Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/182: ANCORA DOMINIO USA ALLA SOLHEIM CUP 2017

In Iowa la più importante gara del tour femminile


TREVISO - Solheim Cup 2017: siamo al corrispondente femminile della Ryder Cup, la gara più importante per “l’altra metà del cielo”, che contrappone le più forti atlete europee a quelle americane. Si gioca ogni due anni, alternativamente in Europa e negli Stati...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il colpo tentato allo "Smile and music Café" di viale Monfenera

MINACCIA UN BARISTA CON UN COLTELLO: 46ENNE IN MANETTE

Vittima un 27enne cinese che ha subito chiamato la polizia



TREVISO
– E' terminata con l'arresto per tentata rapina la serata brava di un 46enne trevigiano che ha seminato il panico al bar “Smile and music cafè” di viale della Repubblica all'incrocio con viale Monfenera. L'uomo, in orario aperitivo, dopo aver alzato già troppo il gomito è entrato nel locale, ha puntato un coltello alla gola del titolare, un ragazzo cinese di 27 anni, e gli ha intimato di consegnargli 100 euro. La vittima, non facendosi intimorire, ha subito dato l'allarme al 113 facendo intervenire dalla vicina questura una volante della Polizia. Nel giro di qualche minuto gli agenti hanno così arrestato il 46enne: il coltello utilizzato per il colpo era nascosto nella tasca della giacca ma l'uomo ne nascondeva un altro nelle mutande. Il movente della tentata rapina deriverebbe da una vincita al videopoker del giorno precedente: il 46enne, assieme a un amico, avevano discusso su chi dovesse avere i soldi delle giocate, e alla fine si erano accordati per dividerseli. Evidentemente il 46enne non aveva accettato di buon grado visto che si è presentato al bar per chiedere altri 100 euro che, secondo lui, gli sarebbero spettati.