Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/161: AL VIA IL PRIMO PROGETTO DI LAVORO LEGATO ALLA RYDER CUP 2022

Studenti e universitÓ coinvolte per aumentare i praticanti


ROMA - Nell’ottica di sviluppare una maggior diffusione di questo sport in Italia, rendendolo sempre più popolare e accessibile, il Golf è diventato materia di studio. Gian Paolo Montali, Direttore Generale del Progetto Ryder Cup 2022, nella sala Auditorium del Palazzo delle...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/160: MATTEO MANASSERO IN LUCE NELL'INDIAN OPEN

A New Delhi trionfa l'idolo di casa Chawrasia


NEW  DELHI - Siamo ancora nelle maglie dell’Asia, bisogna attendere maggio perché il Tour Europeo che continua il suo peregrinare lontano dall’Europa, approdi nel vecchio continente. Ora, dal 9 al 12 marzo si gioca Hero Indian Open, organizzato in collaborazione con Asian...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/159: INQUIETUDINI SULLA RYDER CUP A ROMA

Il prestigioso torneo in Italia nel 2022, ma manca la fidejussione


ROMA - La più prestigiosa competizione internazionale di golf, la Ryder Cup, di cui l’Italia si è aggiudicata la candidatura per il 2022, subisce qualche tentennamento. Il 14 dicembre 2015 la FIG era riuscita a far attribuire all’Italia il diritto di essere Paese...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Operazione dei carabinieri di Castelfranco Veneto e del Noe

DISCARICA ABUSIVA E FURTO DI ELETTRICIT└: 9 DENUNCE

Controllati un campo nomadi a Loria e un terreno a Paderno



CASTELFRANCO VENETO
– I carabinieri di Castelfranco Veneto e i militari del Noe (Nucleo Operativo Ecologico) nel corso di alcuni controlli nella Castellana hanno scoperto che in un campo nomadi di Loria gli occupanti si erano agganciati abusivamente alla linea elettrica e a Paderno del Grappa hanno trovato una discarica a cielo aperto. In tutto sono state denunciate a piede libero nove persone. I sette nomadi tra i 23 e i 48 anni a Loria sono chiamati a rispondere del reato di furto aggravato per aver bypassato il contatore ed essersi allacciati alla linea elettrica pubblica dopo aver creato un apposito pozzetto. L'accusa per un 49enne e un 63enne di Paderno del Grappa è invece quella di gestione e stoccaggio su area non autorizzata di rifiuti pericolosi. In questo caso i carabinieri hanno scoperto che i due avevano trasformato un normale terreno in discarica, senza pavimentazione o copertura. Tra il materiale rinvenuto c'erano batterie di veicoli, pneumatici, apparecchi elettrici ed elettronici oltre a parti di automobili.