Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/173: U.S. OPEN TRA SORPRESE E MONTEPREMI RECORD

Vince Brooks Koepka, dopo un'ecatombe di big


ERIN (USA) - È partito il 15 giugno dal Wisconsin, il secondo major della stagione, il più importante, l’US Open. Si è giocato sul tracciato dell’“Erin Hills”, un campo straordinario, e un ricchissimo montepremi, 12 milioni di dollari, il più alto...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/172: RENATO PARATORE NUOVA STELLA DEL GOLF ITALIANO

Il ventenne coglie il successo al Nordea Masters.


BARSEBACK - Una nuova stella si è affacciata sul firmamento del Golf italiano. Si chiama Renato Paratore; è romano, ventenne, ma ha ormai testimoniato grande talento, e un’incredibile maturità. Incisivo e determinato come un vero Campione, ha colto il successo di questa...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/171: IL TORNEO AIGG ARRIVA IN VENETO

Settima e ottava tappa a Ca' della Nave e al Montecchia


MARTELLAGO/SELVAZZANO DENTRO - Dopo i Campi romani, dopo la Felsinea, dopo la Toscana, toccava al Veneto ospitare, l’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti, nel suo tour nazionale. Lo ha fatto accogliendo nei suoi bei Campi i giornalisti, all’avvio nel “girone di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Riconosciuta la premeditazione a Manuel Palazzo e Lucia Lo Gatto

DELITTO GUALTIERI: 60 ANNI DI CARCERE AI DUE KILLER

La vittima ritrovata dietro il tempio del Canova a Possagno



POSSAGNO
- Trent'anni di reclusione ciascuno. Questa la condanna formulata dal pm di Vicenza Serena Chimichi e inflitta dal gup Roberto Venditti a Manuel Palazzo e Lucia Lo Gatto, i due amanti (lui 27 anni, lei 41, difesi dagli avvocati Fabio Crea e Tiziana Ceschin) chiamati a rispondere di omicidio volontario premeditato e occultamento di cadavere per la morte di Aldo Gualtieri, 39enne di Romano d'Ezzelino. I due sono stati anche condannati a risarcire le due figlie di Gualtieri con una somma di 600 mila euro. La vittima era stata prima stordita e poi uccisa con un violento colpo alla testa il 18 aprile dello scorso anno nell'appartamento del condominio Cristallo di Fellette dove viveva Aldo Gualtieri. Palazzo e la Lo Gatto, dopo aver caricato il corpo in auto e averlo coperto con un telo lasciando le gambe fuoriuscire dal bagagliaio, lo hanno abbandonato lungo una mulattiera alle spalle del Tempio del Canova a Possagno. Il cadavere di Gualtieri, carbonizzato e con il cranio fracassato, era stato rinvenuto in avanzato stato di decomposizione sotto un cumulo di pietre da due boscaioli il 23 aprile, cinque giorni dopo il delitto.