Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/153: IL WINTER 4 PALLE A CA' DELLA NAVE

Nuova tappa del circuito griffato Cristianevents


CA' DELLA NAVE - Rinviata per maltempo la Louisiana a due del giorno 15, che sarà riprogrammata per il 5 di febbraio, domenica 22 è partita finalmente a Cà della Nave la lunga teoria dei “Cristianevents”, con la gara a coppie “4 palle”. Il regolamento...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/152: IN SUDAFRICA, EDO MOLINARI TRA I PROTAGONISTI

Nella tappa "australe" dell'European Tour si impone l'inglese Storm


Edoardo Molinari, Nino Bertasio e il dilettante romano Philip Geerts, sono gli azzurri impegnati nel torneo BMW South African Open dell’European Tour, combinato con il Sunshine Tour, in atto dal 12 al 15 gennaio. Il Campo di gioco è il Glendower (par 72) di City of Ekurhuleni. Il...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/151: GLI AZZURRI ALLA QUALIFICAZIONE PER IL TOUR ASIATICO

Alle Hawaii via al Pga: nel torneo dei campioni comanda Justin Thomas


Due interessanti manifestazioni in questi giorni, alle Hawaii e in Tailandia: mentre la PGA americana dà il via al torneo riservato ai vincitori della scorsa stagione che segna anche l’inizio del Tour statunitense, gli azzurri Alessandro Tadini (piemontese) e Aron Zemmer (ventiseienne...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Un 29enne accusato di maltrattamenti e sequestro di persona

SEGREGAVA LA COMPAGNA IN CASA: A PROCESSO

Per mesi l'avrebbe anche picchiata per paura che lo lasciasse



TREVISO
– Per mesi avrebbe segregato in casa la compagna per paura che lei lo lasciasse. Una vicenda che sarà il giudice a dover chiarire nei dettagli visto che l'uomo, un 29enne originario del Burkina Faso, si trova ora sotto processo per sequestro di persona e maltrattamenti in famiglia. Dopo aver sopportato quei soprusi per mesi la donna, 30 anni, ha trovato il coraggio di denunciare tutto ai carabinieri nell'ottobre del 2013. In quell'occasione, al termine dell'ennesimo litigio, il 29enne aveva chiamato il 112 minacciando il suicidio. Subito i militari si sono precipitati nell'abitazione della coppia ma l'uomo, che ha risposto al campanello, ha detto che era tutto a posto. I carabinieri gli hanno chiesto però di entrare per verificare la situazione e hanno trovato la porta della camera da letto chiusa a chiave. Dentro c'era la compagna, visibilmente agitata, che ha colto l'occasione per raccontare tutto quello che aveva subito fino a quel momento, facendo di fatto scattare le indagini.