Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

NovitÓ di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Medhi Chairi, operaio di 42 anni, ucciso con 6 coltellate

OMICIDIO A MIANE: TROVATA L'AUTO PRESA DAL KILLER

L'omicida, fuggito con l'auto della vittima, ha lasciato tracce



MIANE
– Sei fendenti con un normale coltello da cucina, di cui due potenzialmente mortali. In attesa dell'autopsia che verrà effettuata dall'anatomopatologo Alberto Furlanetto, emergono nuovi particolari sull'omicidio di Medhi Chairi, l'operaio marocchino 42enne trovato cadavere nel suo appartamento di via a Miane dal padrone di casa. Gli inquirenti, dopo il primo sopralluogo, hanno in mano diversi elementi per risalire al responsabile del delitto: l'uomo, probabilmente un amico della vittima, ha lasciato infatti diverse impronte nell'abitazione (già repertate dagli uomini della scientifica) abbandonando anche qualche mozzicone di sigaretta e di spinello. Il pm titolare delle indagini ipotizza che prima dell'omicidio vittima e killer abbiano fumato dell'hashish. Circostanza che verrà confermata o smentita dall'autopsia. Di certo c'è che la vittima è stata uccisa con sei colpi di coltello alla schiena in rapida successione, senza che ci sia stata una colluttazione. Di certo c'è anche che il killer ha abbandonato il luogo del delitto a bordo dell'auto della vittima, una Alfa 147 nera, ritrovata abbandonata nei pressi della stazione di Conegliano. Gli inquirenti la stanno già analizzando. E' possibile che il killer abbia poi proseguito la fuga in treno o in corriera.