Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Imprenditore opitergino verrà giudicato con rito abbreviato

IVA NON VERSATA PER 900 MILA EURO: A PROCESSO

La difesa: "Ha pagato i dipendenti, non poteva più versare altro"


FONTANELLE - E' accusato di avere un debito con l'erario di 911 mila euro tra Iva non versata e non incassata. E' la contestazione che ha fatto finire davanti al giudice un imprenditore 68enne che all'epoca dei fatti era amministratore delegato della Mobil Record, la storica azienda del settore legno arredo con sede a Fontanelle, dichiarata fallita nel dicembre del 2014. L'uomo, difeso dall'avvocato Piero Barolo, ha scelto di essere giudicato con rito abbreviato, che prevede lo sconto di un terzo della pena in caso di condanna. La sentenza verrà pronunciata il prossimo 7 ottobre. La difesa è però convinta di poter dimostrare la non colpevolezza dell'ex ad della Mobil Record. “Il mio assistito – ha dichiarato l'avvocato Barolo – non ha potuto pagare l'Iva a causa della crisi economica, del calo del fatturato e della revoca degli affidamenti da parte delle banche. Una crisi di liquidità che non è dunque legata a delle colpe dell'imprenditore il quale si è trovato nell'impossibilità di versare l'Iva. Anche perchè ha comunque garantito il pagamento dello stipendio ai suoi dipendenti”. L'ipotesi dell'assoluzione non è infatti remota, anzi. Sono già molte le sentenze pronunciate da diversi tribunali in questo senso, dando ragione agli imprenditori che per cause non dipendenti dalla lor volontà si erano trovato in situazioni simili.