Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/147: NUOVE TECNOLOGIE, DIVERTIMENTO E SOLIDARIETÀ

Due gare speciali con Bags4dream, Fuorilimite e Par 108


MARTELLAGO - Di questi tempi, freddi e umidi, non si avverte un grosso stimolo a partecipare ad una gara di Golf, salvo che l’attrazione non sia generata dalla simpatia degli ospiti. Ecco, le persone e l’armonia tra quest’insieme di associazioni, dedite a far beneficenza...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/146: ARBITRI, GARA E SUMMIT A MODENA

Il resoconto dell'incontro annuale dell'Aiag


MODENA - L’ Associazione Italiana Arbitri Golf, che annovera 171 arbitri italiani, tra i quali il sottoscritto, tutti gli anni...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/145: ALLA DANIMARCA LA COPPA DEL MONDO

Sesta la coppia azzurra Molinari - Manassero


MELBOURNE - Completate le tappe dell’European Tour 2016, c’è ora (24-27 novembre), la 58esima edizione della Coppa del Mondo, la ISPS Handa World of Golf. Un grande torneo, completamente diverso da quelli abituali, una gara di coppia. Si gioca al Kingston Heath GC - PAR 72 di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Intervista a Itala Piccinin e Francesco Turchetto della Società Iconografica Trivigiana

LO STUDIO: "BORGO MAZZINI. DA PORTA SAN TOMASO A PIAZZA DEL GRANO"

Mercoledì 20 aprile la presentazione pubblica alla Casa Albergo Salce


Foto, immagini e testimonianze per raccontare la storia, recente e remota, di una parte del centro storico di Treviso: “Borgo Mazzini. Da Porta San Tomaso a Piazza del Grano”. Questo il titolo della ricerca curata da Itala Piccinin e Francesco Turchetto della Società Iconografica Trivigiana che verrà presentata al pubblico domani, mercoledì 20 aprile, ore 20.00 alla Casa Albergo Salce, viale III Armata, 4, con ingresso libero.
In particolare Itala Piccinin, che proprio in questa parte di città è nata e cresciuta, si è dedicata alla storia che va dagli anni '50 ad oggi, raccogliendo i ricordi e, laddove possibile, le fotografie che testimoniano i repentini cambiamenti, urbanistici e sociali, di questo angolo di città. Li raccontano soprattutto i commercianti: ad abbracciare il borgo molti negozi storici e qualche osteria che, di generazione in generazione, hanno tramandato i saperi e hanno saputo resistere adeguandosi ai tempi; a riempirlo di merci, il martedì e il sabato, i commercianti ambulanti del mercato cittadino (che fino a qualche decennio fa prevedeva anche il mercato degli ovini, dei bovini, del pollame).
La parte di ricerca incentrata sulla storia e lo sviluppo di Borgo Mazzini (denominato un tempo Borgo San Tomaso) la ripercorre Francesco Turchetto che si occupa dell'ampio arco di tempo dalle invasioni barbariche al fascismo, sottolineando le principali trasformazioni, come la presenza della chiesina della Madoneta eretta dopo la guerra di Cambrai e rappresentata in una acquaforte ottocentesca.
Sono circa duecento le immagini utilizzate a corredo di questo studio che è già stato presentato marzo in un gremito auditorium Stefanini e verrà riproposto in due occasioni alla Casa Albergo Salce. Il primo appuntamento è per domani e si tratterà di Borgo Mazzini dal dopoguerra ad oggi.

Per info: www.societaiconograficatrivigiana.it

In alto il link all'intervista a Francesco Turchetto e Itala Piccinin.