Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/147: NUOVE TECNOLOGIE, DIVERTIMENTO E SOLIDARIETÀ

Due gare speciali con Bags4dream, Fuorilimite e Par 108


MARTELLAGO - Di questi tempi, freddi e umidi, non si avverte un grosso stimolo a partecipare ad una gara di Golf, salvo che l’attrazione non sia generata dalla simpatia degli ospiti. Ecco, le persone e l’armonia tra quest’insieme di associazioni, dedite a far beneficenza...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/146: ARBITRI, GARA E SUMMIT A MODENA

Il resoconto dell'incontro annuale dell'Aiag


MODENA - L’ Associazione Italiana Arbitri Golf, che annovera 171 arbitri italiani, tra i quali il sottoscritto, tutti gli anni...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/145: ALLA DANIMARCA LA COPPA DEL MONDO

Sesta la coppia azzurra Molinari - Manassero


MELBOURNE - Completate le tappe dell’European Tour 2016, c’è ora (24-27 novembre), la 58esima edizione della Coppa del Mondo, la ISPS Handa World of Golf. Un grande torneo, completamente diverso da quelli abituali, una gara di coppia. Si gioca al Kingston Heath GC - PAR 72 di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Completato il restauro della sua tomba nel cimitero del paese

A 120 ANNI DALLA MORTE, PONTE DI PIAVE RICORDA CAROLINA GASPARINETTI

La benefattrice lasciò al comune terreni ed edifici


PONTE DI PIAVE - A quasi 120 anni dalla morte, Ponte di Piave ricorda Carolina Gasparinetti, una delle figure più importanti della storia e dello sviluppo del paese. In occasione di un duplice anniversario, la nascita nel giorno 11 aprile La tomba di Carolina Gasparinetti appena restaurata1859 e la morte il 27 aprile del 1897, è stata infatti ristrutturata la tomba della benefattrice il cui nome è legato all'"Opera Pia Gasparinetti", proprietaria di storici edifici nel cuore del paese.
Il recupero della tomba, nel cimitero del capoluogo, è stato possibile grazie all’intervento dell’agenzia di pompe funebri di Maurizio Dotta e al lavoro di un volontario del posto. Un impegno faticoso, dato che - fino ad oggi - il manufatto era stato completamente dimenticato e lasciato in stato di indecoroso abbandono e sporcizia.
"Per l’intera comunità di Ponte di Piave si tratta del doveroso ricordo di una donna generosa che, morta prematuramente, ha voluto lasciare i propri averi alla cittadinanza di cui faceva parte - ha commentato il sindaco Paola Roma -. Tributarle il giusto onore e ricordare la sua storia è il minimo che si possa fare, visto il patrimonio che ci ha lasciato, luoghi dove si sono formate migliaia di bambini della nostra comunità".
Carolina Gasparinetti, a cui è dedicata anche una strada in centro paese, donò alla cittadinanza di Ponte di Piave un cospicuo patrimonio di terreni ed edifici, compresa la scuola d’infanzia che sorge nella via a lei intitolata. Un lascito che è passato attraverso varie traversie legale, nonchè i danneggiamenti della prima guerra mondiale.
"Proprio per ricordare la benefattrice, ai bambini della scuola dell’infanzia verrà consegnato un documento che racconta Carolina Gasparinetti, la sua storia e la sua generosità in favore - come si legge nella targa posta sulla parete dell’asilo a inizio del secolo scorso - della 'educazione religiosa e civile dei figli del popolo'", ha concluso il sindaco.

L'asilo dedicato alla benefattrice ai primi del '900