Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/146: ARBITRI, GARA E SUMMIT A MODENA

Il resoconto dell'incontro annuale dell'Aiag


MODENA - L’ Associazione Italiana Arbitri Golf, che annovera 171 arbitri italiani, tra i quali il sottoscritto, tutti gli anni promuove un incontro tra i soci in un Campo da Golf, con l’intento di far chiarezza su qualcosa di particolare emerso nella stagione. Puntualizzare,e...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/145: ALLA DANIMARCA LA COPPA DEL MONDO

Sesta la coppia azzurra Molinari - Manassero


MELBOURNE - Completate le tappe dell’European Tour 2016, c’è ora (24-27 novembre), la 58esima edizione della Coppa del Mondo, la ISPS Handa World of Golf. Un grande torneo, completamente diverso da quelli abituali, una gara di coppia. Si gioca al Kingston Heath GC - PAR 72 di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/144: A DUBAI IL DP WORLD TOUR CHAMPIONSHIP

Vince l'inglese Fitspatrick, ad Henrik Stenson la Race to Dubai


DUBAI - Avevamo lasciato i nostri azzurri sull’European Tour al termine del Turkish Airlines Open, con la speranza che Manassero e Paratore conquistassero in Sud Africa la carta per giocare a Dubai. Paratore ce l’ha fatta, e son contento. Manassero no, e mi dispiace. Restano quindi a...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Sabato 9 aprile prima e unica data regionale

CENTORIZZONTI PORTA AL DUSE DI ASOLO VIRGILIO BRUCIA DEGLI ANAGOOR

L'intervista all'attore Marco Menegoni


Sabato 9 aprile, ore 21.00, la rassegna Centorizzonti porta in prima e unica data regionale la compagnia castellana Anagoor e il suo “Virgilio brucia” al Teatro Eleonora Duse di Asolo (Treviso).

Lo spettacolo, diretto da Simone Derai, ha esordito durante la stagione teatrale del Piccolo Teatro di Milano a fine gennaio ottenendo un travolgente successo di pubblico e critica. Esso mescola poesia e potere, bellezza e violenza, memoria e consenso: con “Virgilio brucia” la compagnia Anagoor – che deve il proprio nome al racconto “Le mura di Anagoor” di Dino Buzzati - affronta questi temi in una prospettiva spiazzante, entrando nel laboratorio dell’intellettuale che ha cantato l’avvento della Roma imperiale. Sulla figura di Publio Virgilio Marone infatti grava il pregiudizio di essere stato il cantore di Ottaviano Augusto che spense ogni residua speranza di ristabilire una repubblica nell’Antica Roma. Un poeta al servizio dell’ideologia imperiale.

“Virgilio brucia” è diviso in capitoli. Si inizia dalla fine, dalla morte di Virgilio, e si narra della volontà del poeta di bruciare i rotoli dell’Eneide di ritorno da un viaggio in Grecia nel 19 a.C.. Per quale motivo Virgilio voleva dare alle fiamme un’opera che stava componendo con enorme sforzo da ben undici anni? Questo interrogativo, aperto all’inizio, aleggia per tutta l’ora e mezza di spettacolo, e ciascuno spettatore è invitato a trovare la propria risposta. Il cuore della rappresentazione, al quale tutti i capitoli sono una densa preparazione, è la messa in scena di quella notte del 22 a.C., in cui Virgilio recitò ad Ottaviano Augusto e alla sua corte il secondo libro del poema in via di costruzione.

Lo spettacolo, moderna tragedia teatrale, diventa occasione per squadernare quel rapporto tra arte e potere, la funzione della cultura e della memoria, la guerra imperiale, la violenza e il rapporto di Virgilio, figlio di contadini mantovani, con la natura, elemento che spesso appare, in primo piano o di sfondo, sia nelle opere del poeta latino sia nelle creazioni della compagnia di Castelfranco Veneto. I temi legati al mondo dell’arte e della letteratura si svolgono in una sequenza visivo - narrativa con un’applicazione multimediale di teatro, video, effetti musicali, canti corali evocativi, musiche eseguite dal vivo.

Il legame tra territorio e proposta artistica è quanto mai pregnante in questo appuntamento Centorizzonti: con “Virgilio brucia” l’Antica Roma rivive ad Asolo, l’antica Acelum, che ancora oggi conserva segni tangibili del passato romano. E dalle mura del Castello di Caterina Cornaro, la cui sala del trono ospita il Teatro Eleonora Duse, nelle giornate più limpide si scorge Castelfranco Veneto, patria di Anagoor.

Per la compagnia Anagoor è un gradito ritorno: a quanto pare Centorizzonti porta fortuna perché “Lingua Imperii”, lo spettacolo presentato l’anno scorso nel contesto del progetto proprio al Teatro Eleonora Duse (registrando il tutto esaurito) sarà in Germania questo mese, e in maggio a Rotterdam.

Abbonamenti e biglietti. La prevendita dei singoli biglietti (intero euro 17, ridotto euro 15) è attiva da lunedì al venerdì presso i 33 sportelli Credito Trevigiano Bcc, con posto numerato e senza sovrapprezzo (www.creditotrevigiano.it), e ogni sabato dalle 10,30 alle 12,30 alla Fornace dell’Innovazione di Asolo. Inoltre le biglietterie sono aperte nei giorni in calendario, da un’ora prima dello spettacolo. I residenti di tutti i Comuni della rete hanno diritto al biglietto ridotto, mentre sono previste numerose altre convenzioni per l’accesso agevolato. I ragazzi potranno usufruire di una speciale riduzione: tra i 14 e i 19 anni euro 11.

Da oggi aperte anche le prenotazioni online sul sito echidnacultura.it (compilare il modulo andando sulla pagina dello spettacolo).

Prossimi appuntamenti. La programmazione “Teatri” proseguirà fino a inizio maggio con altri tre appuntamenti: sabato 16 aprile all’Auditorium “Pier Miranda Ferraro” di Altivole sarà la volta, in prima regionale, del coreocabaret confusionale “Trattato di economia” di Roberto Castello e Andrea Cosentino, sabato 30 aprile al Teatro “Eleonora Duse” di Asolo per “Pantani il campione fuori norma” di Alessandro Albertin e Michela Ottolini e, infine, sabato 7 maggio “Picablo” di Tam Teatromusica all’Auditorium Centro La Roggia di San Zenone degli Ezzelini.

*Centorizzonti 2016. Il progetto, nato nella convinzione che l’arte contemporanea dal vivo possa essere un elemento attivatore enzimatico per la valorizzazione culturale di territori, è frutto della co - progettazione tra comuni, soggetti privati e operatori culturali. I comuni coinvolti sono Asolo – capofila del progetto per il 2016 -,
Altivole – capofila nei tre anni precedenti -, Borso del Grappa, Castelcucco, Castello di Godego, Castelfranco Veneto, Cornuda, Crespano del Grappa, Loria, Maser, Possagno, Resana, Riese Pio X, San Zenone degli Ezzelini, Sette Ville – Alano di Piave – Quero Vas, Vedelago compongono la rete di Comuni che promuove la rassegna, realizzata in accordo di programma con la Regione del Veneto. Molte le realtà che sostengono la rassegna, tra queste la società Asco Holding e Cerampiù di Altivole.

Il programma della IV edizione è suddiviso in due fasi: si inizia con gli spettacoli nei teatri, per poi proseguire da maggio con gli appuntamenti e gli eventi nel territorio, che porranno in un’ideale continuità evento artistico e luoghi che sono espressione della ricchezza paesaggistica, storica e artistica veneta.

Informazioni e prenotazioni spettacoli (orari ufficio): tel. 041 412500 o 340 9446568, email info@echidnacultura.it; www.echidnacultura.it