Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/186: CONCLUSO IL CHALLENGE 2017 DEI GIORNALISTI GOLFISTI

Le ultime due tappe in Lombardia, all'Albenza e Villa d'Este


TREVISO - Due belle giornate, 4 e 5 settembre, in due campi super, hanno contraddistinto la conclusione del viaggio in Italia dei giornalisti golfisti: il challenge di dodici memorabili tappe, che ci han permesso di giocare su altrettanti campi, riconosciuti tra i più belli d’Italia....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/185: I CAMPIONI DI DOMANI DI SCENA AL "TEODORO SOLDATI"

Il sudafricano Vorster trionfa all'International Under 16 Championship


BIELLA - Gara di rilievo l’International Under 16 Championship. Questo Campionato Internazionale disputato per la prima volta nel 2007 (andato in dote a Rory McIlroy), fa parte del calendario EGA, ed è la manifestazione più sentita del panorama golfistico europeo a livello...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/184: IL GOLF CONQUISTA L'ITALIA CON LA RYDER CUP

Eventi promozionali dal Monte Bianco alla Sicilia


TREVISO - Nell’accettare l’agognata assegnazione al nostro Paese della Ryder Cup 2022, la Federazione Italiana Golf si è dovuta seriamente impegnare per lo sviluppo di questa disciplina sportiva, e per un arco temporale che va dal 2016 al 2027. Sono previsti circa 105 tornei di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il 35enne marocchino aveva picchiato e rapinato Carmelo Merotto

AZIZ QAZBOUR TORNA IN PATRIA: ESPULSO DAL PREFETTO

Aveva chiesto di scontare la pena ai domiciliari a Farra di Soligo


FARRA DI SOLIGO – Aziz Qazbour è tornato in patria. Il marocchino di 35 anni che nel dicembre del 2012 aveva picchiato e rapinato Carmelo Merotto, un pensionato di 85 anni di Farra di Soligo, è stato infatti espulso nei giorni scorsi dopo la bagarre nata dal fatto che il magrebino aveva chiesto di poter scontare la pena residua ai domiciliari a circa 50 metri dall'abitazione della vittima, in via Posmon. Richiesta che aveva sollevato un vespaio tanto che i cittadini avevano addirittura sottoscritto una petizione per far espellere il 35enne. La notizia del ritorno in patria del magrebino è stata resa nota dal sindaco di Farra di Soligo Giuseppe Nardi. “Si tratta di una battaglia vinta”, ha dichiarato il primo cittadino, che ha ringraziato i residenti e tutti i mille cittadini che avevano firmato la petizione.