Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/152: IN SUDAFRICA, EDO MOLINARI TRA I PROTAGONISTI

Nella tappa "australe" dell'European Tour si impone l'inglese Storm


Edoardo Molinari, Nino Bertasio e il dilettante romano Philip Geerts, sono gli azzurri impegnati nel torneo BMW South African Open dell’European Tour, combinato con il Sunshine Tour, in atto dal 12 al 15 gennaio. Il Campo di gioco è il Glendower (par 72) di City of Ekurhuleni. Il...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/151: GLI AZZURRI ALLA QUALIFICAZIONE PER IL TOUR ASIATICO

Alle Hawaii via al Pga: nel torneo dei campioni comanda Justin Thomas


Due interessanti manifestazioni in questi giorni, alle Hawaii e in Tailandia: mentre la PGA americana dà il via al torneo riservato ai vincitori della scorsa stagione che segna anche l’inizio del Tour statunitense, gli azzurri Alessandro Tadini (piemontese) e Aron Zemmer (ventiseienne...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/150: IL BILANCIO AZZURRO DI UN ANNO SUI GREEN

Francesco Molinari ancora troppo solo e 4 nuove proette nel Tour


TREVISO - Ha ricevuto pennellate di azzurro da parte dei nostri giocatori, il mondo del professionismo nel 2016; si sono registrati ottimi risultati: di spicco, al consuntivo dell’annata, il trionfo di Francesco Molinari nel 73° Open d’Italia. Altrettanto bene si può dire per...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

L'azienda paga 46 cent al litro, contro i 36 della media nazionale

LATTERIA DI SOLIGO, 200 SOCI DOMANI IN ASSEMBLEA

Momento critico per il settore: "Coop unico argine"


FARRA DI SOLIGO - Si terrà domani l’assemblea annuale di Latteria Soligo che vedrà rappresentati oltre 200 soci conferitori (tra Veneto e Friuli Venezia Giulia). In un momento di estrema difficoltà per il settore lattiero caseario, l’appuntamento assembleare assume un ruolo importante di riflessione delle dinamiche in atto. I soci saranno chiamati ad approvare il consuntivo 2015. "Nonostante le difficoltà, nell’anno dell’addio alle quote latte e dell’inizio della totale deregulation del settore, Latteria Soligo è riuscita a mantenere dritta la barra del timone nel mare in tempesta. Per il 2015 andremo a pagare ai soci 0,467 € per litro di latte alla stalla, contro una media italiana che non è andata oltre i 36-37 centesimi al litro – spiega il presidente Lorenzo Brugnera –. Questo è per noi una dimostrazione chiara di come il sistema cooperativo e il controllo diretto della filiera da parte degli allevatori, dalla stalla alla trasformazione casearia, sia l’unico argine contro la deriva dei prezzi. L’unità dei nostri agricoltori è la nostra forza, da più di 130 anni, solo così si può evitare di soccombere alle logiche delle multinazionali”.
Anche una realtà fortemente radicata nel territorio sta facendo i conti con le spinte dei mercati internazionali: “Il dopo quote ha significato una impennata produttiva esponenziale, nel Nord Europa ci sono paesi che stanno producendo dal 15 al 17% in più e anche in Veneto la crescita è stata intorno al 2%, con il rischio evidente che il mercato non riesca ad assorbire la materia prima e l’incubo di ogni allevatore che si materializza: il latte che viene buttato – prosegue Brugnera - . A questo aggiungiamo un blocco delle importazioni Russo e una discesa del mercato cinese, ed è chiaro che il quadro internazionale è davvero difficile". Ma sul fronte interno la maggiore minaccia viene dal calo dei consumi: "Che resta importante – prosegue il presidente – anche a causa dell’avanzare mediatico di dubbie teorie alimentari come quella vegana che mettono sotto accusa un alimento come il latte che resta invece insostituibile per il suo apporto di proteine e nutrienti". A questi assalti Soligo ha risposto con la strategia della qualità, è stata la prima infatti ad ottenere il marchio QV (Qualità Verificata) dalla Regione Veneto.