUINTA DO LAGO - È talvolta impressionante pensare a dove può arrivare l’essere umano con la propria volontà. Persone portatrici di gravissimi handicap, come la cecità, che riescono a praticare determinate discipline sportive, financo lo sci. In questo caso...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/175: PARLA INGLESE L'OPEN DE FRANCE

Tommy Fleetwood vince l'evento Rolex Series di Parigi


PARIGI - È partito il giorno 29 giugno a Guyancourt, al golf National nei pressi di Parigi, il maggior incontro della stagione golfistica 2017, l’evento Rolex Series del Tour europeo “Race to Dubai”, l’HNA Open de France. È una tappa importante del circuito...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Vittorio Veneto, "Comportamento discriminatorio e ingiusto"

PROFUGHI A SAN GIACOMO? LA PREFETTURA SE LO SCORDI

Duro attacco del sindaco Tonon: "Faremo resistenza"


VITTORIO VENETO - “L'Amministrazione comunale di Vittorio Veneto ha tenuto, di fronte al drammatico impatto determinato dalle migrazioni dai Paesi del Vicino Oriente e dell'Africa Settentrionale flagellati dalle guerre civili, una condotta di grande responsabilità, sia nei confronti dei suoi cittadini, sia nei confronti delle istituzioni di governo, sia nei confronti dei profughi”. Così il sindaco di Vittorio Veneto, Roberto Tonon, è intervenuto sulle recenti polemiche riguardanti l'ulteriore arrivo di nuovi migranti nel territorio vittoriese.
“Vittorio Veneto -ha riferito il primo cittadino- non si è affatto sottratta alle sollecitazioni della Prefettura e del Ministero degli Interni, collaborando in modo attivo alla sistemazione nel proprio territorio di quasi 200 sventurati: un numero elevato in sé, e largamente superiore a quello fatto registrare in altri comuni trevigiani che hanno preferito in modo tanto più gridato e demagogico quanto più miope e pericoloso chiudere gli occhi dinnanzi a un'emergenza di dimensioni storiche.
Ma proprio le condotte sin qui tenute ci autorizzano a scandire con nettezza che Vittorio Veneto -ha ribadito Tonon- non accetterà più invii massivi di migranti sul suo territorio. E se la Prefettura pensasse, scambiando la nostra correttezza per acquiescenza, all'aerocampo di San Giacomo e alle altre strutture militari dismesse presenti nel territorio comunale come a contenitori concentrati di molte decine di profughi, ebbene: che se lo scordi. Guiderei io stesso, con tutta la mia Giunta e tutta la mia maggioranza, insieme con tutta la comunità vittoriese, una resistenza dura e inflessibile contro quello che sarebbe a tutti gli effetti un comportamento discriminatorio e sommamente ingiusto”.