Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/151: GLI AZZURRI ALLA QUALIFICAZIONE PER IL TOUR ASIATICO

Alle Hawaii via al Pga: nel torneo dei campioni comanda Justin Thomas


Due interessanti manifestazioni in questi giorni, alle Hawaii e in Tailandia: mentre la PGA americana dà il via al torneo riservato ai vincitori della scorsa stagione che segna anche l’inizio del Tour statunitense, gli azzurri Alessandro Tadini (piemontese) e Aron Zemmer (ventiseienne...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/150: IL BILANCIO AZZURRO DI UN ANNO SUI GREEN

Francesco Molinari ancora troppo solo e 4 nuove proette nel Tour


TREVISO - Ha ricevuto pennellate di azzurro da parte dei nostri giocatori, il mondo del professionismo nel 2016; si sono registrati ottimi risultati: di spicco, al consuntivo dell’annata, il trionfo di Francesco Molinari nel 73° Open d’Italia. Altrettanto bene si può dire per...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/14: GOLF CLUB CARIMATE

In Brianza un percorso piacevole, ad ogni buca il nome di una pianta


CARIMATE - Siamo in Brianza, una terra che si differenzia in numerosi tratti dal resto della Lombardia, per la natura geografica, demografica, economica, e linguistica, e non fa riferimento a un ente territoriale. I suoi comuni hanno attinenza a quattro differenti province: Milano, Monza, Como e...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Accusato di procurato allarme un romeno di 24 anni di Eraclea

INVENTA MALORE E COCA PARTY PER VENDETTA: A PROCESSO

La messinscena per colpire il compagnoche era con due trans



CONEGLIANO
– Accecato dalla gelosia in quanto il suo compagno si stava intrattenendo con due transessuali a casa, invece di fare una scenata ha chiamato il 113 dicendo che una persona si era sentita male durante un coca party all'interno dell'abitazione. Una volta giunti sul posto, i poliziotti e i sanitari de Suem non hanno trovato nessuna persona agonizzante né tanto meno un festino a base di droga. Motivo per cui un romeno di 24 anni residente a Eraclea è stato indagato per l'ipotesi di reato di procurato allarme e, raggiunto da un decreto penale di condanna, ha scelto di presentare opposizione per spiegare le sue ragioni ed evitare di pagare i 250 euro di ammenda che gli sono stati inflitti. Se da un lato la vendetta non ha avuto gli esiti sperati, dall'altro il 24enne è comunque riuscito a liberarsi dei due transessuali che, secondo lui, stavano importunando il suo ragazzo: al momento del blitz si è infatti scoperto che non erano in regola con il permesso di soggiorno e sono stati entrambi espulsi perchè clandestini.