Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/152: IN SUDAFRICA, EDO MOLINARI TRA I PROTAGONISTI

Nella tappa "australe" dell'European Tour si impone l'inglese Storm


Edoardo Molinari, Nino Bertasio e il dilettante romano Philip Geerts, sono gli azzurri impegnati nel torneo BMW South African Open dell’European Tour, combinato con il Sunshine Tour, in atto dal 12 al 15 gennaio. Il Campo di gioco è il Glendower (par 72) di City of Ekurhuleni. Il...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/151: GLI AZZURRI ALLA QUALIFICAZIONE PER IL TOUR ASIATICO

Alle Hawaii via al Pga: nel torneo dei campioni comanda Justin Thomas


Due interessanti manifestazioni in questi giorni, alle Hawaii e in Tailandia: mentre la PGA americana dà il via al torneo riservato ai vincitori della scorsa stagione che segna anche l’inizio del Tour statunitense, gli azzurri Alessandro Tadini (piemontese) e Aron Zemmer (ventiseienne...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/150: IL BILANCIO AZZURRO DI UN ANNO SUI GREEN

Francesco Molinari ancora troppo solo e 4 nuove proette nel Tour


TREVISO - Ha ricevuto pennellate di azzurro da parte dei nostri giocatori, il mondo del professionismo nel 2016; si sono registrati ottimi risultati: di spicco, al consuntivo dell’annata, il trionfo di Francesco Molinari nel 73° Open d’Italia. Altrettanto bene si può dire per...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Rinviato a giudizio il presidente del motoring club di Sernaglia

SPONSORIZZAZIONI COL TRUCCO: FAVERO A PROCESSO

Secondo l'accusa avrebbe sottratto al fisco 27 milioni di euro



CONEGLIANO - Il presidente del Motoring club di Sernaglia della Battaglia è stato rinviato a giudizio per una presunta evasione fiscale da 27 milioni di euro. Gabriele Favero, 65enne coneglianese, è accusato di aver venduto spazi pubblicitari emettendo fatture false da consegnare agli inserzionisti per avere le relative detrazioni fiscali. Gli inserzionisti, a loro volta, oltre a ricevere le fatture fasulle avrebbero ricevuto anche il 50% di quanto versato per la sponsorizzazione. Un meccanismo che secondo la guardia di finanza avrebbe permesso di sottrarre al fisco circa 27 milioni di euro. In realtà i presunti illeciti commessi in due annualità, il 2006 e il 2007, sono caduti in prescrizione, quindi le cifre contestate verranno riconteggiate nel corso del processo che inizierà a giugno.