Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/161: AL VIA IL PRIMO PROGETTO DI LAVORO LEGATO ALLA RYDER CUP 2022

Studenti e universitą coinvolte per aumentare i praticanti


ROMA - Nell’ottica di sviluppare una maggior diffusione di questo sport in Italia, rendendolo sempre più popolare e accessibile, il Golf è diventato materia di studio. Gian Paolo Montali, Direttore Generale del Progetto Ryder Cup 2022, nella sala Auditorium del Palazzo delle...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/160: MATTEO MANASSERO IN LUCE NELL'INDIAN OPEN

A New Delhi trionfa l'idolo di casa Chawrasia


NEW  DELHI - Siamo ancora nelle maglie dell’Asia, bisogna attendere maggio perché il Tour Europeo che continua il suo peregrinare lontano dall’Europa, approdi nel vecchio continente. Ora, dal 9 al 12 marzo si gioca Hero Indian Open, organizzato in collaborazione con Asian...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/159: INQUIETUDINI SULLA RYDER CUP A ROMA

Il prestigioso torneo in Italia nel 2022, ma manca la fidejussione


ROMA - La più prestigiosa competizione internazionale di golf, la Ryder Cup, di cui l’Italia si è aggiudicata la candidatura per il 2022, subisce qualche tentennamento. Il 14 dicembre 2015 la FIG era riuscita a far attribuire all’Italia il diritto di essere Paese...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

I Warriors passano a Monigo nella ripresa e vincono 38-16

I LEONI SI ILLUDONO PER UN TEMPO MA FINISCE MALE

Di Esposito la meta trevigiana, a segno anche l'ex Favaro


TREVISO - Un tempo per illudersi, un altro per subire un parziale di 24-0 e trovare l'ennesima sconfitta. Il Benetton non ce la fa con i Warriors ma tutto sommato la sua prestazione è stata dignitosa. Buona partenza del Glasgow che gestisce i minuti iniziali del match. Al 7' prima touche scozzese sui 5 metri dei Leoni, la buona difesa biancoverde li costringe al tenuto. I Warriors insistono e poco dopo guadagnano un altro fallo, copione che si ripete, altra maul, fallo di Barbieri e nuova touche. Questa volta gli ospiti trovano la meta con Gray. Al 14' in avanti commesso dal Glasgow e possibilità per Hayward di accorciare le distanze dalla piazzola, il suo calcio centra i pali. Tre minuti più tardi, altra irregolarità scozzese ed altri tre punti messi a segno dall'estremo neozelandese. Al 20' l'ex di giornata, Simone Favaro, si sgancia dalla maul, prova a schiacciare in meta ma Nitoglia mette il piede all'ultimo secondo ed evita la gioia. Il Benetton cresce, difende bene e si porta nella metà campo avversaria, ma la distrazione sul calcio di punizione, battuto velocemente, da parte di Pyrgis costa la seconda meta scozzese realizzata da Horne. I Leoni si rialzano immediatamente e al 35' creano una bellissima azione con Esposito che prima scambia l'ovale con Iannone e successivamente trova lo spazio per correre e schiacciare in meta. Hayward dalla piazzola è preciso. Poco dopo Pyrgos trattiene Barbieri per la maglia, per l'arbitro Whitehouse il fallo non è da giallo, ma Hayward ha la possibilità di andare per i pali e regalare i tre punti per il vantaggio biancoverde. I Warriors rientrano in campo con maggiore aggressività rispetto a quella mostrata nella prima frazione di gioco. Dopo appena due minuti Favaro trova la meta del sorpasso, Russell trasforma. Scozzesi che mantengono alta la pressione, al 50' fallo dei biancoverdi e mischia sotto i propri pali. Al prolungato possesso dei Warriors, gli uomini di Goosen rispondono con un'ottima difesa, ma al 59' Hogg con una serie di finte di corpo riesce a trovare il varco giusto per schiacciare oltre la linea. Nei minuti finali gli ospiti prendono il sopravvento, realizzando così altre due mete, la prima messa a segna da Hart che si tuffa oltre la ruck e la seconda con Malcolm.


BENETTON RUGBY-GLASGOW WARRIORS 16-38

BENETTON 15 Jayden Hayward, 14 Ludovico Nitoglia (66' Luke McLean) , 13 Tommaso Iannone, 12 Sam Christie, 11 Angelo Esposito, 10 James Ambrosini, 9 Edoardo Gori (76' Chris Smylie), 8 Robert Barbieri (55' Andrea De Marchi), 7 Alessandro Zanni ( C ) (55' Abraham Steyn), 6 Marco Lazzaroni, 5 Marco Fuser (66' Dean Budd), 4 Filo Paulo, 3 Filippo Filippetto (43' Rupert Harden), 2 Luca Bigi (61' Davide Giazzon), 1 Alberto De Marchi (48' Matteo Zanusso) Head Coach: Marius Goosen

WARRIORS 15 Stuart Hogg (71' Glenn Bryce), 14 Taqele Naiyaravoro (62' Lee Jones), 13 Mark Bennett, 12 Peter Horne, 11 Sean Lamont, 10 Finn Russell, 9 Henry Pyrgos (62' Grayson Hart), 8 Adam Ashe, 7 Simone Favaro (54' Tyrone Holmes), 6 Josh Strauss, 5 Jonny Gray, 4 Tim Swinson (61' Leone Nakarawa), 3 Sila Puafisi (66' D'arcy Rae), 2 Fraser Brown (70' James Malcolm), 1 Gordon Reid (63' Jerry Yanuyanutawa)

Head Coach:Gregor Townsend
MARCATORI: 11' meta Gray tr. Russell, 14' p. Hayward, 18' p. Hayward, 28' meta Horne tr. Russell, 35' meta Esposito tr. Hayward, 39' p. Hayward, 42' meta Favaro tr. Russell, 59' meta Hogg, 67' meta Hart, 73' meta Malcolm tr. Russell
ARBITRO: Whitehouse (Galles)