Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/152: IN SUDAFRICA, EDO MOLINARI TRA I PROTAGONISTI

Nella tappa "australe" dell'European Tour si impone l'inglese Storm


Edoardo Molinari, Nino Bertasio e il dilettante romano Philip Geerts, sono gli azzurri impegnati nel torneo BMW South African Open dell’European Tour, combinato con il Sunshine Tour, in atto dal 12 al 15 gennaio. Il Campo di gioco è il Glendower (par 72) di City of Ekurhuleni. Il...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/151: GLI AZZURRI ALLA QUALIFICAZIONE PER IL TOUR ASIATICO

Alle Hawaii via al Pga: nel torneo dei campioni comanda Justin Thomas


Due interessanti manifestazioni in questi giorni, alle Hawaii e in Tailandia: mentre la PGA americana dà il via al torneo riservato ai vincitori della scorsa stagione che segna anche l’inizio del Tour statunitense, gli azzurri Alessandro Tadini (piemontese) e Aron Zemmer (ventiseienne...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/150: IL BILANCIO AZZURRO DI UN ANNO SUI GREEN

Francesco Molinari ancora troppo solo e 4 nuove proette nel Tour


TREVISO - Ha ricevuto pennellate di azzurro da parte dei nostri giocatori, il mondo del professionismo nel 2016; si sono registrati ottimi risultati: di spicco, al consuntivo dell’annata, il trionfo di Francesco Molinari nel 73° Open d’Italia. Altrettanto bene si può dire per...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Completato il restauro della sua tomba nel cimitero del paese

A 120 ANNI DALLA MORTE, PONTE DI PIAVE RICORDA CAROLINA GASPARINETTI

La benefattrice lasci˛ al comune terreni ed edifici


PONTE DI PIAVE - A quasi 120 anni dalla morte, Ponte di Piave ricorda Carolina Gasparinetti, una delle figure più importanti della storia e dello sviluppo del paese. In occasione di un duplice anniversario, la nascita nel giorno 11 aprile La tomba di Carolina Gasparinetti appena restaurata1859 e la morte il 27 aprile del 1897, è stata infatti ristrutturata la tomba della benefattrice il cui nome è legato all'"Opera Pia Gasparinetti", proprietaria di storici edifici nel cuore del paese.
Il recupero della tomba, nel cimitero del capoluogo, è stato possibile grazie all’intervento dell’agenzia di pompe funebri di Maurizio Dotta e al lavoro di un volontario del posto. Un impegno faticoso, dato che - fino ad oggi - il manufatto era stato completamente dimenticato e lasciato in stato di indecoroso abbandono e sporcizia.
"Per l’intera comunità di Ponte di Piave si tratta del doveroso ricordo di una donna generosa che, morta prematuramente, ha voluto lasciare i propri averi alla cittadinanza di cui faceva parte - ha commentato il sindaco Paola Roma -. Tributarle il giusto onore e ricordare la sua storia è il minimo che si possa fare, visto il patrimonio che ci ha lasciato, luoghi dove si sono formate migliaia di bambini della nostra comunità".
Carolina Gasparinetti, a cui è dedicata anche una strada in centro paese, donò alla cittadinanza di Ponte di Piave un cospicuo patrimonio di terreni ed edifici, compresa la scuola d’infanzia che sorge nella via a lei intitolata. Un lascito che è passato attraverso varie traversie legale, nonchè i danneggiamenti della prima guerra mondiale.
"Proprio per ricordare la benefattrice, ai bambini della scuola dell’infanzia verrà consegnato un documento che racconta Carolina Gasparinetti, la sua storia e la sua generosità in favore - come si legge nella targa posta sulla parete dell’asilo a inizio del secolo scorso - della 'educazione religiosa e civile dei figli del popolo'", ha concluso il sindaco.

L'asilo dedicato alla benefattrice ai primi del '900