Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/173: U.S. OPEN TRA SORPRESE E MONTEPREMI RECORD

Vince Brooks Koepka, dopo un'ecatombe di big


ERIN (USA) - È partito il 15 giugno dal Wisconsin, il secondo major della stagione, il più importante, l’US Open. Si è giocato sul tracciato dell’“Erin Hills”, un campo straordinario, e un ricchissimo montepremi, 12 milioni di dollari, il più alto...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/172: RENATO PARATORE NUOVA STELLA DEL GOLF ITALIANO

Il ventenne coglie il successo al Nordea Masters.


BARSEBACK - Una nuova stella si è affacciata sul firmamento del Golf italiano. Si chiama Renato Paratore; è romano, ventenne, ma ha ormai testimoniato grande talento, e un’incredibile maturità. Incisivo e determinato come un vero Campione, ha colto il successo di questa...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/171: IL TORNEO AIGG ARRIVA IN VENETO

Settima e ottava tappa a Ca' della Nave e al Montecchia


MARTELLAGO/SELVAZZANO DENTRO - Dopo i Campi romani, dopo la Felsinea, dopo la Toscana, toccava al Veneto ospitare, l’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti, nel suo tour nazionale. Lo ha fatto accogliendo nei suoi bei Campi i giornalisti, all’avvio nel “girone di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

L'azienda paga 46 cent al litro, contro i 36 della media nazionale

LATTERIA DI SOLIGO, 200 SOCI DOMANI IN ASSEMBLEA

Momento critico per il settore: "Coop unico argine"


FARRA DI SOLIGO - Si terrà domani l’assemblea annuale di Latteria Soligo che vedrà rappresentati oltre 200 soci conferitori (tra Veneto e Friuli Venezia Giulia). In un momento di estrema difficoltà per il settore lattiero caseario, l’appuntamento assembleare assume un ruolo importante di riflessione delle dinamiche in atto. I soci saranno chiamati ad approvare il consuntivo 2015. "Nonostante le difficoltà, nell’anno dell’addio alle quote latte e dell’inizio della totale deregulation del settore, Latteria Soligo è riuscita a mantenere dritta la barra del timone nel mare in tempesta. Per il 2015 andremo a pagare ai soci 0,467 € per litro di latte alla stalla, contro una media italiana che non è andata oltre i 36-37 centesimi al litro – spiega il presidente Lorenzo Brugnera –. Questo è per noi una dimostrazione chiara di come il sistema cooperativo e il controllo diretto della filiera da parte degli allevatori, dalla stalla alla trasformazione casearia, sia l’unico argine contro la deriva dei prezzi. L’unità dei nostri agricoltori è la nostra forza, da più di 130 anni, solo così si può evitare di soccombere alle logiche delle multinazionali”.
Anche una realtà fortemente radicata nel territorio sta facendo i conti con le spinte dei mercati internazionali: “Il dopo quote ha significato una impennata produttiva esponenziale, nel Nord Europa ci sono paesi che stanno producendo dal 15 al 17% in più e anche in Veneto la crescita è stata intorno al 2%, con il rischio evidente che il mercato non riesca ad assorbire la materia prima e l’incubo di ogni allevatore che si materializza: il latte che viene buttato – prosegue Brugnera - . A questo aggiungiamo un blocco delle importazioni Russo e una discesa del mercato cinese, ed è chiaro che il quadro internazionale è davvero difficile". Ma sul fronte interno la maggiore minaccia viene dal calo dei consumi: "Che resta importante – prosegue il presidente – anche a causa dell’avanzare mediatico di dubbie teorie alimentari come quella vegana che mettono sotto accusa un alimento come il latte che resta invece insostituibile per il suo apporto di proteine e nutrienti". A questi assalti Soligo ha risposto con la strategia della qualità, è stata la prima infatti ad ottenere il marchio QV (Qualità Verificata) dalla Regione Veneto.