Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/161: AL VIA IL PRIMO PROGETTO DI LAVORO LEGATO ALLA RYDER CUP 2022

Studenti e università coinvolte per aumentare i praticanti


ROMA - Nell’ottica di sviluppare una maggior diffusione di questo sport in Italia, rendendolo sempre più popolare e accessibile, il Golf è diventato materia di studio. Gian Paolo Montali, Direttore Generale del Progetto Ryder Cup 2022, nella sala Auditorium del Palazzo delle...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/160: MATTEO MANASSERO IN LUCE NELL'INDIAN OPEN

A New Delhi trionfa l'idolo di casa Chawrasia


NEW  DELHI - Siamo ancora nelle maglie dell’Asia, bisogna attendere maggio perché il Tour Europeo che continua il suo peregrinare lontano dall’Europa, approdi nel vecchio continente. Ora, dal 9 al 12 marzo si gioca Hero Indian Open, organizzato in collaborazione con Asian...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/159: INQUIETUDINI SULLA RYDER CUP A ROMA

Il prestigioso torneo in Italia nel 2022, ma manca la fidejussione


ROMA - La più prestigiosa competizione internazionale di golf, la Ryder Cup, di cui l’Italia si è aggiudicata la candidatura per il 2022, subisce qualche tentennamento. Il 14 dicembre 2015 la FIG era riuscita a far attribuire all’Italia il diritto di essere Paese...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso, cantiere per 4-6 settimane, ambulatorio per i codici bianchi

DA LUNEDÌ, VIA AI LAVORI PER IL NUOVO PRONTO SOCCORSO

40 posti in più in sala d'attesa e spazi per l'osservazione


TREVISO - Da lunedì prossimo via al cantiere per la risistemazione del Pronto soccorso dell'ospedale di Treviso. L'intervento è volto ad ampliare la sala d'attesa, rendendo gli spazi più confortevoli: verranno aggiunti circa 40 posti a sedere rispetto all'attuale capienza. Per questo motivo verrà anche spostato il “triage”, il punto per la prima valutazione dei pazienti giunti all'emergenza del Ca' Foncello. Ma, in questo senso, verranno anche diversificati i percorsi in cui orientare gli utenti: vicino alla cosiddetta area rossa, verranno, in particolare, ricavati due ambulatori per l'Osservazione breve intensiva. Vi accederanno, ad esempio, le persone che lamentano dolori al petto e devono essere tenute sotto controllo per alcune ore per poter compiere una diagnosi accurata. In passato, a causa dell'affollamento, avevano dovuto sistemarsi nella stessa sala d'aspetto, ora beneficeranno di stanze riservate.
La ristrutturazione, tuttavia, porrà anche le basi per la creazione del cosiddetto “ambulatorio per i codici bianchi”, ovvero i pazienti meno gravi. Con l'obiettivo di sgravare la struttura di emergenza vera e propria e ridurre i tempi di attesa sotto le quattro, verrà creata una sorta di ulteriore “guardia medica”, attiva nei giorni feriali e in orario diurno. Per gestirla serve una decina di medici: per cinque l'Ulss sta avviando assunzioni dirette, per i restanti si ricorrerà, almeno nelle fase sperimentale, a professionisti già impegnati nella guardia medica, dottori di famiglia con meno di 750 assistiti o, eventualmente, anche a specializzandi. A questo scopo è stato trovato l'accordo con il sindacato di categoria Snami, mentre, per ora, rimane ancora contraria la Fimmg.
I lavori, prevede Domenico Scibetta, direttore sanitario dell'Ulss 9, dureranno dalle quattro alle sei settimane: in questo periodo il Pronto soccorso naturalmente continuerà a funzionare e, dunque, il cantiere dovrà procedere a stralci. Personale sanitario, pazienti ed operai dovranno convivere: “Questo creerà qualche inevitabile disagio, di cui ci scusiamo fin d'ora - spiega il direttore generale dell'Ulss 9, Francesco Benazzi -, ma il risultato finale sarà un miglior servizio per tutti”.


Galleria fotograficaGalleria fotografica