Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/161: AL VIA IL PRIMO PROGETTO DI LAVORO LEGATO ALLA RYDER CUP 2022

Studenti e universitą coinvolte per aumentare i praticanti


ROMA - Nell’ottica di sviluppare una maggior diffusione di questo sport in Italia, rendendolo sempre più popolare e accessibile, il Golf è diventato materia di studio. Gian Paolo Montali, Direttore Generale del Progetto Ryder Cup 2022, nella sala Auditorium del Palazzo delle...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/160: MATTEO MANASSERO IN LUCE NELL'INDIAN OPEN

A New Delhi trionfa l'idolo di casa Chawrasia


NEW  DELHI - Siamo ancora nelle maglie dell’Asia, bisogna attendere maggio perché il Tour Europeo che continua il suo peregrinare lontano dall’Europa, approdi nel vecchio continente. Ora, dal 9 al 12 marzo si gioca Hero Indian Open, organizzato in collaborazione con Asian...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/159: INQUIETUDINI SULLA RYDER CUP A ROMA

Il prestigioso torneo in Italia nel 2022, ma manca la fidejussione


ROMA - La più prestigiosa competizione internazionale di golf, la Ryder Cup, di cui l’Italia si è aggiudicata la candidatura per il 2022, subisce qualche tentennamento. Il 14 dicembre 2015 la FIG era riuscita a far attribuire all’Italia il diritto di essere Paese...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Alla sbarra per atti osceni un 26enne residente a Verona

ESIBIZIONISTA SALVATO DALLA DEPENALIZZAZIONE DEI REATI

Si era masturbato in pubblico in due locali di Montebelluna



MONTEBELLUNA
– Salvato dalla depenalizzazione dei reati disposta dal governo. Quando ormai la condanna a un minimo di quattro mesi di reclusione sembrava scontata, un 25enne veronese finito alla sbarra per atti osceni in luogo pubblico se l'è cavata con un nulla di fatto. Il giudice infatti, considerata la modifica della legge che depenalizza i reati minori, ha pronunciato una sentenza di non luogo a procedere perchè l'accusa non è più prevista come reato. Gli atti sono stati spediti alla Prefettura che ora dovrà decidere l'entità della sanzione pecuniaria da infliggere all'imputato. I fatti contestati risalgono al 26 ottobre 2013 quando il giovane si è presentato all'interno della pasticceria Zanini di Montebelluna e, dopo essersi calato i pantaloni, ha iniziato a masturbarsi di fronte alla titolare. Messo in fuga dalla reazione della donna, dopo qualche decina di minuti ha ripetuto la stessa performance al bar Friends Invidia, locale all'interno dell'ospedale di Montebelluna.