Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/190: L'OPEN D'ITALIA 2017 È DA RECORD

Davanti a 73mila spettatori, vince l'inglese Hatton


MONZA - Eccoci giunti all’attesissimo evento, la manifestazione golfistica cardine sul territorio italiano! Preceduto da festeggiamenti, si è celebrato, dal 12 al 15 ottobre il 74° Open d’Italia, al Golf Club Milano. I più forti professionisti mondiali di Golf si son...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/189: CAMPI PRATICA, COLONNA PORTANTE DELLO SPORT

A Ca' della Nave il torneo dell'associazione dei club


MARTELLAGO - È con simpatia, che sabato 30 settembre il Golf Club Cà della Nave ha accolto l’Associazione Campi Pratica per una gara stableford a tre categorie, settima degli otto incontri della serie TROFEO, che a turno ogni Circolo appartenente all’associazione,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/188: TUTTO PRONTO PER L'OPEN D'ITALIA 2017

Al Parco di Monza il torneo del massimo circuito europeo


TREVISO - Il 74° Open d’Italia sta per andare in scena; è il principale evento sportivo nazionale legato alla Ryder Cup 2022, la sfida fra Europa e Stati Uniti, in programma fra cinque anni al Marco Simone Golf & Country Club. È il primo Open d’Italia con un...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

L'azienda paga 46 cent al litro, contro i 36 della media nazionale

LATTERIA DI SOLIGO, 200 SOCI DOMANI IN ASSEMBLEA

Momento critico per il settore: "Coop unico argine"


FARRA DI SOLIGO - Si terrà domani l’assemblea annuale di Latteria Soligo che vedrà rappresentati oltre 200 soci conferitori (tra Veneto e Friuli Venezia Giulia). In un momento di estrema difficoltà per il settore lattiero caseario, l’appuntamento assembleare assume un ruolo importante di riflessione delle dinamiche in atto. I soci saranno chiamati ad approvare il consuntivo 2015. "Nonostante le difficoltà, nell’anno dell’addio alle quote latte e dell’inizio della totale deregulation del settore, Latteria Soligo è riuscita a mantenere dritta la barra del timone nel mare in tempesta. Per il 2015 andremo a pagare ai soci 0,467 € per litro di latte alla stalla, contro una media italiana che non è andata oltre i 36-37 centesimi al litro – spiega il presidente Lorenzo Brugnera –. Questo è per noi una dimostrazione chiara di come il sistema cooperativo e il controllo diretto della filiera da parte degli allevatori, dalla stalla alla trasformazione casearia, sia l’unico argine contro la deriva dei prezzi. L’unità dei nostri agricoltori è la nostra forza, da più di 130 anni, solo così si può evitare di soccombere alle logiche delle multinazionali”.
Anche una realtà fortemente radicata nel territorio sta facendo i conti con le spinte dei mercati internazionali: “Il dopo quote ha significato una impennata produttiva esponenziale, nel Nord Europa ci sono paesi che stanno producendo dal 15 al 17% in più e anche in Veneto la crescita è stata intorno al 2%, con il rischio evidente che il mercato non riesca ad assorbire la materia prima e l’incubo di ogni allevatore che si materializza: il latte che viene buttato – prosegue Brugnera - . A questo aggiungiamo un blocco delle importazioni Russo e una discesa del mercato cinese, ed è chiaro che il quadro internazionale è davvero difficile". Ma sul fronte interno la maggiore minaccia viene dal calo dei consumi: "Che resta importante – prosegue il presidente – anche a causa dell’avanzare mediatico di dubbie teorie alimentari come quella vegana che mettono sotto accusa un alimento come il latte che resta invece insostituibile per il suo apporto di proteine e nutrienti". A questi assalti Soligo ha risposto con la strategia della qualità, è stata la prima infatti ad ottenere il marchio QV (Qualità Verificata) dalla Regione Veneto.