Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/246: DAL 2019 IN VIGORE LE NUOVE REGOLE DI GIOCO

Le norme ridotte a 24: ecco le principali novità


TREVISO - Erano trentaquattro le Regole del Golf; erano tante, e soprattutto abbastanza complicate da ricordare, per il neofita che le doveva capire, memorizzare, e poi correttamente applicare.Dal 1° gennaio 2019 sarà in uso una versione rivisitata, principalmente finalizzata ad una...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

A processo per truffa un 66enne bassanese di Castelfranco Veneto

RESORT DI LUSSO FANTASMA: CONDANNATO A NOVE MESI

Vittima un imprenditore, raggirato dal finto architetto



CAVASO DEL TOMBA
– Fingendosi un architetto con contatti importanti per la costruzione di un resort di lusso a Biarritz, in Francia, sarebbe riuscito a spillare 2.300 euro a un imprenditore trevigiano. Finito a processo per truffa, un bassanese di 66 anni residente a Castelfranco Veneto se l'è cavata con una condanna a nove mesi di reclusione. Stando a quanto riportato nel capo d'imputazione l'uomo, millantando rapporti commerciali con aziende spagnole e francesi, avrebbe raggirato l'imprenditore prospettandogli la fornitura esclusiva dell'arredo bagno per il resort a Biarritz. Un affare per l'imprenditore, al quale il finto architetto aveva promesso che, se avesse accettato l'affare, si sarebbe ridotto la provvigione dal 5% al 3 %. Il pagamento della somma incriminata sarebbe servito per accaparrarsi il lavoro e per effettuare un sopralluogo sul posto, che in realtà non è mai avvenuto. La vittima ha allora chiesto la restituzione del denaro, fiutando che qualcosa non andava, ma il 66enne oltre a non aver restituito un centesimo da quel momento si è reso irreperibile.