Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/152: IN SUDAFRICA, EDO MOLINARI TRA I PROTAGONISTI

Nella tappa "australe" dell'European Tour si impone l'inglese Storm


Edoardo Molinari, Nino Bertasio e il dilettante romano Philip Geerts, sono gli azzurri impegnati nel torneo BMW South African Open dell’European Tour, combinato con il Sunshine Tour, in atto dal 12 al 15 gennaio. Il Campo di gioco è il Glendower (par 72) di City of Ekurhuleni. Il...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/151: GLI AZZURRI ALLA QUALIFICAZIONE PER IL TOUR ASIATICO

Alle Hawaii via al Pga: nel torneo dei campioni comanda Justin Thomas


Due interessanti manifestazioni in questi giorni, alle Hawaii e in Tailandia: mentre la PGA americana dà il via al torneo riservato ai vincitori della scorsa stagione che segna anche l’inizio del Tour statunitense, gli azzurri Alessandro Tadini (piemontese) e Aron Zemmer (ventiseienne...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/150: IL BILANCIO AZZURRO DI UN ANNO SUI GREEN

Francesco Molinari ancora troppo solo e 4 nuove proette nel Tour


TREVISO - Ha ricevuto pennellate di azzurro da parte dei nostri giocatori, il mondo del professionismo nel 2016; si sono registrati ottimi risultati: di spicco, al consuntivo dell’annata, il trionfo di Francesco Molinari nel 73° Open d’Italia. Altrettanto bene si può dire per...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Alla scoperta del mondo golfistico con Paolo Pilla

PILLOLE DI GOLF/115: BULLI & PUPE SOLIDALI

Il torneo benefico promosso da Par 108 e Ladies Fuori Limite


VENEZIA - E’ simpatica e allegra l’associazione “Par 108”, e non è da meno la “Ladies Fuori Limite”. Se capita che organizzino qualcosa insieme, non può che essere super. Il 2 aprile si sono alleati, ed hanno occupato allegramente il Campo di Golf “Cà della Nave” con una festosa gara, la Louisiana “Bulli & Pupe”. Come di consueto in tutte le manifestazioni che mettono in atto queste associazioni, c’è lo scopo benefico. Non piagnone, semplice, gioioso.
Ho partecipato anch’io, seppure un po’ infiacchito dalla trasferta romana, perciò non molto bullo, e senza aver fatto la necessaria preparazione del classico cestino. Gianna, la mia “Pupa”, è una cara amica, e l’altra coppia che formava il team era composta di Dana, una gentile signora romana bravissima nel gioco, e da Cesare il suo “Bullo”, con handicap a una cifra. Ben presto è emersa qualche lacuna: alla buca due, in quel lago avido di palline, ne abbiamo regalato quattro ai pesci, due delle quali mie. Bah!…Senza soddisfazione, perché le carpe non hanno mostrato di gradirle. Per trastullo ne hanno fin troppe, e di mangiarle proprio non se ne parla, senza gusto! Arnold Palmer l’ha voluta difficile quella buca, per mettere subito i giocatori sull’attenti, e chi ha fatto il rating, ha saputo giustamente configurarla in hcp uno. Tuttavia qualche volta durante la partita, dopo un colpo discreto, mi son sentito rivolgere l’apprezzamento “bravo”. Vi assicuro che è stato puro incoraggiamento! A ogni buon conto, nell’insieme l’andamento è scivolato liscio, ed io ho avuto il gusto di ammirare i gran Driver e i favolosi, incredibili Putt di Cesare. Corti o lunghi, sempre in buca. Grande!
Era ascrivibile all’insieme della coppia, il bel gioco, la ragione del loro successo: i più bravi in assoluto. Prima coppia Lordo Cesare Lauteri - Dana Caporossi, con 35 punti rapportati Stableford.
Ed ecco le coppie andate a premio, nell’ordine asservito al particolare programma previsto dagli organizzatori, che teneva conto dell’eleganza insita nell’istituto dell’handicap: punteggio netto, le prime tre coppie miste, e la prima coppia dello stesso sesso.
Prima coppia mista, Adriano Fracasso -Stefania Marcozzi; seconda, Andrea Strazzari - Nadia Cibin; terza, Roberto Chiesura - Ewa Kulakowska, tutte tre con 48 punti; ma c’erano anche le coppie unisex. Di queste, il primo premio è andato a Paolo Cason e Mauro De Poli con punti 49: quattro robuste braccia, assistite dalla precisione!
Alla premiazione, presenti Monica Barbiero e Antonio Loro, rispettivamente Sindaco e Assessore all’Innovazione tecnologica del Comune di Martellago, si è assistito a una bella cosa: il Presidente di Par 108 ha consegnato a Luigino Conti, direttore del Circolo, un defibrillatore di ultima generazione fornito sottocosto dalla ditta Pierantonio Del Turco. Lo strumento è indispensabile in un Campo da Golf, seppur con l’augurio che non debba mai servire.
Il significato benefico questa volta, però, è stato duplice: oltre al dono del defibrillatore, la consegna all’Associazione “Il Portico” di Dolo, da parte dei presidenti Davide Danesin ed Elisabetta Grandi, della somma in parte ricavata dalla gara, in parte dalle disponibilità dei due gruppi. La Onlus destinataria della somma si occupa di portare aiuto immediato alle persone in difficoltà nella provincia di Venezia. Il loro agire si prodiga nell’intento di rimuovere le cause principali del disagio e dell’emarginazione, tant’è che questa struttura è diventata rifugio, punto di riferimento per le persone fragili o emarginate, affette prevalentemente da disagio mentale.
Dalla Farmacia Trevisani di Martellago messi a disposizione interessanti gadget: integratori alimentari utili nel praticare il Golf, che come ben noto, richiede buona forma fisica e mentale. Il dott. Gianluca Trevisani ha studiato e reso disponibile il test denominato BIA-ACC che attraverso un’attenta analisi della composizione corporea, permette di migliorare la performance sportiva, oltre che molto altro.
Nel bel locale rinnovato, che è il ristorante del Golf, abbiamo apprezzato un amabile buffet che ci ha rigenerato le forze, a concludere quella simpatica buvette che al passaggio della nove ci aveva fatto commentare positivamente il generoso ed esperto impegno culinario delle Ladies.
E’ stata insomma una bellissima giornata: Persone simpatiche, corrette e brave nel gioco, ottimo clima, Campo perfetto, le condizioni che permettono di dare pieno significato all’espressione "Grazie, è stato un piacere giocare con voi", che si usa dire nello stringersi la mano a fine gara. Ed ecco, permettetemi, questo è il vero successo di una partita di Golf.
Paolo Pilla