Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/152: IN SUDAFRICA, EDO MOLINARI TRA I PROTAGONISTI

Nella tappa "australe" dell'European Tour si impone l'inglese Storm


Edoardo Molinari, Nino Bertasio e il dilettante romano Philip Geerts, sono gli azzurri impegnati nel torneo BMW South African Open dell’European Tour, combinato con il Sunshine Tour, in atto dal 12 al 15 gennaio. Il Campo di gioco è il Glendower (par 72) di City of Ekurhuleni. Il...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/151: GLI AZZURRI ALLA QUALIFICAZIONE PER IL TOUR ASIATICO

Alle Hawaii via al Pga: nel torneo dei campioni comanda Justin Thomas


Due interessanti manifestazioni in questi giorni, alle Hawaii e in Tailandia: mentre la PGA americana dà il via al torneo riservato ai vincitori della scorsa stagione che segna anche l’inizio del Tour statunitense, gli azzurri Alessandro Tadini (piemontese) e Aron Zemmer (ventiseienne...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/150: IL BILANCIO AZZURRO DI UN ANNO SUI GREEN

Francesco Molinari ancora troppo solo e 4 nuove proette nel Tour


TREVISO - Ha ricevuto pennellate di azzurro da parte dei nostri giocatori, il mondo del professionismo nel 2016; si sono registrati ottimi risultati: di spicco, al consuntivo dell’annata, il trionfo di Francesco Molinari nel 73° Open d’Italia. Altrettanto bene si può dire per...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Boom di ingressi nei servizi, ancora in rosso legno-arredo e moda

PIŁ ASSUNZIONI NEL 2015: "SOLO PER GLI INCENTIVI"

Per la Cgil, mercato del lavoro "drogato" dagli sgravi


TREVISO - Per la prima volta dal 2008 la Marca torna a creare nuovi posti di lavoro: nel 2015 il saldo tra assunzioni e licenziamenti in provincia è attivo per 6.700 unità. E' ancora lontano, tuttavia, il recupero dei quasi 18mila addetti persi dall'inizio della crisi. Tanto più che nei primi mesi del 2016 le assunzioni sono tornate a rallentare. Per questo la Cgil di Treviso mette in guardia dal rischio che il risveglio registrato lo scorso anno sia “drogato” dagli incentivi varati dal governo e già ridotti.
"Quando si creano posti di lavoro è sempre positivo - conferma il segretario provinciale Giacomo Vendrame -. Il motivo reale di questa creazione, però, sta negli incentivi alle assunzioni, un provvedimento limitato nel tempo. La nostra preoccupazione è come consolidare questo aumento, dandogli continuità nel tempo. Ci sono due strumenti per farlo: una vera politica industriale e la modifica della riforma Fornero sulla previdenza, per permettere ai lavoratori più anziani di andare in pensione e aprire posti di lavoro per tutti gli altri". Per sostenere questa seconda misura, Cgil, Cisl e Uil hanno indetto per sabato una mobilitazione nazionale. Delegati, operartori ed iscritti trevigiani prenderanno parte alla manifestazione regionale, in programma a Venezia in mattinata e conclusa dal comizio di Susanna Camusso, segretaria nazionale della Cgil, in campo Santa Margherita.
A trainare in positivo il bilancio tra ingressi ed uscite dal mercato del lavoro sono soprattutto i servizi, in attivo per quasi 4.600 posizioni. La conferma di un sempre più marcato spostamento dell'economia provinciale verso il terziario, con anche un travaso di occupazione. Rimangono, invece, ancora due malati: il legno-arredo in cui continua l'emorraggia con altri 320 contratti cessati e non sostituiti (dal 2008 sono stati 7.750 i posti persi in questo comparto) e il tessile-abbigliamento-calzaure, in rosso per 285 posizioni.
Quanto ai titoli di studio, tra i diplomati e i laureati i neo assunti superano chi ha perso il lavoro per oltre 12mila unità. “Un dato positivo – commenta Vendrame – perchè significa che finalmente si torna ad assumere giovani”.