Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
CAMPI DA GOLF/15: GOLF CLUB PUNTA ALA

Sulla costa della Maremma un percorso impegnativo e spettacolare


PUNTA ALA - Da sempre la Toscana è conosciuta per essere una splendida regione. Si arriva in Maremma, e la cosa ha, per certi aspetti, una connotazione ancora maggiore. A sud del golfo di Follonica troviamo Castiglione della Pescaia, e subito si arriva a Punta Ala, un tempo chiamata...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/169: SPETTACOLO E INNOVAZIONE: È GOLFSIXES

A Londra, l'European Tour sperimenta una nuova formula


LONDRA - Al Centurion Club di St. Albands, a Londra, l’evento inaugurale di questo rivoluzionario agone, il “GolfSixes”, che assegna un premio di un milione di euro. Con tale torneo Keith Pelley, il ceo del Tour Europeo, intende rinnovare un po’ gli schemi...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/168: FESTA IN PIAZZA A MARTELLAGO CON IL GOLF

Anche lo sport protagonista nella tradizionale manifestazione nella cittadina veneziana


MARTELLAGO - Martellago è una cittadina dell’entroterra veneziano vocata e particolarmente attenta al settore primario, l’agricoltura. Gli abitanti sono laboriosi, e attaccati alle memorie del passato. Nel 1945, alla fine del disastroso conflitto mondiale, entrò in uso per...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

A processo per truffa un 66enne bassanese di Castelfranco Veneto

RESORT DI LUSSO FANTASMA: CONDANNATO A NOVE MESI

Vittima un imprenditore, raggirato dal finto architetto



CAVASO DEL TOMBA
– Fingendosi un architetto con contatti importanti per la costruzione di un resort di lusso a Biarritz, in Francia, sarebbe riuscito a spillare 2.300 euro a un imprenditore trevigiano. Finito a processo per truffa, un bassanese di 66 anni residente a Castelfranco Veneto se l'è cavata con una condanna a nove mesi di reclusione. Stando a quanto riportato nel capo d'imputazione l'uomo, millantando rapporti commerciali con aziende spagnole e francesi, avrebbe raggirato l'imprenditore prospettandogli la fornitura esclusiva dell'arredo bagno per il resort a Biarritz. Un affare per l'imprenditore, al quale il finto architetto aveva promesso che, se avesse accettato l'affare, si sarebbe ridotto la provvigione dal 5% al 3 %. Il pagamento della somma incriminata sarebbe servito per accaparrarsi il lavoro e per effettuare un sopralluogo sul posto, che in realtà non è mai avvenuto. La vittima ha allora chiesto la restituzione del denaro, fiutando che qualcosa non andava, ma il 66enne oltre a non aver restituito un centesimo da quel momento si è reso irreperibile.