Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/173: U.S. OPEN TRA SORPRESE E MONTEPREMI RECORD

Vince Brooks Koepka, dopo un'ecatombe di big


ERIN (USA) - È partito il 15 giugno dal Wisconsin, il secondo major della stagione, il più importante, l’US Open. Si è giocato sul tracciato dell’“Erin Hills”, un campo straordinario, e un ricchissimo montepremi, 12 milioni di dollari, il più alto...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/172: RENATO PARATORE NUOVA STELLA DEL GOLF ITALIANO

Il ventenne coglie il successo al Nordea Masters.


BARSEBACK - Una nuova stella si è affacciata sul firmamento del Golf italiano. Si chiama Renato Paratore; è romano, ventenne, ma ha ormai testimoniato grande talento, e un’incredibile maturità. Incisivo e determinato come un vero Campione, ha colto il successo di questa...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/171: IL TORNEO AIGG ARRIVA IN VENETO

Settima e ottava tappa a Ca' della Nave e al Montecchia


MARTELLAGO/SELVAZZANO DENTRO - Dopo i Campi romani, dopo la Felsinea, dopo la Toscana, toccava al Veneto ospitare, l’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti, nel suo tour nazionale. Lo ha fatto accogliendo nei suoi bei Campi i giornalisti, all’avvio nel “girone di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Imprenditore opitergino verrà giudicato con rito abbreviato

IVA NON VERSATA PER 900 MILA EURO: A PROCESSO

La difesa: "Ha pagato i dipendenti, non poteva più versare altro"


FONTANELLE - E' accusato di avere un debito con l'erario di 911 mila euro tra Iva non versata e non incassata. E' la contestazione che ha fatto finire davanti al giudice un imprenditore 68enne che all'epoca dei fatti era amministratore delegato della Mobil Record, la storica azienda del settore legno arredo con sede a Fontanelle, dichiarata fallita nel dicembre del 2014. L'uomo, difeso dall'avvocato Piero Barolo, ha scelto di essere giudicato con rito abbreviato, che prevede lo sconto di un terzo della pena in caso di condanna. La sentenza verrà pronunciata il prossimo 7 ottobre. La difesa è però convinta di poter dimostrare la non colpevolezza dell'ex ad della Mobil Record. “Il mio assistito – ha dichiarato l'avvocato Barolo – non ha potuto pagare l'Iva a causa della crisi economica, del calo del fatturato e della revoca degli affidamenti da parte delle banche. Una crisi di liquidità che non è dunque legata a delle colpe dell'imprenditore il quale si è trovato nell'impossibilità di versare l'Iva. Anche perchè ha comunque garantito il pagamento dello stipendio ai suoi dipendenti”. L'ipotesi dell'assoluzione non è infatti remota, anzi. Sono già molte le sentenze pronunciate da diversi tribunali in questo senso, dando ragione agli imprenditori che per cause non dipendenti dalla lor volontà si erano trovato in situazioni simili.