Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/185: I CAMPIONI DI DOMANI DI SCENA AL "TEODORO SOLDATI"

Il sudafricano Vorster trionfa all'International Under 16 Championship


BIELLA - Gara di rilievo l’International Under 16 Championship. Questo Campionato Internazionale disputato per la prima volta nel 2007 (andato in dote a Rory McIlroy), fa parte del calendario EGA, ed è la manifestazione più sentita del panorama golfistico europeo a livello...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/184: IL GOLF CONQUISTA L'ITALIA CON LA RYDER CUP

Eventi promozionali dal Monte Bianco alla Sicilia


TREVISO - Nell’accettare l’agognata assegnazione al nostro Paese della Ryder Cup 2022, la Federazione Italiana Golf si è dovuta seriamente impegnare per lo sviluppo di questa disciplina sportiva, e per un arco temporale che va dal 2016 al 2027. Sono previsti circa 105 tornei di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/183: IL TROFEO ROLEX SEGNA L'ORA DI PEDRO ORIOL

Lo spagnolo si aggiudica il primo titolo, secondo l'azzurro Gagli


GINEVRA - Tappa appetitosa del Challenge Tour, il Trofeo Rolex, si gioca dal 23 al 26 agosto al Golf Club di Ginevra, a Cologny, in Svizzera. Nasce nel 1921 il Golf Ginevra, con l’appoggio dei funzionari della Società delle Nazioni; ha un debutto modesto, un percorso situato su...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Alla sbarra per atti osceni un 26enne residente a Verona

ESIBIZIONISTA SALVATO DALLA DEPENALIZZAZIONE DEI REATI

Si era masturbato in pubblico in due locali di Montebelluna



MONTEBELLUNA
– Salvato dalla depenalizzazione dei reati disposta dal governo. Quando ormai la condanna a un minimo di quattro mesi di reclusione sembrava scontata, un 25enne veronese finito alla sbarra per atti osceni in luogo pubblico se l'è cavata con un nulla di fatto. Il giudice infatti, considerata la modifica della legge che depenalizza i reati minori, ha pronunciato una sentenza di non luogo a procedere perchè l'accusa non è più prevista come reato. Gli atti sono stati spediti alla Prefettura che ora dovrà decidere l'entità della sanzione pecuniaria da infliggere all'imputato. I fatti contestati risalgono al 26 ottobre 2013 quando il giovane si è presentato all'interno della pasticceria Zanini di Montebelluna e, dopo essersi calato i pantaloni, ha iniziato a masturbarsi di fronte alla titolare. Messo in fuga dalla reazione della donna, dopo qualche decina di minuti ha ripetuto la stessa performance al bar Friends Invidia, locale all'interno dell'ospedale di Montebelluna.