Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/227: JUSTIN THOMAS SENZA RIVALI AL BRIDGESTONE INVITATIONAL

Il terzo evento del circuito World Golf Championship


AKRON (USA) - È Francesco Molinari a godere il favore degli spettatori. Lo divide con il leader mondiale Dustin Johnson, che di WGC ne ha già conquistati cinque. Anche Tiger Woods, riemerso grazie alla bella prestazione nell’Open Championship, è atteso con...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/226: UN BEL COMPLEANNO FESTEGGIATO SUL FAIRWAY

Torneo e party in onore di Luigino Conti, patron di Ca' della Nave


MARTELLAGO - Una Louisiana a due, per festeggiare il genetliaco di Luigino Conti, direttore del Club Cà della Nave, persona che sa farsi benvolere.Luigino, che ormai da tre anni ha assunto la dirigenza del Circolo trovando nel suo cammino un mare di difficoltà, è riuscito a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/225: CON L'ACI SI GIOCA NEL BOSCO DELLA SERENISSIMA

Al Golf Cansiglio il torneo promosso dall'Automobile Club


TAMBRE D'ALPAGO - L’Automobile Club d’Italia ha cura dei propri soci: al di là del suo compito d’istituto su tutto quanto è attinente all’automobile, mette a loro disposizione un Campionato italiano di Golf, che gira da aprile ad agosto, su 28 tra i...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Alla sbarra per atti osceni un 26enne residente a Verona

ESIBIZIONISTA SALVATO DALLA DEPENALIZZAZIONE DEI REATI

Si era masturbato in pubblico in due locali di Montebelluna



MONTEBELLUNA
– Salvato dalla depenalizzazione dei reati disposta dal governo. Quando ormai la condanna a un minimo di quattro mesi di reclusione sembrava scontata, un 25enne veronese finito alla sbarra per atti osceni in luogo pubblico se l'è cavata con un nulla di fatto. Il giudice infatti, considerata la modifica della legge che depenalizza i reati minori, ha pronunciato una sentenza di non luogo a procedere perchè l'accusa non è più prevista come reato. Gli atti sono stati spediti alla Prefettura che ora dovrà decidere l'entità della sanzione pecuniaria da infliggere all'imputato. I fatti contestati risalgono al 26 ottobre 2013 quando il giovane si è presentato all'interno della pasticceria Zanini di Montebelluna e, dopo essersi calato i pantaloni, ha iniziato a masturbarsi di fronte alla titolare. Messo in fuga dalla reazione della donna, dopo qualche decina di minuti ha ripetuto la stessa performance al bar Friends Invidia, locale all'interno dell'ospedale di Montebelluna.