Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
CAMPI DA GOLF/15: GOLF CLUB PUNTA ALA

Sulla costa della Maremma un percorso impegnativo e spettacolare


PUNTA ALA - Da sempre la Toscana è conosciuta per essere una splendida regione. Si arriva in Maremma, e la cosa ha, per certi aspetti, una connotazione ancora maggiore. A sud del golfo di Follonica troviamo Castiglione della Pescaia, e subito si arriva a Punta Ala, un tempo chiamata...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/169: SPETTACOLO E INNOVAZIONE: ╚ GOLFSIXES

A Londra, l'European Tour sperimenta una nuova formula


LONDRA - Al Centurion Club di St. Albands, a Londra, l’evento inaugurale di questo rivoluzionario agone, il “GolfSixes”, che assegna un premio di un milione di euro. Con tale torneo Keith Pelley, il ceo del Tour Europeo, intende rinnovare un po’ gli schemi...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/168: FESTA IN PIAZZA A MARTELLAGO CON IL GOLF

Anche lo sport protagonista nella tradizionale manifestazione nella cittadina veneziana


MARTELLAGO - Martellago è una cittadina dell’entroterra veneziano vocata e particolarmente attenta al settore primario, l’agricoltura. Gli abitanti sono laboriosi, e attaccati alle memorie del passato. Nel 1945, alla fine del disastroso conflitto mondiale, entrò in uso per...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

San Zenone, i ragazzini creano baccano per risvegliare la primavera

A LIEDOLO GRANDE FESTA PER IL "BATIMARSO"

In oltre 200 per celebrare la fine del mese di marzo


SAN ZENONE - Circa 200 persone si sono radunate intorno alle 20 di giovedì 31 marzo in centro a Liedolo di San Zenone degli Ezzelini molte persone, tra cui numerosi bimbi e ragazzini, per festeggiare la chiusura del mese di marzo - conosciuto come “Batimarso”. L’usanza vuole, infatti, che si vada in giro per le vie e le contrade del paese con la bicicletta, trainando con sé vecchi bidoni, lattine, barattoli, pentole, legati ad un filo di ferro. I ragazzini, in particolare, dovevano fare un gran baccano con i loro "bandoti" , per "svegliare la primavera" cioè risvegliare la natura affinché la stagione diventi fertile e abbondante.