Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/203: GARY WOODLAND ╚ IL RE DEL PHOENIX OPEN

Vittoria allo spareggio, tra invasioni di campo e commoventi dediche


SCOTTSDALE (ARIZONA - USA) - dall’1 al 4 febbraio. È sul percorso del TPC, la sfida Waste Management Phoenix, l’Open supportato dalla Gestione dei Rifiuti, che, strano a dirsi, nell'economia dell'Arizona vale 389 milioni di dollari. Il montepremi è di 6.900.000 dollari,...continua

Cronaca
PILLOLE DI GOLF/202: AL FARMERS INSURANCE ╚ IL GIORNO DI JASON DAY

Nel torneo al Torrey Pines si rivede anche il vero Tiger Woods


In California, nei due percorsi del Golf Torrey Pines, entrambi Par 72, si è giocato dal 25 al 28 gennaio, l’Open sostenuto dalla potente “Assicurazione Agricoltori” americana, con montepremi di 6.900.000 dollari, 1.200.000 dei quali, destinati al vincitore. Il Torrey...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/17: GARDAGOLF COUNTRY CLUB

Sulle colline attorno al lago si disputerÓ l'Open d'Italia


SOIANO DEL LAGO - È recente la notizia che l’Open d’Italia 2018 è stato assegnato a Gardagolf; andiamo ora a vedere dal vicino questo Club, la cui scelta è stata apprezzata dal gotha dirigenziale dell’European Tour.Di progetto squisitamente inglese (Cotton,...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Rinviato a giudizio il presidente del motoring club di Sernaglia

SPONSORIZZAZIONI COL TRUCCO: FAVERO A PROCESSO

Secondo l'accusa avrebbe sottratto al fisco 27 milioni di euro



CONEGLIANO - Il presidente del Motoring club di Sernaglia della Battaglia è stato rinviato a giudizio per una presunta evasione fiscale da 27 milioni di euro. Gabriele Favero, 65enne coneglianese, è accusato di aver venduto spazi pubblicitari emettendo fatture false da consegnare agli inserzionisti per avere le relative detrazioni fiscali. Gli inserzionisti, a loro volta, oltre a ricevere le fatture fasulle avrebbero ricevuto anche il 50% di quanto versato per la sponsorizzazione. Un meccanismo che secondo la guardia di finanza avrebbe permesso di sottrarre al fisco circa 27 milioni di euro. In realtà i presunti illeciti commessi in due annualità, il 2006 e il 2007, sono caduti in prescrizione, quindi le cifre contestate verranno riconteggiate nel corso del processo che inizierà a giugno.