Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/227: JUSTIN THOMAS SENZA RIVALI AL BRIDGESTONE INVITATIONAL

Il terzo evento del circuito World Golf Championship


AKRON (USA) - È Francesco Molinari a godere il favore degli spettatori. Lo divide con il leader mondiale Dustin Johnson, che di WGC ne ha già conquistati cinque. Anche Tiger Woods, riemerso grazie alla bella prestazione nell’Open Championship, è atteso con...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/226: UN BEL COMPLEANNO FESTEGGIATO SUL FAIRWAY

Torneo e party in onore di Luigino Conti, patron di Ca' della Nave


MARTELLAGO - Una Louisiana a due, per festeggiare il genetliaco di Luigino Conti, direttore del Club Cà della Nave, persona che sa farsi benvolere.Luigino, che ormai da tre anni ha assunto la dirigenza del Circolo trovando nel suo cammino un mare di difficoltà, è riuscito a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/225: CON L'ACI SI GIOCA NEL BOSCO DELLA SERENISSIMA

Al Golf Cansiglio il torneo promosso dall'Automobile Club


TAMBRE D'ALPAGO - L’Automobile Club d’Italia ha cura dei propri soci: al di là del suo compito d’istituto su tutto quanto è attinente all’automobile, mette a loro disposizione un Campionato italiano di Golf, che gira da aprile ad agosto, su 28 tra i...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Rinviato a giudizio il presidente del motoring club di Sernaglia

SPONSORIZZAZIONI COL TRUCCO: FAVERO A PROCESSO

Secondo l'accusa avrebbe sottratto al fisco 27 milioni di euro



CONEGLIANO - Il presidente del Motoring club di Sernaglia della Battaglia è stato rinviato a giudizio per una presunta evasione fiscale da 27 milioni di euro. Gabriele Favero, 65enne coneglianese, è accusato di aver venduto spazi pubblicitari emettendo fatture false da consegnare agli inserzionisti per avere le relative detrazioni fiscali. Gli inserzionisti, a loro volta, oltre a ricevere le fatture fasulle avrebbero ricevuto anche il 50% di quanto versato per la sponsorizzazione. Un meccanismo che secondo la guardia di finanza avrebbe permesso di sottrarre al fisco circa 27 milioni di euro. In realtà i presunti illeciti commessi in due annualità, il 2006 e il 2007, sono caduti in prescrizione, quindi le cifre contestate verranno riconteggiate nel corso del processo che inizierà a giugno.