Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/146: ARBITRI, GARA E SUMMIT A MODENA

Il resoconto dell'incontro annuale dell'Aiag


MODENA - L’ Associazione Italiana Arbitri Golf, che annovera 171 arbitri italiani, tra i quali il sottoscritto, tutti gli anni promuove un incontro tra i soci in un Campo da Golf, con l’intento di far chiarezza su qualcosa di particolare emerso nella stagione. Puntualizzare,e...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/145: ALLA DANIMARCA LA COPPA DEL MONDO

Sesta la coppia azzurra Molinari - Manassero


MELBOURNE - Completate le tappe dell’European Tour 2016, c’è ora (24-27 novembre), la 58esima edizione della Coppa del Mondo, la ISPS Handa World of Golf. Un grande torneo, completamente diverso da quelli abituali, una gara di coppia. Si gioca al Kingston Heath GC - PAR 72 di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/144: A DUBAI IL DP WORLD TOUR CHAMPIONSHIP

Vince l'inglese Fitspatrick, ad Henrik Stenson la Race to Dubai


DUBAI - Avevamo lasciato i nostri azzurri sull’European Tour al termine del Turkish Airlines Open, con la speranza che Manassero e Paratore conquistassero in Sud Africa la carta per giocare a Dubai. Paratore ce l’ha fatta, e son contento. Manassero no, e mi dispiace. Restano quindi a...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Un 29enne accusato di maltrattamenti e sequestro di persona

SEGREGAVA LA COMPAGNA IN CASA: A PROCESSO

Per mesi l'avrebbe anche picchiata per paura che lo lasciasse



TREVISO
– Per mesi avrebbe segregato in casa la compagna per paura che lei lo lasciasse. Una vicenda che sarà il giudice a dover chiarire nei dettagli visto che l'uomo, un 29enne originario del Burkina Faso, si trova ora sotto processo per sequestro di persona e maltrattamenti in famiglia. Dopo aver sopportato quei soprusi per mesi la donna, 30 anni, ha trovato il coraggio di denunciare tutto ai carabinieri nell'ottobre del 2013. In quell'occasione, al termine dell'ennesimo litigio, il 29enne aveva chiamato il 112 minacciando il suicidio. Subito i militari si sono precipitati nell'abitazione della coppia ma l'uomo, che ha risposto al campanello, ha detto che era tutto a posto. I carabinieri gli hanno chiesto però di entrare per verificare la situazione e hanno trovato la porta della camera da letto chiusa a chiave. Dentro c'era la compagna, visibilmente agitata, che ha colto l'occasione per raccontare tutto quello che aveva subito fino a quel momento, facendo di fatto scattare le indagini.